F1 | Davide Valsecchi: “Per la Ferrari sarà difficile gestire Vettel e Leclerc”

"La Ferrari ha deciso di vincere il mondiale con Leclerc in futuro, gli hanno riposto la piena fiducia", ha detto il talent di Sky

Valsecchi crede che per la Ferrari sarà un'annata complicata con Vettel e Leclerc come compagni di squadra
F1 | Davide Valsecchi: “Per la Ferrari sarà difficile gestire Vettel e Leclerc”

La gestione dei piloti in casa Ferrari è uno dei punti più curiosi del mondiale 2020 che sta per cominciare. Vettel, quattro volte campione del mondo probabilmente vivrà questa stagione da separato in casa, e potrebbe non farsi troppi scrupoli nel dare del filo da torcere a Leclerc, colui che invece è stato designato dalla Scuderia per vincere in futuro il mondiale piloti, ogni volta che ce ne sarà l’occasione. Di questo e altro ha parlato Davide Valsecchi, campione GP2 nel 2012, ex pilota di riserva della Lotus e oggi nella squadra di Sky Sport.

“La Ferrari ha scelto Leclerc facendogli firmare un contratto di cinque anni, uno dei più lunghi nella storia della Formula 1 – ha detto Valsecchi. Per loro sembra che sarà il nuovo Michael Schumacher. Credo che Charles abbia dimostrato che può essere al livello di Sebastian, a volte anche un po’ meglio, è il suo momento. La Ferrari ha deciso di vincere il mondiale con lui in futuro, gli hanno riposto la piena fiducia. Credo che la squadra soffrirà molto in questa stagione per quanto riguarda la gestione dei piloti: ci sono stati parecchi duelli nel 2019 tra Vettel e Leclerc, come Monza, Brasile e Abu Dhabi”.

Sul futuro Valsecchi ha commentato: “Quest’anno ci sarà da soffrire per la Ferrari, ma nel 2021 migliorerà: daranno a Carlos Sainz l’opportunità della vita, sarà una delle principali star spagnole dello sporto di tutto il mondo, ma al suo fianco avrà Leclerc. Vettel mancherà alla Ferrari? Difficile da prevedere: se guardiamo Alonso, alcuni dicevano che la McLaren avrebbe sofferto senza di lui, eppure l’anno scorso è stato il mondiale migliore per la squadra di Woking da molti anni a questa parte”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati