Alonso: “La polemica con Montezemolo causata da un fraintendimento”

Lo spagnolo afferma di aver chiarito con il presidente Ferrari

Alonso: “La polemica con Montezemolo causata da un fraintendimento”

Fernando Alonso ha dichiarato che il richiamo pubblico ricevuto dal presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, all’inizio della pausa estiva è stato causato da un fraintendimento ormai risolto. In un comunicato Ferrari dopo il GP Ungheria, Montezemolo ha “tirato l’orecchio” ad Alonso dopo un weekend in cui il due volte campione del mondo ha dichiarato alle tv italiane che per il suo compleanno voleva una vettura competitiva come quella dei rivali.

“Penso siano arrivate informazioni sbagliate al presidente” ha dichiarato Alonso a Spa. “Abbiamo ricontrollato tutte le conferenze stampa, di questi tempi con i registratori ecc è facile controllare esattamente quello che dici, e non c’era niente di diverso da ogni altro GP e ho provato a spingere per il bene del team e per le nostre prestazioni. E’ il padre di questa famiglia, della Ferrari, è un grande motivatore. Ci ha detto esattamente quello che ci aspettiamo e quello che vuole da noi”.

In Ungheria si è appreso che la Red Bull sta valutando Alonso come possibile pilota per il 2014: “Penso che il presidente sia un uomo intelligente in grado di distinguere una voce dai fatti veri” ha dichiarato Alonso, smentendo le voci. “Siamo entrambi in F1 da molto tempo e sappiamo quello che significa la pausa etiva in termini di voci”.

Secondo Alonso l’episodio è stato un’ulteriore prova del grande eco che si crea attorno ad ogni notizia che riguarda la Ferrari. Alonso ha parlato anche della sua assenza ai test di Silverstone: “Ho detto che non sarei andato perchè non c’era nulla da provare, non c’erano gomme da provare e non c’era possibilità di modificare il set-up. La stampa ha detto: ‘Alonso crea grandi polemiche in Ferrari, contro la Pirelli, contro il mondo!’. Ma anche Kimi non c’era ed è stato considerato divertente. I piloti McLaren non c’erano ed è stato divertente. Queste sono le conseguenze dell’essere la Ferrari e con il presidente abbiamo parlato anche di questo. Inoltre, ogni weekend facciamo quattro conferenze stampa in tre differenti lingue, due delle quali non sono la mia lingua madre ed io sono del nord, non parlo uno spagnolo perfetto! Significa che ci possono essere errori e fraintendimenti. Dobbiamo concentrarci sulle gare perchè dobbiamo essere uniti e vincere questo campionato. Abbiamo bisogno che tutti i reparti del team viaggino nella giusta direzione e fare attenzione anche fuori dalla vettura per non fare errori”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

8 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati