Ferrari: Sviluppo ‘tailor-made’ per la F14 T

"Avvicinare la F14 T allo stile di guida dei piloti"

Ferrari: Sviluppo ‘tailor-made’ per la F14 T

La Scuderia Ferrari è impegnata senza sosta per recuperare il gap che le prime due gare della stagione hanno evidenziato rispetto agli avversari. Mentre parte del team è in Bahrain per il terzo Gran Premio 2014, a Maranello si continua a lavorare per sviluppare al massimo la vettura e tirare fuori dal progetto F14 T le prestazioni che per ora si sono solamente intuite.

Come ha detto il Team Principal Stefano Domenicali “dobbiamo riuscire a dare ai nostri piloti una vettura che sia il più possibile vicino alle loro esigenze di guida. Abbiamo un programma di sviluppo da portare avanti, sappiamo dove migliorare e sappiamo che dobbiamo farlo in tempi stretti”.
Gli ingegneri, oltre al programma di sviluppo generico, hanno quindi pianificato anche un lavoro personalizzato in funzione delle caratteristiche dei due piloti. Con Kimi, in particolare, si sta operando per avvicinare il più possibile la F14 T al suo stile di guida, da sempre molto particolare. Il finlandese, dopo la prima gara, aveva dato delle indicazioni ai tecnici per poter avere una vettura che lo mettesse maggiormente a suo agio. I suoi suggerimenti sono stati applicati e i primi miglioramenti si sono visti nelle prove libere della Malesia, quando Raikkonen è stato secondo in entrambe le sessioni. Questo lavoro di adattamento proseguirà anche nelle prossime settimane.
Con Fernando Alonso l’obiettivo è invece quello di incrementare ancora di più il lavoro di interfaccia tra il pilota e la squadra. Infatti non c’è simulazione computerizzata che possa sostituire l’esperienza diretta di chi guida la vettura e le indicazioni dello spagnolo, alla fine di ogni gara così come dopo ogni sessione di prove, sono fondamentali per capire in quali aree le prestazioni possono essere ancora migliorate. Il campione spagnolo con la sua esperienza in Ferrari è infatti in grado di indicare al team non solo gli elementi su cui lavorare ma anche le priorità che devono essere seguite per rendere il più rapido possibile il processo di crescita delle prestazioni della F14 T.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

23 commenti
  1. F.Alonso

    2 Aprile 2014 at 17:03

    comunque è vero, la vettura sembra esserci, il potenziale anche, i piloti anche, ma è come se fosse acerba, ampio margine di sviluppo, io mi auguro che basti il tempo per farlo.

    • Doesntmatter72

      2 Aprile 2014 at 21:51

      Scusate, a me sorge un dubbio: per tutto l’inverno la Ferrari e la Mercedes sembravano in vantaggio, tanti km, poche rotture ecc…la Red Bull invece sembrava, anzi, era in crisi profonda.

      Ora abbiamo una Mercedes fortissima ed una Red Bull che con 60/80 cc in meno della prima sembra la seconda forza del mondiale e che con Vettel riesce ad avvicinare la Mercedes #2 di Rosberg

      Chi manca all’appello?

      Possibile che siano sempre gli altri a barare? Possibile che dopo due gare, la Ferrari non abbia raccolto ne’ un podio e nemmeno una prima fila?

      La Mercedes sfrutta il fatto di farsi il motore in casa e fa una power unit ottima e una buona macchina, la Red Bull sopperisce ai problemi del Renault con una vettura telai stoicamente e aerodinamicamente parlando sopraffina….e la Ferrari??? Non riesce a fare ne’ una power unit come la Mercedes e nemmeno una monoposto come la Red Bull…

      Poche storie, stanno perdendo la faccia! Scusate lo sfogo, ma non sopporto che i piloti Ferrari vengano poi messi in discussione quando mi sembra evidente che ci sono almeno altri due team che lavorano meglio della rossa.

      • F.Alonso

        2 Aprile 2014 at 23:53

        ragiona sul fatto che una Mercedes ha visto solo una bandiera a scacchi, due redbull , una alla prima e una alla seconda gara nn hanno visto la bandiera a scacchi, mettici anche la vettura di ricciardo a 0 punti perche alla prima gara hanno fatto un errore grossolano che sta alla base di tutti i regolamenti, QUELLO DEL CONSUMO CARBURANTE! detto questo se raikkonen nn aveva la collisione con magnussen potremmo essere secondi nei costruttori. la Ferrari cè fidati, non lo dico da ferrrista ma da persona realista, oppure, guarda i distacchi della malesia, la ferrari non è arrivata lontana dalla red bull, per il solo errore che nella partenza fernando è stato sopravanzato da una redbull altrimenti i distacchi sarebbero stati ancor piu minimi.
        Ne riparleremo fra qualche gara ancora e poi vedremo come si evolveranno le cose.

      • Doesntmatter72

        3 Aprile 2014 at 07:37

        Per quanto riguarda l’affidabilità la Ferrari si è comportata meglio delle rivali ma non di molto: personalmente escluderei gli incidenti e/o eventi straordinari come quelli di Ricciardo, maestre valuterei essenzialmente l’affidabilità meccanica delle vetture.

        Sotto questo aspetto abbiamo che su 4 arrivi possibili la Ferrari ha ottenuto 4 bandiere a scacchi, mentre la Mercedes e la Red Bull 3…quindi non è che siano poi messe tanto peggio, e presumendo che eventi come quelli di Ricciardo non siano così abituali, direi che il vantaggio in termini di affidabilità di cui gode la Ferrari, sia ad ora esiguo.

        Per quanto concerne la competitività il discorso è secondo me differente:

        Red Bull: moralmente hanno raccolto due podi (l’irregolarità sulla vettura di Ricciardo garantiva un aumento di potenza esiguo) e per due volte hanno piazzato una vettura in prima fila.

        Mercedes: 2 vittorie, 2 pole ed una doppietta….poco altro da aggiungere.

        In entrambe le gare la Ferrari era dietro a livello prestazionale nonostante partisse sulla carta avvantaggiata per il fatto di farsi il motore in casa (come la Mercedes del resto).
        Dei punti non mi interesso, anche la McLaren era in testa al costruttori dopo la prima gara ma ovviamente la Mercedes era superiore…insomma con i quarti posti non si va molto lontano.

        Dico solo questo, magari non siamo lontani, ma ancora una volta chi ha lavorato meglio e si è adattato ai nuovi regolamenti più velocemente non è stata la Ferrari, ma i suoi rivali…inutile tirare in ballo truffe o sfortune, qui sono gli uomini in rosso a essere i responsabili.

      • pippo

        3 Aprile 2014 at 10:50

        Guardando la gara di domenica, i flussi di carburante erano i piu’ alti rispetto a Merceds e RB e questo fa capire che l’efficienza del motore e’ nettamente inferiore, cio’ dimostra un maggior consumo e prestazione nettamente inferiore. Per me la situazione in Ferrari e’ grave mi sa che hanno sbagliato di grosso purtroppo.

      • F.Alonso

        3 Aprile 2014 at 14:36

        erano superiori a mercedes,non di molto da rosberg, ma red bull ha consumato di piu..

  2. wolf62

    2 Aprile 2014 at 17:15

    Forza FERRARI mettetecela tutta, ridateci quella scarica di adrenalina di una volta….

  3. Francesco

    2 Aprile 2014 at 18:06

    Vogliamo Fernando e Kimi (suo ultimo team in carriera!!!) primo e secondo, intervallati di anno in anno, per i prossimi 10 ANNI: 5 TITOLI MONDIALI per Fernando e 5 TITOLI MONDIALI per Kimi!!!

  4. massimo

    2 Aprile 2014 at 18:24

    SEGUENDO DA TANTO LA F1 COME O DETTO LA MACCHINA COME AERODINAMICA NN è MALE E ANCHE IL MOTORE è MOLTO POTENTE, L’UNICA COSA DA FAR FUNZIONARE …E MI AUGURO CHE CI RIESCANO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI è LA POWE UNIT….CIOè CHE IL MOTORE ELETTRICO E QUELLO ENDOTERMICO RIESCHINO A FUNZIONRE UNA VOLTA PER TUTTE PER POTER GARANTIRE QUEI 50 CAVALLI CHE CI MANCANO, POI CERTAMENTE ANCHE LA MACCHINA HA BISOGNO DEI SUOI INTRVENTI AERODINAMICI…

    • reaper

      2 Aprile 2014 at 20:34

      ma prima di provare a dare giudizi tecnici su una F1, almeno finire le elementari? che ne dici, ti potrebbe aiutare.

    • Papayaman

      2 Aprile 2014 at 21:11

      Anche tu cerchi di copiare me, quando ancora non imparavo i tempi verbali?

      No, perchè se è così, mi imiti veramente male, senza offesa.

    • tolanto

      2 Aprile 2014 at 21:19

      Rieschino? Fantozzi ha trovato l erede .

