F1 | Haas, Mazepin chiarisce l’episodio con Schumacher: “Si è trattato di un malinteso”

"Non ho cercato di spaventare nessuno", il commento del russo

F1 | Haas, Mazepin chiarisce l’episodio con Schumacher: “Si è trattato di un malinteso”

Tra gli episodi che hanno caratterizzato il Gran Premio d’Azerbaijan, disputato domenica sul tracciato di Sochi, figura anche quello che ha visto protagonisti i due piloti della Haas. Sulla questione ha voluto fare chiarezza uno dei due diretti interessati, Nikita Mazepin, con il russo che ha ammesso che le sue intenzioni non fossero quelli di mettere a muro il compagno di squadra Mick Schumacher nelle fasi finali di gara. Mazepin in tutta sincerità dichiarato che si è trattato di un semplice malinteso.

In Formula  tutti sono piloti di prim’ordine, quindi nessuno sta cercando di spaventare un altro – ha dichiarato Mazepin, citato da sports.ru – A Baku è stato solo un malinteso basato sulla mia esperienza e sulle mie aspettative su ciò che Mick stava facendo. Di solito i piloti usano la linea interna quando sorpassano perché è la cosa migliore per frenare. Ho iniziato la manovra di blocco in ritardo, ma lo fanno tutti”.

Mazepin, completando la propria disamina, ha poi aggiunto: “Non avevo idea che Mick volesse restare sulla parte esterna. Quando l’ho visto negli specchietti, sono subito tornato sulla traiettoria originale perché se avessi continuato, probabilmente, ci saremmo toccati. Ma questo momento è stato solo un malinteso. Pensavo che Mick sarebbe andato a sinistra, come in ogni sorpasso in gara. Ma è andato a destra. Probabilmente anche il momento ha avuto un ruolo: era l’ultimo giro e non me lo aspettavo. Ma di sicuro non ho cercato di spaventare nessuno”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati