F1 | McLaren MCL34 Tech Specs: le caratteristiche tecniche della nuova vettura di Sainz e Norris

Confermata la colorazione papaya della scorsa stagione

La nuova monoposto della Scuderia inglese monterà una power unit Renault spec 2019 e con l'addio di Red Bull avrà il pieno supporto in termini di sviluppo da parte del motorista francese

Vi riportiamo le caratteristiche tecniche della nuova McLaren MCL34, vettura con cui Carlos Sainz e Lando Norris affronteranno il prossimo mondiale di Formula 1. La vettura, ricordiamo, monterà una power unit Renault e avrà come obiettivo di gareggiare per il quarto posto nel campionato costruttori. Per quanto riguarda i piloti, invece, l’obiettivo sarà non far rimpiangere le prestazioni di Fernando Alonso.

TELAIO
Monoscocca
Composito in fibra di carbonio, con comandi per il conducente e pila a combustibile

Strutture di sicurezza
Cella di sopravvivenza nel cruscotto con pannelli anti-penetrazione e antiurto, struttura di impatto frontale, strutture di impatto laterali prescritte, struttura di impatto posteriore integrata, strutture di rulli anteriori e posteriori, struttura a rulli secondari Halo

Carrozzeria
Compositi in fibra di carbonio, compresi coperchio motore, fiancate, pavimento, naso, ala anteriore e alettone posteriore con sistema di riduzione della resistenza azionato dal conducente

Sospensioni anteriori
Sospensione a forcella in fibra di carbonio e elementi di sospensione dell’asta di spinta che azionano la barra di torsione interna e il sistema di ammortizzatori

Sospensione posteriore
Elementi di sospensione a braccio oscillante e tirante in fibra di carbonio che agiscono sulla barra di torsione interna e sul sistema di ammortizzatori

Peso
Peso complessivo del veicolo 743 kg (incluso conducente, escluso carburante)

Distribuzione del peso tra il 45,4% e il 46,4%

Elettronica
McLaren Applied Technologies. Compreso controllo dello chassis, controllo della parte di potenza, acquisizione dati, sensori, analisi dei dati e telemetria,

Strumenti
Cruscotto McLaren Applied Technologies

Sistema di frenaggio
Pinze e pinze freno Akebono

Sistema di controllo del freno posteriore Akebono ‘brake by wire’

Dischi e pastiglie in carbonio

Sterzo
Cremagliera e pignone servoassistiti

Pneumatici
Pirelli P Zero

Cerchi
Enkei

Garage radio
Kenwood

Verniciatura
AkzoNobel Car Refinisce il sistema usando i prodotti Sikkens

Sistemi di raffreddamento
Acqua di Calsonic Kansei e raffreddamento ad olio

Produzione avanzata
Stratasys Stampa 3D e produzione additiva Mazak Advanced Technology Solutions

POWER UNIT
Motore
Renault E-Tech 19

Peso minimo
145kg

Componenti PU
Internal Combustion Engine (ICE), Motor Generator Unit – Kinetic (MGU-K), Motor Generator Unit – Heat (MGU-H), Energy Store (ES), turbo e controlli elettronici

INTERNAL COMBUSTION ENGINE
Capacità: 1,6 litri

Cilindri
6

Angolo bancata
V a 90°

Valvole
24

Velocità massima
15.000 rpm

Flusso benzina
100kg/h

Consumi
110 kg da partenza ad arrivo regolati

Iniezione
Diretta, iniettore singolo per cilindro, 500bar

Pressione
Compressore monostadio e turbina di scarico, albero comune

ENERGY RECOVERY SYSTEM
Architettura
Integrata con sistema ibrida tramite unità motogeneratore, MGU-K elettrica accoppiata ad albero motore, turbo accoppiato con MGU-H

Batterie
Litio tra 20 e 25kg, energia massima 4MJ per giro

MGU-K
Velocità massima 50.000 giri, potenza massima 120kW, energia massima recuperata 2 MJ per giro, energia massima a distribuita 4MJ per giro

MGU-H
Velocità massima 100.000 giri, potenza massima illimitata, energia massima recuperabile illimitata, energia massima distribuita illimitata

TRASMISSIONE
Cambio
Scatola fibra di carbonio longitudinale

Marce
8 + retromarcia

Selettore
Elettroidraulico con sistema seamless

Differenziale
Epicicloidale con frizione a slittamento limitato a più piastre

Frizione
Elettroidraulica con multipiastre in carbonio

F1 | McLaren MCL34 Tech Specs: le caratteristiche tecniche della nuova vettura di Sainz e Norris
3.7 (73.33%) 3 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati