F1 | Jean Todt: “Vettel è uno dei più grandi talenti del motorsport”

"E' facile stare insieme quando tutto va bene: ai tempi di Michael eravamo tutti sulla stessa barca", ha detto il francese

L'ex capo del muretto Ferrari sostiene Vettel, parlando anche della sua esperienza in Ferrari e delle difficoltà avute nei primi anni con Schumacher con una vettura non competitiva
F1 | Jean Todt: “Vettel è uno dei più grandi talenti del motorsport”

L’addio di Sebastian Vettel alla Ferrari ha scatenato il parere di tutti. Uno dei più illustri è sicuramente quello di Jean Todt, presidente della FIA e uno degli artefici delle vittorie del Cavallino nei primi anni 2000 insieme a Ross Brawn e al talento incredibile di Michael Schumacher. Il francese, in un’intervista concessa a Sky Sports ha parlato dei due piloti tedeschi e di come, ai suoi tempi, si vinceva e perdeva tutti insieme, sostenendosi l’un l’altro nei momenti più complicati, e probabilmente oggi, ma questo lo aggiungiamo noi, un qualcosa del genere non esiste nell’ambiente di Maranello.

“I risultati, buoni o brutti che siano, alla fine hanno sempre un perché – ha detto Todt. Insieme a Michael e l’intero team della Ferrari, abbiamo vinto così tanto perché eravamo uniti, quella era una squadra forte: ci si supportava a vicenda, soprattutto nei momenti difficili più che in quelli positivi. E’ facile stare insieme quando tutto va bene, ma un buon marinaio si vede quando il mare è agitato, e quando accadeva, tutti eravamo sulla stessa barca, e credo che questo abbia fatto la differenza”.

“Vettel è uno dei più grandi talenti del motorsport: c’è stato un annuncio, ma anche altre opportunità! Posso solo augurargli il meglio, e sono sicuro che chiunque lo prenderà, sarà molto fortunato. Con una macchina in grado, può vincere mondiali: quando Michael arrivò nel 1996 è riuscito a conquistare solo tre successi, ma non perché non fosse motivato, ma perché la vettura che aveva a disposizione non gli permetteva di diventare campione del mondo. Lentamente siamo riusciti a costruire una macchina e una squadra che ha reso possibile tutto ciò, quindi è una combinazione. Hamilton per esempio, se non fosse in grado di guidare una macchina vincente non potrebbe certo essere campione del mondo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    24 Maggio 2020 at 08:52

    Sì, un talento incancellabile, per i benpensanti.
    On dirait que c’est la fin.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Il GP d’Italia 2020 sarà a porte chiuse

Il sindaco di Monza ha inoltre annunciato la permanenza dell'Autodromo brianzolo nel Circus fino al 2025
Il Gran Premio d’Italia 2020 si svolgerà ma senza quella cornice di pubblico che lo rende un appuntamento magico. Il