F1 | Williams, avanzano le ipotesi De Vries e Vandoorne per il 2022

"Nick De Vries e Stoffel Vandoorne hanno il talento, l'intelligenza e l'etica lavorativa per correre in una squadra di Formula 1", ha affermato Toto Wolff

Toto Wolff non ha escluso un passaggio di Nick De Vries e Stoffel Vandoorne in Williams
F1 | Williams, avanzano le ipotesi De Vries e Vandoorne per il 2022

Nick De Vries e Stoffel Vandoorne sarebbero i principali indiziati alla sostituzione di George Russell in Williams. Secondo quanto dichiarato dalla stampa britannica, Jost Capito si starebbe guardando in giro per la scelta del pilota che affiancherà Nicholas Latifi nel 2022 e gli attuali piloti della Mercedes in Formula E occuperebbero un posto di rilievo all’interno della lista in mano al CEO della scuderia di Grove.

Il potenziale mostrato da entrambi nella serie a zero emissioni della FIA, unito al rapporto che esiste tra Williams e Mercedes, avrebbe posto questi due profili in cima ai desideri della Dorliton Capital, con il secondo che sulla carta apparirebbe in leggero vantaggio grazie all’esperienza maturata non solo in McLaren, ma anche in Mercedes nella qualità di terzo pilota.

Toto Wolff, interpellato sulla questione, non ha né confermato e neanche smentito l’indiscrezione, precisando però come la scuderia campione del mondo, in caso di chiamata da parte della Williams, non opporrà alcuna resistenza all’addio di uno dei piloti in questione.

“Nick De Vries e Stoffel Vandoorne hanno il talento, l’intelligenza e l’etica lavorativa per correre in una squadra di Formula 1”, ha affermato l’austriaco della Mercedes. “Tutti e due hanno vinto in Formula 2 e meritano di gareggiare con i grandi. Sono impegnati in Formula E con il nostro team, tra l’altro con ottimi risultati in questa prima metà dell’anno, ma in caso di chiamata dal Circus non ostacolerei un loro trasferimento”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati