Ferrari, l’ex Mika Salo: “Raikkonen? Non può essere considerato una seconda guida. É al pari di Vettel”

Per l'ex pilota finlandese, il connazionale ha tutte le qualità per essere ancora un top driver

Ferrari, l’ex Mika Salo: “Raikkonen? Non può essere considerato una seconda guida. É al pari di Vettel”

Per l’ex pilota della Ferrari Mika Salo (chiamato a Maranello nell’estate del 1999 per sostituire il convalescente Michael Schumacher, infortunatosi nella gara di Silverstone), Kimi Raikkonen ha tutte le qualità per essere considerato al pari del compagno di squadra Sebastian Vettel. Anche se lo stesso Salo ha ammesso che difficilmente Iceman potrà tornare ai livelli del 2007, quando con una incredibile rimonta riuscì a battere in volata le McLaren di Hamilton e Alonso laureandosi campione del mondo al primo anno in Ferrari.

In ogni caso, non vedo Kimi vestire i panni del secondo pilota“, ha dichiarato Salo all’emittente finlandese MTV. Ma se vuole tornare a battagliare per l’iride dovrà prima di tutto battere Vettel“.  Su un eventuale ritiro di Raikkonen al termine della stagione – il finlandese di Espoo va per i 37 anni – , il connazionale ha risposto: “Non saprei. Ora è difficile da dire. Ma io credo che la Ferrari ha agito con intelligenza nel mantenere questa line-up, perché la continuità è importante. Poi non scordiamo che Vettel e Raikkonen sono amici“.

Chiamato a riconoscere un difetto di Raikkonen, Salo ha affermato che Kimi dovrebbe migliorare sul giro secco: Penso in qualifica. Lui ha sempre avuto un’ottima consistenza in gara. Ma quando parti dietro il tuo compagno di squadra è abbastanza difficile disputare una buona gara in ogni caso“.

Piero Ladisa

Segui @PieroLadisa

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. lucaraikkonen

    19 Febbraio 2016 at 09:27

    Speriamo che in Australia seb non lo stringa alla prima curva come nel 2015..

  2. Nurburgring Nordschleife

    19 Febbraio 2016 at 16:07

    Se queste parole sono dette da un altro pilota, beh dobbiamo crederci!
    Io ci ho sempre creduto…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati