F1 | Racing Point respinge le accuse: “Protesta inaccettabile”

"Il team ha collaborato con la FIA", ha commentato un portavoce

Renault ha presentato una protesta ufficiale per il disegno della Racing Point
F1 | Racing Point respinge le accuse: “Protesta inaccettabile”

In un’intervista concessa alle colonne di RaceFans.net, un portavoce del team Racing Point ha commentato la protesta avviata dalla Renault al termine del Gran Premio di Stiria, secondo appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1, sottolineando come la mossa del team francese sia assolutamente “inaccettabile, sbaglia e soprattutto mal informata”.

Secondo la scuderia capitanata da Lawrence Stroll, il progetto RP20 rientra senza alcun tipo di dubbio all’interno del paletti imposti dal regolamento tecnico, aspetto che quasi certamente porterà la Federazione a giudicare legale il lavoro svolto dagli ingegneri durante l’inverno.

“La Racing Point è delusa nel vedere i suoi risultati nel Gran Premio della Stiria messi in discussione da ciò che considera una protesta sbagliata e mal informata”, ha dichiarato un portavoce della squadra. “Qualsiasi insinuazione di illecito è fermamente respinta e il team prenderà tutte le misure necessarie per garantire la corretta applicazione dei regolamenti”.

Prima dell’inizio della stagione, il team ha collaborato pienamente con la FIA e ha affrontato in modo soddisfacente tutte le domande relative alle origini del progetto della RP20″, ha proseguito. “Per questo la squadra è fiduciosa che la protesta verrà respinta“.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Pingback: F1 | Stroll: “Sono molto felice”

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati