F1 | Minardi sul GP d’Italia: “Gasly e AlphaTauri sono stati bravi”

"Giornata nera sia per la Ferrari, che deve fare i conti anche coi problemi di affidabilità, che in casa Red Bull", ha aggiunto

Minardi ha analizzato quanto accaduto nell'ultimo Gran Premio d'Italia a Monza
F1 | Minardi sul GP d’Italia: “Gasly e AlphaTauri sono stati bravi”

Tramite le colonne del proprio sito ufficiale, Giancarlo Minardi ha espresso una valutazione sull’ultimo Gran Premio d’Italia, ottavo appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1, sottolineando come Pierre Gasly e AlphaTauri siano riusciti a sfruttare a proprio vantaggio la storia di un GP assolutamente anomalo e ricco di sorprese.

Secondo il Manager faentino, la Scuderia italiana è riuscita a leggere senza errori i vari momenti della corsa, aspetto che ha permesso al francese di conquistare la leadership della gara e di tagliare per il primo il traguardo davanti a Carlos Sainz e Lance Stroll.

“Bravissimo Pierre Gasly e tutto il team Alpha Tauri che hanno indovinato il momento giusto per effettuare la sosta”, ha dichiarato Giancarlo Minardi. “Certamente un gran premio tanto anomalo quanto fantastico stravolto dalla bandiera rossa per l’uscita di pista di Magnussen. Onestamente trovo sia stata un’azione eccessiva poichè la Haas non mi sembrava in una posizione così pericolosa, ma i commissari si sono “inventati” qualche che ha movimenta un GP dal risultato finale praticamente già scritto. L’errore della Mercedes, e dell’Alfa Romeo con Giovinazzi, hanno stravolto completamente l’andamento e il risultato finale della gara”.

Sulla rimonta di Sainz ha aggiunto: “Un finale incandescente con la bella rimonta di Carlos Sainz, che ha chiuso secondo alle spalle del francese. Un risultato incredibile che li ripaga del lavoro. Un grande risultato anche per la Honda che molto probabilmente ha usato due strategie differenti: molto conservativa con la Red Bull e più aggressiva con l’Alpha Tauri. Diversamente non si spiega una differenza così importante di prestazione”.

Il nuovo regolamento avrebbe dovuto penalizzare le due Mercedes, ma alla fine tutti hanno sofferto tranne che i diretti interessati come ha dimostrato Hamilton durante la sua incredibile rimonta, passando dall’ultima posizione alla settima finale con un passo gara più veloce di 2″ rispetto a tutti”, ha proseguito.

Conclusione sulla Ferrari: “Giornata nera sia per la Ferrari, che deve fare i conti anche coi problemi di affidabilità, che in casa Red Bull. Molto bravi invece in casa McLaren, sia con Norris che con Sainz. Si sarebbe meritato questa vittoria. Deve far pensare in casa Ferrari. La McLaren è la conferma che si più uscire dal baratro e risalire velocemente la classifica”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati