Whiting: “La protezione dell’abitacolo anche nelle formule minori”

L'obiettivo della FIA sarà cercare la soluzione meno costosa

Whiting: “La protezione dell’abitacolo anche nelle formule minori”

Per adesso ancora al vaglio e portato in pista in due versioni demo (l’Halo della Ferrari nei test di Barcellona a febbraio e il Canopy della Red Bull la scorsa settimana in Russia) il sistema di protezione dell’abitacolo una volta entrato in vigore in F1 verrà introdotto anche alle categorie minori.

Lo ha dichiarato a motorsport.com il direttore di gara Charlie Whiting che ha però sottolineato come il fattore spesa sarà fondamentale per la decisione.

“Tutto dipenderà dal costo. Comunque sono ottimista perché quando si ha a che fare con i grandi numeri di solito le cifre diminuiscono ” – il suo pensiero.

“Un po’ come accadde quando furono resi obbligatori gli attuali caschi. Prima si partì dal Circus con un certo prezzo per poi arrivare alle altre serie con cifre più contenute. Oggi diciamo che sono alla portata di tutti” – ha spiegato l’inglese.

“So che ci sono molte perplessità circa l’impatto estetico – ha proseguito – Personalmente penso non ci sia nulla di più bello che vedere un pilota uscire illeso da un incidente spettacolare come quello occorso ad Alonso in Australia, o a Robert Kubica in Canada nel 2007. Ormai tutti si aspettano scene del genere, quindi il nostro obiettivo deve essere quello di garantire che diventino sempre di più la normalità”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati