F1 | Ericsson: “I piloti più giovani subiscono troppa attenzione dai media”

Il pilota della Sauber ha detto la sua sulla troppa pressione che gravita intorno ai giovani

F1 | Ericsson: “I piloti più giovani subiscono troppa attenzione dai media”

Qualcosa è cambiato nel mondo della Formula 1. Una nuova generazione di giovani piloti si è infatti affacciata al circus con una forza prorompente, soverchiando gerarchie fino a qualche anno fa immutabili.

Dall’arrivo di Max Verstappen sono cambiate tante cose e diventano sempre più numerosi i 20enni di belle speranze nel mondo delle quattro ruote: Esteban Ocon, Carlos Sainz, Daniil Kvyat, ma anche Pascal Wehrlein e il nuovo pilota Williams, il 18enne Lance Stroll.

Una ventata di aria nuova che però ha anche i suoi aspetti negativi. A illustrarli Marcus Ericsson, pilota Sauber convinto che le nuove leve subiscano inermi le troppe attenzioni dei media.

Secondo quanto riferito da Tuttosport il 26enne si è detto comunque tranquillo per la sua attuale situazione: “Vedo i piloti più giovani che arrivano in Formula 1 ma per qualche ragione in questo momento subiscono troppa attenzione dai media”.

Un quadro deleterio, visto che l’età della maturazione per un pilota non può arrivare così presto: “Realisticamente credo che in questo sport è possibile dare il massimo tra i 25 e i 30 anni – ha dichiarato – io ho 26 anni, quindi non mi preoccupo, ma se avessi cinque anni in più sarebbe diverso”.

Manuel Lai

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati