F1 | Racing Point, Szafnauer: “Non possiamo sapere quando torneremo alla normalità”

Coronavirus, il team principal della Racing Point aggiunge: "Rimanete a casa, siate responsabili"

Il team principal della Racing Point, in una lunga intervista rilasciata all'ufficio stampa della squadra britannica racconta come sta vivendo questi momenti di pausa dovuti al Coronavirus e come il team si stia adeguando per continuare a lavorare
F1 | Racing Point, Szafnauer: “Non possiamo sapere quando torneremo alla normalità”

In questi tempi di guerra e lotta contro un nemico invisibile, la Formula 1 sta rivalutando la programmazione della stagione 2020, ad oggi in partenza il 14 giugno con il Gran Premio del Canada, ma ancora in fase di evoluzione. Il Coronavirus al momento non sembra dare tregua, e non sono esclusi altri rinvii così come annunciato qualche giorno fa da Chase Carey. In seguito raccogliamo le dichiarazioni di Otmar Szafnauer, team principal della Racing Point, il quale fa un po’ il punto della situazione.

“La nostra prima preoccupazione in un momento come questo è il benessere fisico e mentale dei nostri compagni di squadra, delle loro famiglie e dei loro amici – ha detto Szafnauer. Ora siamo tutti a casa in Gran Bretagna e ci stiamo adattando a questa nuova realtà, ma non è certamente facile per nessuno. Siamo delusi per non avere la possibilità di correre, ma capiamo la situazione attuale. Le sfide che il mondo ci sta dando al momento sono diverse da qualsiasi cosa abbia mai visto in vita mia, quindi le decisioni prese sono quelle giuste. Alla luce delle ultime indicazioni del governo britannico, abbiamo chiuso mercoledì sera la nostra fabbrica, e sarà così per almeno tre settimane. E’ una situazione in continua evoluzione, ma al momento torneremo operativi il 16 aprile. Abbiamo lavorato duramente nelle ultime settimane per garantire che tutto il personale che può lavorare da casa abbia le attrezzature necessarie per allestire degli uffici domestici”.

Sul 2021“Ci troviamo di fronte a una situazione senza precedenti, sta cambiando di giorno in giorno. Al momento non possiamo dire con certezza quando torneremo alla normalità. Ci sono troppi fattori in gioco che non sono sotto il nostro controllo. Alla luce di questo, abbiamo deciso di rinviare l’applicazione del nuovo regolamento al 2022, ed ha senso dal punto di vista sia logistico che dei costi. Naturalmente non significa che possiamo permetterci di rilassarci quando torneremo a lavoro, dovremo essere in grado di competere, qualunque sia il regolamento. C’è molto lavoro da fare e saremo pronti quando sarà il momento”.

“A nome di tutti i membri del team, vorrei ringraziare i nostri fans per il supporto in questo momento difficile. Vorrei anche riconoscere l’impegno dei nostri partner commerciali: non appena potremo, torneremo a correre, nel frattempo la Formula 1 sta cercando di coinvolgere tutti negli eventi online, e i nostri piloti ci saranno. Il mio ultimo pensiero – conclude Szafnauer – è quello di invitarvi a rimanere a casa, agendo in modo responsabile; più seguiamo tutte le linee guida, più velocemente torneremo a correre. E’ importante rimanere tutti uniti in questi tempi difficili per rimanere in salute”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati