Ferrari, Costa: “Dobbiamo cambiare approccio nello sviluppo”

Ferrari, Costa: “Dobbiamo cambiare approccio nello sviluppo”

“Non siamo dove pensavamo di essere questo inverno: ci manca prestazione”. Aldo Costa, Direttore Tecnico della Scuderia Ferrari Marlboro, non si è nascosto dietro un dito e ha riconosciuto che, in questo momento, la 150° Italia non è all’altezza delle due migliori macchine del lotto, Red Bull e McLaren.

L’analisi di Costa è stata esemplare: “All’ultimo test di Barcellona abbiamo introdotto un grosso pacchetto di novità sulla macchina: alcune hanno funzionato come ci aspettavamo, altre, localizzate sull’anteriore, non hanno fatto altrettanto e così ci siamo ritrovati a Melbourne con un deficit di prestazione inatteso. Intendiamoci: questa versione della monoposto è più veloce di quella che ha fatto il suo debutto a Valencia ma non siamo migliorati come volevamo. Come ne usciamo fuori? Se fosse facile lo avremmo già fatto ma non sappiamo ancora dove sia il problema. Ci stiamo lavorando ma si tratta di una valutazione complessa, in corso di svolgimento non solo qui in pista ma anche in fabbrica. Quando lo avremo capito, allora avremo già fatto un bel passo avanti e poi dovremo essere ancora più aggressivi in termini di sviluppo della vettura perché ci sono due squadre che hanno messo l’asticella molto in alto. A Maranello abbiamo tante persone di talento e sono molto incaz…. per questa situazione e sono sicuro che c’è tanta voglia di reagire.”

Costa ha anche delineato come si svolgerà questa reazione: “Stiamo lavorando su differenti aree. Ci sarà qualcosa di nuovo in Cina, qualcosa ancora più rilevante in Turchia e per il prosieguo della stagione. Sarà abbastanza? Non posso saperlo ora. E’ chiaro che dobbiamo spingere più degli altri perché dobbiamo recuperare il terreno perduto, oggi più grande rispetto a quanto non fosse lo scorso anno. Dobbiamo cambiare approccio per riuscirci.”

Essere impegnati su due fronti, la preparazione di un weekend di gara e un’analisi così importante sulla vettura, comporta un prezzo da pagare: “Il tempo dedicato ieri al test aerodinamico lo abbiamo dovuto sottrarre alla definizione dell’assetto della macchina e allo studio del comportamento delle gomme” – ha spiegato Aldo – “Però fra ieri e oggi abbiamo fatto dei progressi e credo che si siano visti sia in qualifica e, lo spero, che si vedranno domani in gara. Chiaro, non mi aspetto di andare veloce come i primi quattro ma è sicuro che faremo del nostro meglio.”

Ferrari, Costa: “Dobbiamo cambiare approccio nello sviluppo”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

49 commenti
  1. Frenk

    9 aprile 2011 at 22:46

    E tu Luca,portami tua sorella,che tra una cotoletta,uno zampone e un cotechino la faccio moooolto contenta!!!
    Detto da un’orgoglioso italiano,a proposito se vuoi sapere cosa è l’unità…portami tua sorella e tre lo fai raccontare,IDIOTA!!!

  2. Frenk

    9 aprile 2011 at 22:52

    @Mik

    Ricordati che la Mclaren ai test erano disperati, chi ti dice che la Ferrari sia messa davvero così male? Perchè nel caso faresti una figura di m…e non sarebbe il primo caso.

  3. Pliskin

    9 aprile 2011 at 23:12

    @manfred la mclaren sie era nascosta nei test.
    Non basta togliere gli scarichi per passare da cesso a missile…

  4. simone

    9 aprile 2011 at 23:16

    @zardoz
    tu mi fai schifo
    se la f1 ti fa schifo cosa ci fai su un sito dedicato a questo sport e nonostante tutto quello ke hanno fatto i vari bernie ecc la f1 resta il più bello sport di questo mondo

  5. ciro

    9 aprile 2011 at 23:34

    IL PROBLEMA ALL’ ANTERIORE è DOVUTO ALLA MANCANZA DI FLESSIBILITà DEL MUSO (MCLAREN) O ALI (REDBULL) CHE VALE PIù DI MEZZO SECONDO IL DISTACCO ATTUALMENTE è 8 DECIMI LA FERRARI DEVE INTRODURRE AL PIù PRESTO L’ALA FLESSIBILE

  6. xxxxxxxx

    9 aprile 2011 at 23:37

    a lavorare in minieraaaa!!!!

  7. vincenzo

    10 aprile 2011 at 13:32

    E’ DEPRIMENTE LA SCELTA DI QUESTA SQUADRA, MA STA BENE L’UMILIAZIONE A CUI SI STA ESPONENDO, HA FATTO FUORI UN PILOTA CHE DELLA VELOCITA’ ERA IL MEGLIO E DELLA GRINTA PRENDENDO UN BLASONATO FIASCO SANTANDER, ABBIATE RISPETTO PER UN MONDO DOVE NON DOVREBBERO CONTARE SOLO I BLASONI D’ORO MA QUELLI UMANI; VI STA BENE QUESTA FIGURA DI MERDA!

  8. manny

    10 aprile 2011 at 15:11

    io ho fatto caso ad un particolare da quando nell 2009 sono stati aboliti i test durante la stagione la ferrari fa molta fatica a vincere dopo chiaramente mancano anche dei progettisti di valore l unica nota positiva per me resta solo il pilota

  9. mario

    10 aprile 2011 at 16:34

    i veri sportivi nn si arrendono mai.
    forza ferrari alzati e cammina xche di correre non se ne parla nemmeno.
    a parte gli scherzi .iop dalla ferrari vorrei solo una cosa.. via massa dalla ferrari.
    purche valido e ora di cambiare …

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati