F1 | Wolff invita Liberty Media a studiare piani economici alternativi: “Il vecchio modello studiato da Ecclestone ha messo in ginocchio i circuiti”

"Bernie ha spremuto dai circuiti fino all'ultimo centesimo, ma ha lasciato alcuni promotori in una situazione economica terribile", ha aggiunto

F1 | Wolff invita Liberty Media a studiare piani economici alternativi: “Il vecchio modello studiato da Ecclestone ha messo in ginocchio i circuiti”

In un’intervista rilasciata alla Reuters, Toto Wolff ha parlato delle manovre economiche di Liberty Media, sottolineando come sia impossibile portare avanti il vecchio piano business studiato molto tempo fa da Bernie Ecclestone. Uno dei punti chiavi della precedente gestione “Mr E” erano gli introiti provenienti dai circuiti di tutto il mondo.

Nel corso degli anni, infatti, il Manager inglese ha man mano alzato il prezzo della Formula 1, chiedendo ai vari tracciati cifre sempre più alte che, ovviamente, hanno aiutato le squadre a rendere la Formula Uno lo sport che oggi tutti quanti conosciamo. Questo modello, se da un lato ha aiutato team e sponsor, dall’altro ha prosciugato i fondi dei vari organizzatori, lasciandoli in situazioni economiche estremamente difficili. Basti pensare ai continui dubbi che aleggiano attorno alla gara di Silverstone e all’alternanza tra il circuito di Hockenheim e quello del Nurburgring per il Gran Premio di Germania (col secondo fallito già da qualche anno e col primo costretto, ogni due stagioni, ad affrontare perdite di liquidi importantissime non più sostenibili.ndr).

Secondo Wolff, Liberty Media avrà l’arduo compito di creare un flusso secondario di entrate, dando finalmente un attimo di respiro a tutti gli organizzatori che, ogni anno, spostano mari e monti per trovare i budget necessari a confermare i propri posti all’interno del calendario.

Ecco le parole di Toto Wolff: “Le tasse provenienti dai circuiti erano uno dei fattori più vantaggiosi nel vecchio modello di business studiato da Ecclestone. Il problema è che oggi, probabilmente, quel piano non è più sostenibile. Bernie ha spremuto dai circuiti fino all’ultimo centesimo in favore di azionisti e squadre, ma ha lasciato alcuni promotori in una situazione economica assolutamente terribile”.

“Mantenere quello standard è impossibile e secondo il mio punto di vista, Liberty Media avrà il compito di far crescere altre aree, raccogliendo introiti da ambiti, fino ad oggi, sottovalutati. Parlo delle offerte di trasmissione e dei servizi su internet. Dobbiamo creare dei flussi economici in entrata alternativi a quelli dei circuiti”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati