F1 | GP Portogallo, le classifiche mondiali dopo il round di Portimao

Hamilton stacca definitivamente Bottas, Mercedes ad un passo dal titolo

GP Portogallo, giochi quasi chiusi in entrambe le classifiche mondiali
F1 | GP Portogallo, le classifiche mondiali dopo il round di Portimao

Vi riportiamo le classifiche mondiali al termine dell’ultimo Gran Premio del Portogallo, 12° appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1. Grazie al successo conquistato a Portimao, l’inglese ha ampliato il vantaggio in classifica nei confronti del proprio compagno di scuderia, Valtteri Bottas, suggellando di fatto la conquista del settimo titolo mondiale della carriera.

Max Verstappen si conferma al terzo posto, mentre balza in avanti Charles Leclerc, bravissimo a sfruttare al massimo il potenziale della SF1000 sul tracciato di Portimao. Nella classifica costruttori, Mercedes stacca definitivamente la Red Bull, mettendo di fatto le mani sul campionato. Lotta accesa tra Renault, Racing Point e McLaren per il terzo posto.

Appuntamento tra sette giorni, in Emilia Romagna, per il gran ritorno di Imola all’interno del calendario mondiale di Formula 1. Il circuito emiliano ospiterà un week-end da due giorni, con le prima sessione ufficiale che si svolgerà sabato mattina alle 11.00.

F1, la classifica del mondiale piloti dopo il GP del Portogallo

1 Lewis Hamilton 256
2 Valtteri Bottas 179
3 Max Verstappen 162
4 Daniel Ricciardo 80
5 Charles Leclerc 75
6 Sergio Perez 74
7 Lando Norris 65
8 Alexander Albon 64
9 Pierre Gasly 63
10 Carlos Sainz 59
11 Lance Stroll 57
12 Esteban Ocon 40
13 Sebastian Vettel 18
14 Daniil Kvyat 14
15 Nico Hulkenberg 10
16 Antonio Giovinazzi 3
17 Kimi Raikkonen 2
18 Romain Grosjean 2
19 Kevin Magnussen 1
20 Nicholas Latifi 0
21 George Russell 0

F1, la classifica del mondiale costruttori dopo il GP del Portogallo

1 Mercedes 435
2 Red Bull 226
3 Racing Point* 126
4 McLaren 124
5 Renault 120
6 Ferrari 93
7 AlphaTauri 77
8 Alfa Romeo 5
9 Haas 3
10 Williams 0

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati