F1 | Pagelle GP Gran Bretagna – Vettel dà lezioni, Hamilton perde l’occasione di fare bella figura, Kimi professionista e vero signore

Il GP di Silverstone (lo diciamo da inizio stagione per ogni Gran Premio) è stato il più bello di tutto l'anno - voto 10 -, e questa volta per davvero

F1 | Pagelle GP Gran Bretagna – Vettel dà lezioni, Hamilton perde l’occasione di fare bella figura, Kimi professionista e vero signore

Il GP di Silverstone (lo diciamo da inizio stagione per ogni Gran Premio) è stato il più bello di tutto l’anno – voto 10 -, e questa volta per davvero. Tutto si decide dalla partenza, un primo segnale di come andrà a finire la gara. Gli inglesi ci insegnano da anni come essere polite, educati, garbati e gentili, dei “signori”, insomma, ma un inglese come Lewis Hamilton ha in realtà perso l’occasione per fare bella figura davanti al suo pubblico di casa. La Ferrari spacca – e scusate il termine – in un GP dove secondo le attese avrebbe dovuto soffrire e non poco.

Sebastian Vettel 10 e lode Gara splendida, vinta in partenza con uno scatto magistrale. Poi la gestione gomme, il saper “soffrire” le temperature e un po’ di blistering, il cambio gomme, il sorpasso pazzesco su Bottas, il finale di gara, la festa sotto e sopra il podio. STACANOVISTA

Lewis Hamilton 7 Pole position al millesimo, grandissima rimonta dall’ultima posizione dopo la ruota-contro-ruota con Raikkonen ma…. che caduta di stile degna di voto zero! Lascia la macchina e scappa senza rilasciare interviste, accusa a spada tratta Raikkonen di averlo fatto apposta, si lamenta in continuazione e poi, resosi conto della figuraccia, cerca di rimediare con stories poco convincenti. DELUSIONE

Kimi Raikkonen 9 quasi 10 E sì, un quasi 10 a Kimi anche se non ha vinto. Lontano meno di un decimo dalla pole position che, probabilmente, sarebbe stata sua con qualche dettaglio, una partenza un po’ a tentoni e un errorino(erroraccio) che poteva risparmiarsi con un po’ di attenzione, ma poi una gran guida, un bellissimo duello con Verstappen – anche se doveva passare e basta, senza farsi riprendere – e un secondo posto mancato per pochissimo. Insomma, i presupposti per la doppia cifra c’erano tutti, ma troppi piccoli-grandi errori gli negano il 10. ANCORA UN CAMPIONE, MA SERVE LA PERFEZIONE

Valtteri Bottas 6 Anonimato in giro per Silverstone. Una strategia fallita, una macchina che non andava, un pilota demotivato

Daniel Ricciardo 6 Unica Red Bull alla bandiera a scacchi, porta a casa quello che può

Nico Hulkenberg 7 Bravissimo, consistente, segue i top team e porta al miglior risultato possibile una Renault non in formissima

Ocon, Magnussen 6 Nella media, fanno un buon risultato ma entrambi vogliono di più, soprattutto con una Force India e una Haas che posso combattere fino alla fine

Fernando Alonso 7 Cosa si può aggiungere ancora? Solo per i Live che fa prima delle gare meriterebbe il Grand Chelem ad honorem

Gasly 7 Ottimo risultato, per quello che poteva, con una Toro Rosso sul chi va là con il disastro Hartley

Perez, Vandoorne 5 Meglio non aggiungere altro

Stroll, Sirotkin 2 Qui proprio il baratro più profondo. Eppure si tratta pur sempre della Williams…

Max Verstappen 7 Splendida battaglia con Raikkonen che vale il 90% del voto. Poi non si è capito cosa è successo alla sua macchina…

Grosjean, Sainz 5 Meglio una domenica al mare

Ericsson, Leclerc 7 e mezzo Un disastro sfortunatissimo per le Alfa-Sauber che perdono tantissimi punti per strada per un unsafe relase e un gran botto per fortuna senza conseguenze

Hartley SV

Leggi altri articoli in In Evidenza

Lascia un commento

5 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati