F1 | Verstappen sul momento più imbarazzante: “Senza dubbio Austin 2016”

"Ho creato confusione all'interno del garage", ha aggiunto l'olandese

Verstappen ha raccontato un curioso aneddoto legato alla gara di Austin del 2016
F1 | Verstappen sul momento più imbarazzante: “Senza dubbio Austin 2016”

In una chiacchierata concessa alle colonne del sito GPUpdate, Max Verstappen ha raccontato il momento più imbarazzate che ha vissuto da quando corre in Formula 1, sottolineando come Austin 2016 occupi un posto speciale nella classifica delle “cappellate”.

Nel corso di quella gara, successivamente vinta da Lewis Hamilton, l’olandese è rientrato ai box senza l’autorizzazione del garage, aspetto che ha creato un bel pò di confusione tra i meccanici. Una situazione caotica che l’ha portato a perdere parecchi secondi dalla zona podio (l’alfiere della Red Bull stazionava in quinta posizione).

“Il momento più imbarazzante? Nel 2016, ad Austin”, ha dichiarato Max Verstappen. “Stavo guidando ed ero quinto, più o meno. Stavo andando abbastanza bene. Mi avvicinavo alla terza e alla quarta posizione. Il mio ingegnere disse: ‘Spingi. Spingi ora.’ Pensavo significasse che la sosta era vicina e che dovevo accelerare”.

“Così alla fine del giro sono andato ai box e mi sono reso subito conto che quella non era stata una chiamata”, ha proseguito l’olandese della Red Bull. “Non l’ho mai detto, ma poi ho pensato: ‘mio Dio, cosa ho fatto? Ho così cercato di avvisarli: ‘ragazzi sono ai box!’.

“Improvvisamente vedo tutti i meccanici correre e prendere gomme a caso”, ha aggiunto. “La sosta è stata di otto o nove secondi e considerando ciò che avevo combinato è stata molto veloce. Dopo lo stop non ho detto nulla perché non c’era motivo di discutere”.

“Quindi ho continuato, ma tre giri dopo la mia macchina ha avuto un guasto e mi sono ritirato. Dopo la gara ricordo che Helmut era molto arrabbiato con me”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati