Eric Boullier: “La Renault puo’ lottare per il podio in Spagna”

Eric Boullier: “La Renault puo’ lottare per il podio in Spagna”

Intervista a Eric Boullier, team Principal della Lotus Renault, alla vigilia della prossima tappa del mondiale di Formula 1.

Entrambi i piloti hanno segnato punti a Istanbul ma comunque nel post-gara lei ha detto che la squadra deve spingere di più – quali sono le sue sensazioni dopo la Turchia?

Eric Boullier: E’ bello avere entrambe le vetture in competizione allo stesso livello ed entrambe in zona punti, ma evidentemente quando si sono inseguiti podi di volta in volta con diversi driver ci si aspetta di avere una posizione di arrivo migliore del settimo e ottavo. È per questo che ci è stata forse l’aspettativa per fare un po’ meglio.

Nick e Vitaly ha lottato duramente per la posizione in Turchia – qual è la sua opinione sui suoi piloti che lottano in gara?

EB: Il mio parere è molto chiaro. Hanno la stessa macchina quindi se si trovano a competere insieme per tutta la gara significa che abbiamo un buon paio di piloti. E’ sempre difficile quando si tratta di combattere gli uni contro gli altri perché sono piloti e non vogliono dare la loro posizione. Ora che abbiamo chiarito la situazione su questo è bello vederli combattere.

I team conoscono bene il Circuit de Catalunya, soprattutto per il fatto che li si svolgono i test invernali. E’ soddisfatto della R31?

EB: Dall’ultima volta che abbiamo guidato lì nei test, abbiamo aggiunto degli aggiornamenti alla vettura quindi andrà meglio che in inverno. La situazione è diversa: è ​​un weekend di gara e l’approccio è diverso dai test. Speriamo di fare un altro passo avanti per combattere di nuovo per i primi sei.

Abbiamo assistito a delle belle gare con un sacco di azione, sorpassi e pitstop di recente – sicuramente questo è positivo per lo sport e per i tifosi?

EB: Fintanto che lo sport rimane comprensibile per i tifosi, è buono. A tutti è stato chiesto uno spettacolo migliore e piu’ manovre di sorpasso. Per un certo numero di anni ho sentito le persone lamentarsi della mancanza di sorpassi così non si dovrebbero lamentare piu’ vista la situazione di oggi! Dobbiamo bilanciare le cose per assicurarsi che lo sport resti comprensibile, ma questo è tutto. Penso che abbiamo trovato un buon compromesso adesso.

Il circuito spagnolo è noto per la difficoltà nei sorpassi – Ne vedremo questa volta?

EB: Penso che con il DRS, tutto è possibile. Soprattutto a causa del degrado delle gomme, vi è la necessità di alcune strategie aggressive che permettono sorpassi in pista e, naturalmente, finire la gara nel migliore dei modi.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

4 commenti
  1. r26

    16 Maggio 2011 at 19:35

    il podio sara difficile in spagna mentre a monaco credo che la r31 possa competere addirittura x la vittoria molto dipendera dai piloti

  2. Federico Barone

    16 Maggio 2011 at 20:08

    Vedremo… comunque sono in grado di affermare che questo team, dal punto di vista sportivo, è stato uno dei migliori delle ultime 2 stagioni (2010 e 2011). Intendo come spirito di squadra ed atteggiamento all’attacco dei piloti, nei limiti delle loro possibilità.

  3. r26

    16 Maggio 2011 at 20:29

    lo spirito di scuadra serve per ridurre la differenze economiche da team come ferrari mclaren ,mercedes e red bul dal momento che le capacita tecniche non mancano i risultati arriveranno

  4. Rezz

    16 Maggio 2011 at 21:13

    I due piloti, con la stessa macchina, lottano fra di loro. E’ migliorato Petrov o Nick non è così “the quick”?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati