F1 | Pirelli, Isola: “GP noiosi? La colpa non è solo delle gomme”

"Non ci sono solo i pneumatici, ma bisogna considerare limitazioni come il motore, il consumo di carburante e tanto altro", ha detto il Racing Manager della casa di pneumatici milanese

F1 | Pirelli, Isola: “GP noiosi? La colpa non è solo delle gomme”

Per Mario Isola il problema dei GP noiosi non sarebbe imputabile alle gomme Pirelli. In un’intervista rilasciata alla testata francese Auto Hebdo, il Racing Manager della casa di pneumatici milanese  ha analizzato la situazione dal suo punto di vista: “Di fronte al problema dei 21/22 secondi che costa un pit stop, i team hanno preferito rallentare i piloti. Non ci sono solo i pneumatici, ma bisogna considerare limitazioni come il motore, il consumo di carburante e tanto altro. Personalmente, mi piacerebbe vedere i piloti attaccare di più”.

Proprio i piloti, nel recente passato, in un incontro avuto con Pirelli, hanno esternato la possibilità di avere a loro disposizione delle gomme più consistenti che possano permettere di spingere piuttosto che effettuare più soste ai box.

Continuando con la propria disamina, Isola ha aggiunto: “I regolamenti potrebbero imporre un minimo di due soste, ma ci sono buone probabilità che tutti si fermino contemporaneamente: è un problema complesso che non è facile da analizzare. Ogni decisione che prendiamo deve essere valutata con precisione. Abbiamo discusso con i piloti e le squadre su questo argomento, così come con FIA ​​e FOM, ma nessuno ha una soluzione miracolosa”.

F1 | Pirelli, Isola: “GP noiosi? La colpa non è solo delle gomme”
1 (20%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. calinero

    5 dicembre 2018 at 13:13

    isola te e la pirelli andi a tola in dal cul!!!!!

  2. Zac

    6 dicembre 2018 at 09:01

    Negli ultimi 40-50 anni tutte le piste sono state manomesse con l’ampliamento dei box e l’introduzione di chicane.
    Se invece dell’ultima curva prima del rettilineo ci fosse una chicane che chi entra ai box salta, il pit stop costerebbe meno di 15 secondi. Le chicane che già ci sono possono essere rallentate.
    Non è possibile creare spettacolo in pista progettate per auto con 500 CV e percorse da monoposto che ne hanno il doppio. I pit stop sono solo uno spettacolo fittizio.
    Monza 2018 – 1h16’54” – 306km
    Monza 1977 – 1h27’50” – 302km

  3. Zac

    6 dicembre 2018 at 09:28

    Il Panzer VI Tiger I pesava 57 tonnellate, il Panzer VI Ausf. B Tiger II 69 tonnellate, entrambi con una potenza di 700 hp.
    È facile appesantire le vetture: dischi freno, fondo piatto e ali in acciaio, con limite di peso, che in caso di incidente di deformano senza lasciare detriti.

  4. alonsosenna4

    6 dicembre 2018 at 16:52

    Invece di pensare a qualcosa …pensate a ritirarvi che l’l’altr anno con le tre gare con pneumatici speciali ribassati di 0.4 x favorire mercedes avete fatto ridere…x nn dire piangere…cambiare il regolamemto in corsa…avete contribuito a falsare un mondiale già falsato dalla FIA…ritiratevi

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati