F1 | Mercedes non capisce perché la strategia di Hamilton non abbia funzionato in Francia

"Sembrava la scelta migliore", ha detto il direttore tecnico in pista Andrew Shovlin

F1 | Mercedes non capisce perché la strategia di Hamilton non abbia funzionato in Francia

Aumentano i punti interrogativi in casa Mercedes per la posizione persa da Lewis Hamilton dopo la sosta ai box e che ha consentito a Verstappen, con un giro out da paura di sopravanzare il britannico, mossa che di fatto ha consegnato la vittoria finale all’olandese della Red Bull, a quel punto in grado di decidere la strategia migliore per la seconda parte di gara. Andrew Shovlin, direttore tecnico in pista della squadra campione del mondo prova a dare una spiegazione per questo fallimento tattico a Le Castellet, ma non ha ancora ben compreso quanto accaduto nel valzer dei pit-stop al Paul Ricard e come sia possibile che Max abbia recuperato tutto quel terreno nel giro out dopo la sua sosta.

“Pensavamo di essere al sicuro dall’attacco di Max, ma non è stato così – ha detto Shovlin. Anche ora non capiamo appieno perché i nostri modelli ci abbiano detto che non avremmo avuto difficoltà. Quindi chiaramente c’è qualcosa da analizzare e comprendere. Se avessimo fermato Lewis il giro dopo Valtteri, non so cosa avrebbe fatto Max, ma credo che sarebbe stata la scelta migliore. Fare due soste con Lewis non avrebbe funzionato: saremmo stati vicini a Max e avremmo dovuto superare Sergio, e questo sarebbe stato molto più difficile per noi che per loro, ovviamente. Quindi davvero, pensavamo fosse la scelta migliore da fare. La gomma hard andava bene, ma non abbiamo ancora compreso cosa ci abbia fatto perdere la posizione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati