F1 | Ferrari, Vettel: “Avremmo potuto vincere la gara senza il contatto con Ricciardo”

“Cercheremo di andare in Messico per ottenere il massimo dalla nostra macchina”, ha detto il tedesco

F1 | Ferrari, Vettel: “Avremmo potuto vincere la gara senza il contatto con Ricciardo”

Tra gli episodi più rilevanti del Gran Premio degli USA, diciottesima prova stagionale del Mondiale 2018 di Formula Uno andata in scena domenica sulla pista texana di Austin, figura l’incidente che ha visto protagonisti Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo nelle primissime battute della corsa.

Ad avere la peggio è stato l’alfiere della Ferrari che, dopo il contatto con l’australiano, si è girato ed è stato costretto a un GP di rimonta concluso al quarto posto.

Ho tenuto l’interno e non penso che Daniel mi abbia visto, ci siamo toccati e la mia monoposto si è girata – ha sottolineato il tedesco -. Nonostante tutto abbiamo reagito bene. Se fossimo rimasti al quarto o quinto posto dopo il primo giro, saremmo stati più vicini ai primi. Sono sicuro che avremmo avuto la giusta velocità per vincere”.

Cercheremo di andare in Messico per ottenere il massimo dalla nostra macchina, ci sono alcuni elementi che possiamo migliorare”, ha concluso il quattro volte campione del mondo.

F1 | Ferrari, Vettel: “Avremmo potuto vincere la gara senza il contatto con Ricciardo”
1.5 (30%) 44 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

12 commenti
  1. alonsosenna4

    23 ottobre 2018 at 17:35

    Nn mollare te lo hanno rubato il mondiale st’anno e sul bagnato sei forte sono gli altri che rubano con i fori sul mozzo che fungono da dispositivi aereodinamici…

    • Paolo C.

      24 ottobre 2018 at 10:32

      @alonsosenna4: rubato? Ma cosa dici? Ma che gare hai visto? E tutti i punti che ha buttato via lui?

  2. iceman82

    23 ottobre 2018 at 19:52

    A Vettel vorrei ricordare che nonostante il contatto con Ricciardo la Ferrari ha vinto perché Kimi ha vinto, ed è un pilota Ferrari.

    Non è che se non vince lui, ma Kimi, la Rossa non vince.

    Mancanza di stile verso il compagno di squadra.

    Come Arrivabene, dispiaciuto per la vittoria di Kimi. Difatti non ne ha neanche parlato nel post gara. Squadra ridicola.

  3. Francesco

    23 ottobre 2018 at 22:26

    Bravo, anche a me ha fatto strano… “Avremmo potuto vincere???” VETTEL!!!! Guarda che forse non ti hanno informato ma HA VINTO LA FERRARI IL GP USA… sei tu che, come al solito da qualche GOP butto alle ortiche il lavoro di un intero TEAM di F1… per favore: RIVOGLIAMO FERNANDO ALONSO ALLA FERRARI!!! a quest’ora avrebbe già il mondiale in tasca!!!

  4. Zac

    23 ottobre 2018 at 22:42

    8 ottobre Helmut Marko:”Now, Vettel no longer has the right to make mistakes”.Il buon Valenti traduce:” “Vettel non ha più il diritto di commettere sbavature”. Di sbavature SV5 ne ha totalizzate un paio, una in prova e l’altra in gara, ma di conseguenze per Vettel nessuna, ovviamente, come volevasi dimostrare.
    Piuttosto c’è da chiedersi perché tutte le volte che Vettel ha un contatto ravvicinato con un avversario la ferrari va in testacoda (4 volte in un anno considerando anche la Cina), a differenza della vettura concorrente.
    Come dice Teruzzi:”Bromuro, intanto. Come minimo.”

  5. Victor61

    23 ottobre 2018 at 23:37

    il problema di vettel non è ne emotivo ne psicologico ma semplicemente il tedesco non è capace di fare certe cose in pista perchè non lo ha dovuto mai imparare data la facilità con cui ha vinto i suoi 4 mondiali, quando ci prova sbaglia e sbaglierà sempre perchè oltretutto è un viziato arrogante che non ammetterà mai i suoi sbagli…ha ragione arrivabene nel dire che dovranno realizzare una macchina talmente superiore da coprire le debolezze della loro prima guida come fece la RBR ma dati i valori in campo oggi e le limitazioni tecniche è praticamente impossibile, quindi…

  6. Roberto

    23 ottobre 2018 at 23:52

    La Ferrari paga 2 piloti per correre e la Ferrari vince indipendentemente dal nome del pilota che la porta alla vittoria, ficcatelo in zucca! Tu non sei la Ferrari ma un suo dipendente e non hai il diritto di parlare come se tu, e solo tu incarnassi il verbo di Maranello. Scendi dal piedistallo che mi sa che il nonnetto finalmente libero di fare le sue gare, ti sta dando la paga…. Secondo me ti rode quello…

  7. Paolo C.

    24 ottobre 2018 at 10:35

    “Avremmo”? Semmai “avresti”. La Ferrari ha comunque vinto la gara. Quindi il risultato finale riguarda solo te. Ti sei girato (di nuov) al primo giro, fotocopia di altri avvenimenti simili in questi ultimi GP, come un pollo. Quindi esattamente Ferrari che c’entra? Hai fatto tutto tu!

    Ripigliati Seb!

  8. Roberto30000

    24 ottobre 2018 at 11:03

    Se mia zia ne avesse 2 sarebbe mio zio.
    Vettel vattene Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!

  9. Kevinli

    25 ottobre 2018 at 06:59

    Vettel è ingiustificabile quest’anno, ma anche il team come strategie non è da meno, a parte ad Austin non ne hanno mai azzeccato uno, per non parlare di quando scendono due gocce che è la fine

  10. Kevinli

    25 ottobre 2018 at 07:01

    Questo sicuramente non aiuta nemmeno il pilota a correre con serenità.
    È comunque anche sua maestà Hamilton ha avuto anni bui, vedi il 2011 quando prese paga da button

  11. Kevinli

    25 ottobre 2018 at 07:03

    E non è nemmeno vero che vettel non ha mai dovuto faticare in redbull: alonso. Nel 2010 è nel 2012 di filo da torcere gliene ha dato

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati