F1 | Ferrari, Binotto carica la squadra: “In Messico per conquistare il massimo possibile”

"Cercheremo di conquistare la sesta pole position consecutiva per poi puntare alla vittoria", ha affermato Binotto

Binotto non pone limiti alla Ferrar per il prossimo Gran Premio del Messico
F1 | Ferrari, Binotto carica la squadra: “In Messico per conquistare il massimo possibile”

Tutto pronto in casa Ferrari per il prossimo Gran Premio del Messico, quartultimo appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1.

Dopo la parziale delusione rimediata in Giappone, con Vettel secondo e Leclerc solo settimo, la Rossa è pronta a riscattarsi sull’Autodromo Hermanos Rodriguez, tracciato che almeno sulla carta dovrebbe sorridere alle caratteristiche della SF90.

Mattia Binotto, proprio in tal senso, ha scelto di non porsi dei limiti per quello che riguarda il prossimo fine settimana, precisando come l’obiettivo della Ferrari sarà quello di lasciare il Messico con il massimo bottino possibile.

“Dopo due gare nelle quali avremmo potuto fare meglio, ci presentiamo in Messico con la voglia di portare a casa il massimo risultato”, ha affermato Mattia Binotto. “Cercheremo di conquistare la sesta pole position consecutiva per poi puntare alla vittoria”.

“Quella messicana è tuttavia una pista ricca di insidie, alcune delle quali sono legate al fatto che si gareggia a oltre duemila metri, il che rende la messa a punto dell’asseto e dei settaggi della Power Unit molto difficile con regolazioni specifiche”, ha proseguito.

Sulle caratteristiche della pista ha aggiunto: “Il circuito propone curve di diverso genere ma anche lunghi rettilinei sui quali di anno in anno vengono battuti i record legati alle velocità di punta. Il compromesso tra top speed e velocità in curva detterà le scelte di carico aerodinamico con le quali scenderemo in pista”.

F1 | Ferrari, Binotto carica la squadra: “In Messico per conquistare il massimo possibile”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. Zac

    23 ottobre 2019 at 07:53

    Sette decimi in un solo rettilineo (55 cavalli di potenza extra) è un’anomalia che non si vedeva dal tempo dei turbo in coabitazione con gli aspirati, vedi Jarama 1980.
    Difficile capire perché la Haas sia la vettura più facile da sorpassare in rettilineo.
    Stessa pentola, ma ingredienti diversi, forse.

  2. Victor61

    23 ottobre 2019 at 13:12

    @Zac: la Haas è la vettura più facile da sorpassare in rettilineo perchè usa il motore Ferrari a norma di regolamenti cosa diversa per la Scuderia che, complice la maFIA, sta usando una PU non regolamentare…si chiamo showbusiness

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati