F1 | Ferrari, Sainz: “Errore dettato dalla poca conoscenza della macchina”

Lo spagnolo in quarta fila: "Sono comunque soddisfatto, dobbiamo essere orgogliosi"

F1 | Ferrari, Sainz: “Errore dettato dalla poca conoscenza della macchina”

Ha sicuramente qualcosa da recriminare Carlos Sainz, che nella prima qualifica della sua carriera in Ferrari partirà dalla quarta fila, frutto di un ottavo posto ottenuto dopo un errore nel primo settore nel corso dell’ultimo tentativo in Q3. Per lo spagnolo le prove ufficiali sono state molto travagliate, partendo da un problema ancora non ben chiaro sulla sua SF21 nel corso del Q1, che di fatto lo ha piantato in pista, causando peraltro una bandiera gialla decisiva per alcuni piloti che stavano cercando di migliorarsi. La macchina è successivamente ripartita, ma chiaramente è un problema che va attenzionato in casa Ferrari. Molto bene in Q2, laddove ha siglato il miglior tempo, però resta quel rammarico per l’ottavo posto finale.

“Una giornata molto positiva per la squadra – ha detto Sainz. Penso che dobbiamo tutti essere orgogliosi di dove siamo oggi. Ci siamo presi un bello spavento in Q1, quando la macchina si è spenta, ma fortunatamente sono riuscito a farla ripartire e a riportarla ai box. Non è facile tornare concentrati dopo un episodio del genere, e invece siamo riusciti a fare molto bene in Q2. Ovviamente non sono esaltato dal mio ultimo giro lanciato in Q3. Ho cercato di dare il meglio, ma probabilmente mi è mancata un po’ di conoscenza della macchina per tirarne fuori tutto quello che avrei voluto. In generale, però, sono soddisfatto. Sono migliorato tra una sessione e l’altra, ho avuto un buon ritmo e ho fatto pochi errori. Devo continuare a prendere confidenza con la vettura per essere più sicuro sul giro secco. La prossima settimana avremo tempo di analizzare a fondo le qualifiche, ma ora voglio concentrarmi soltanto su domani. Non vedo l’ora di entrare in abitacolo per la mia prima gara in Ferrari. Daremo il meglio per guadagnare posizioni e finire più in alto possibile”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati