disattiva

F1 | Ferrari, lampi di Nazionale dei motori

La doppietta in Bahrain rievoca sensazioni sopite

F1 | Ferrari, lampi di Nazionale dei motori

Un fulmine rosso nella notte mediorientale del Bahrain. Anzi tre lampi a scandire l’incedere di speranze, consapevolezza e realtà. Le tre risposte colpo su colpo di Leclerc agli attacchi del campione del mondo Veratappen rappresentano il più limpido manifesto della volontà di potenza di questa Ferrari che brilla finalmente di luce nuova e folgorante.

La doppietta del Bahrain, che anche senza i problemi meccanici occorsi a Verstappen sarebbe stata comunque un primo e terzo posto, è diversa dalle pur belle vittorie del 2019, le ultime del Cavallino prima di piombare nel lungo oblio dello scorso biennio.

Quelle erano state vittorie isolate di un team in piena rifodanzione, che doveva ancora vivere il suo momento nero e le sue scosse di assestamento. Il “progetto” in cui all’inizio in pochi credevano, fino ai primi e timidi progressi del 2021, era proprio quello di edificare una squadra collaudata e solida per tornare a dettare il passo con il nuovo regolamento.

La gestione di Binotto è stata in effetti improntata tutta sul lungo termine: riorganizzare la squadra, dare stabilità, fiducia e continuità ai tecnici, per diventare un gruppo vincente da quest’anno.

Non è un caso che Binotto, visibilmente soddisfatto per il rendimento della F1-75, abbia parlato come mai prima d’ora, evocando il forte legame della Ferrari con il pubblico italiano, ricordando che dietro la Rossa non ci sono tifosi sparsi ma un’intera nazione, come con l’Italia del calcio.

Il mito della cosiddetta “Nazionale dei motori”, sublimato dal Cavallino dell’era Schumacher, stava decisamente sfumando. L’appassionato italiano era diventato un povero gabbiano che aveva perduto la sua compagna dei GP.

La vittoria di Leclerc a Sakhir, così tanto agognata, attesa e voluta, dà la sensazione del salto di qualità vero, sia per la consapevolezza e la sicurezza dimostrata dalla scuderia che per la qualità di una monoposto che ha un gran motore (particolare che fa la differenza nella F1 dei 1.6cc V6 ibridi), ma anche ottime guidabilità, stabilità e trazione.

I fermi immagine delle ambizioni di Maranello sono tutti nella pole di cattiveria e nelle manovre spettacolari con cui Charles Leclerc – che quando guida così ricorda Gilles – ha imposto la sua legge, respingendo con freddezza, intelligenza e talento i feroci attacchi non di un pilota qualsiasi, ma del terribile e per molti favoritissimo Max Verstappen. È una Ferrari che evoca dolcissime e lontane emozioni.

Antonino Rendina


4.8/5 - (13 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | Test, ufficializzate le date per Barcellona e BahrainF1 | Test, ufficializzate le date per Barcellona e Bahrain
News F1

F1 | Test, ufficializzate le date per Barcellona e Bahrain

I test spagnoli si svolgeranno dal 23 al 25 febbraio ma saranno a porte chiuse, mentre quelli ufficiali saranno a Sakhir dal 10 al 12 marzo
Attraverso una nota pubblicata sul proprio sito, la Formula 1 ha ufficializzato le giornate che andranno a comporre i test