F1 | Andreas Seidl esclude una protesta contro la Racing Point

"Sono sicuro che tutto ciò che riguarda la RP20 sia legale", ha proseguito Seidl

Seidl ha escluso una protesta della McLaren nei confronti della Racing Point, sottolineando come la Formula 1 abbia questioni ben più importanti da risolvere
F1 | Andreas Seidl esclude una protesta contro la Racing Point

Intervistato da SpeedWeek, Andreas Seidl ha escluso una protesta ufficiale della McLaren nei confronti della Racing Point, sottolineando come al momento non esistano le basi per impugnare legalmente i progetti della tanto chiacchierata RP20.

Secondo il Team Principal della Scuderia di Woking, la Formula 1 deve focalizzarsi su problemi ben più importanti e che richiedono l’applicazione di tutti i marchi impegnati, come ad esempio il nuovo Concorde e il perfezionamento del budget cap.

“Non vedo le basi per intraprendere una protesta nei confronti della Racing Point”, ha affermato Andreas Seidl alla stampa tedesca. “Sono sicuro che tutto ciò che riguarda la RP20 sia legale e non ho tempo per sprecare energie su questioni di questo genere”.

“Ci sono aspetti più importanti come stabilire il budget cap”, ha proseguito. “Inoltre come McLaren non abbiamo intenzione di guardare ad altri per fare passi in avanti più rapidi. Abbiamo deciso di effettuare un percorso di avvicinamento graduale al vertice della F1 e continueremo a percorrerlo con grande convinzione credendo nella nostra filosofia”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati