F1 | Ferrari, Vettel: “Non siamo favoriti, ma a Singapore può succedere di tutto”

"Il weekend in Italia rappresenta il passato", ha detto il tedesco

F1 | Ferrari, Vettel: “Non siamo favoriti, ma a Singapore può succedere di tutto”

La parola d’ordine è ripartire. Sebastian Vettel è infatti chiamato al pronto riscatto nel weekend del Gran Premio di Singapore dopo la difficile gara di Monza.

Quale migliore occasione per il tedesco, su una pista come quella di Marina Bay dove ha quasi sempre ottenuto ottimi risultati.

Succede nella carriera di un pilota che ci siano periodi più o meno positivi. Chiaramente il weekend in Italia non è stato dei migliori, ma questo è il passato – ha dichiarato Vettel, discutendo con i giornalisti presenti nel motorhome Ferrari -. La pista di Singapore mi piace molto, qui ho vinto più di una volta e questo fine settimana, così particolare, è sempre molto bello per noi piloti”.

Un tracciato lento e tecnico dove la SF90 potrebbe trovare delle difficoltà: “Sulla carta non siamo favoriti, soprattutto perché questo circuito richiede un alto carico aerodinamico. Fortunatamente però non corriamo sulla carta ma sull’asfalto, e tra i muretti: quindi tutto può succedere”.

Vettel ha poi analizzato nel dettaglio come si prepari a una delle trasferte più difficili presenti in calendario: “Cerchiamo di arrivare qui più tardi possibile. Io, per esempio, sono arrivato ieri, perché, considerati gli orari nei quali si scende in pista, il segreto è restare sintonizzati sul fuso orario europeo. Per qualche giorno puoi ‘imbrogliare’ il tuo corpo quindi per noi è come essere a casa, a parte che per il caldo e l’umidità che qui sono decisamente elevati”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Vettel: “Non siamo favoriti, ma a Singapore può succedere di tutto”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati