Ferrari, Vettel: “Baku? Non vedo l’ora di scendere in pista”

Il tedesco vuole essere protagonista nel week-end che segna il debutto della pista azera

Ferrari, Vettel: “Baku? Non vedo l’ora di scendere in pista”

Archiviato la gara di Montreal – dove è tornata competitiva, arrivando a soli 5″ dalla Mercedes –  la Ferrari vuole confermarsi al top anche a Baku, sede del GP d’Europa. Nella tradizionale conferenza stampa che apre i week-end di gara, Sebastian Vettel è apparso sereno, esternando ottimismo: “Domani non vedo l’ora di scendere in pista, dopo aver provato tanto al simulatore. Il circuito sembra davvero bello. Facendo un giro questa mattina ho notato alcuni punti sensazionali come le curve 8 e 11, quest’ultima in pendenza. Non credo che il tratto in prossimità dei box possa darci problemi, anche se molto veloce”.

Tornando alla gara di Montreal, disputata lo scorsa fine settimana, il quattro volte campione del mondo ha dichiarato: “Gli aggiornamenti al motore che abbiamo portato in Canada ci hanno fatto fare un ottimo salto di qualità. Senza dimenticare che abbiamo avuto un week-end pulito, senza sbavature”.

Vettel ha parlato anche degli pneumatici che i team avranno a disposizione. Per il GP d’Europa, la Pirelli ha deciso di risparmiare le ultrasoft – viste a Montecarlo e a Montreal – confermando supersoft e soft, riportando in pista le medie: “Essendo una pista nuova, non possiamo sapere sin da ora come si comporteranno le gomme. Concordo con la scelta conservativa fatta dalla Pirelli”.

Il tedesco ha inoltre mostrato, ancora una volta, le sue qualità da uomo squadra difendendo il team di Maranello: “La Ferrari è il team più forte e più vincente nella storia della F1. Tutti noi vogliamo centrare traguardi importanti. Abbiamo grande fiducia nelle nostre potenzialità. Torneremo a vincere e a imporci, bisogna avere pazienza. È solo questione di tempo”.

Piero Ladisa

Segui @PieroLadisa

 

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. michele

    16 giugno 2016 at 23:12

    Le due vite di Sebastian.

    Il Seb RBR, è un Seb inc….to. Troppo viziato e appoggiato. Un giovane capriccioso e dal gran talento.

    Il Seb Rosso, è un Seb che, dall’alto dei 4 mondiali, è come se vivesse già di passato. Un Seb che non s’inc….mai, sempre disponibile, che scherza con l’avversario dopo la gara come se fossero due vecchi amici al bar.
    Irriconoscibile!!!

    Dovrei preferire il secondo, ma io sono abituato al Vettel cattivo e viziato, non potrei immaginarlo diverso. Per me Vettel sarà sempre il giovane Seb.

    Se non è antipatico, che Vettel è???

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | GP Azerbaijan, Baku vicina allo slittamento?

Il Coronavirus potrebbe ostacolare lo svolgimento del GP a Baku
Secondo quanto riportato dal sito Motorsport-Total.com, Baku sarebbe pronta a ufficializzare lo slittamento del Gran Premio d’Azerbaijan, appuntamento che sulla