      • Emanuele

        3 Aprile 2014 at 00:28

        Rieschino 🙂 come ho detto senza h :)))
        E poi come non sopporto quelli che scrivono in stampatello non ve lo potete immaginare…

    • F.Alonso

      2 Aprile 2014 at 23:56

      forse hai ragione, mancano quei 80 cv per colmare il distacco.

  5. kimi79raikkonen

    2 Aprile 2014 at 18:50

    ferrari a du piloti datele Ferrari F14T “OPEN” così decollano alla grande LoL

  6. gianfranco r.

    2 Aprile 2014 at 20:26

    Eeeeeeee bastaaaa!!! …la macchina c’è, l’aereodinamica anche, il motore ovvio, i piloti ..che ve lo dico a fà … e stiamo in queste condizioni?!?!?! Questo per la F1 attuale è un anno già compromesso!! tu devi cercare due secondi ..gli altri due decimi e così si sta sempre dietro!! Questo è un altro anno buttato!! mi dispiace ma è così!! Se i fatti mi smentiranno (magari!!) chiederò scusa.

  7. reaper

    2 Aprile 2014 at 20:36

    auto Tailor-made, speriamo che non venga fuori un abito da cerimonia funebre.

  8. Augu

    2 Aprile 2014 at 22:58

    A tutti i Professori di questo blog vorrei ricordare che c’è gente con le elementari che ne capisce molto più di me è Voi di formula 1, che persone di una certa età con poca confidenza con la tastiera, pur grandi conoscitori della Formula 1 e pur letterati, possono scrivere istintivamente e non far caso agli errori di battitura.
    Insomma cerchiamo di discutere amichevolmente di motori e basta con i Professori, non interessa a nessuno, tranne a voi, se uno sbaglia a scrivere quello che vuol dire.
    Per quello che vi interessa ci sono accademie e circoli culturali ben distanti dal mondo dello sport.

    • Emanuele

      3 Aprile 2014 at 00:38

      Anche tu sembra che abbia litigato con la tastiera…
      Ma qui non conta il titolo di studio anche uno che ha fatto le elementari mi aspetto che scriva frasi di senso compiuto, e che conosca la grammatica di base, poi capita a tutti un errore di battitura, passiamo sopra alla punteggiatura ecc. ma se scrivete e volete che vi rispondano cercate almeno di essere comprensibili oppure lasciate perdere.
      Cavolo certe frasi le leggi 10 volti e non ne capisci il senso….
      A volte è anche una questione di rispetto perchè devo leggere io 10 volte una frase per decifrarne il senso? Non sarebbe più logico che la rilegge chi la scrive e vede se ha senso?
      Il tuo post contiene almeno 7/8 errori, basta rileggerlo per accorgersi, non voglio fare il professore capita anche a me di essere di fretta e sbagliare ma cavolo c’è un limite a tutto…

      • Federico Barone

        3 Aprile 2014 at 05:45

        Hai sbagliato post, per un attacco di questo tipo. Non è perfetto, come non lo è il tuo 😉 e come non lo sono tanti altri, di tutti noi.

        Ma ne esistono di peggiori…

        Io stesso mi infastidisco leggendo alcuni messaggi, ma non posso cambiare (nè lo voglio) la situazione, anche perchè – come tu stesso scrivi – gli errori capitano a tutti. Inoltre mi sembra che si possa mostrare un minimo di tolleranza. Certe insofferenze portano, se coltivate, a situazioni tragiche, la storia ce lo insegna.

  9. blupoint

    3 Aprile 2014 at 04:47

    ha! ha! ha! addirittura vogliono fare la macchina personalizzata per cada pilota ???? ma se non ne hanno una, adesso ne fanno due cha vanno ? ma a quale superman ci vengono queste idee? da ferrarista a team ferrari, SMETTETELA di raccontare barzallette, toglietevi i guanti e dateci sotto a fare una macchina che va, ma prima non dimenticatevi di pensare e studiare la cosa.
    ma a loro non ci interessa tanto ce la fiat che rottama le macchine che non vanno!

  10. hero

    3 Aprile 2014 at 09:47

    Possono migliorare sull’aereodinamica,in quell’area c’è margine di sviluppo,ma sui motori possono far poco perchè li hanno congelati!

  11. amico di frederick

    3 Aprile 2014 at 09:48

    ma certo, la ferrari non va perche’ si chiama F14T mentre se si fosse chiamata F14 Turbo sarebbe stata veloce! me lo ha detto Papayaman….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati