Un futuro a Las Vegas per la F1

La gara dovrebbe svolgersi in centro città

Un futuro a Las Vegas per la F1

A distanza di una trentina d’anni dalla sua ultima apparizione la F1 potrebbe tornare a Las Vegas.

Questo almeno il proposito di Bernie Ecclestone che all’inglese Independent ha di recente dichiarato: “In molti vorrebbero ospitarci senza poterselo permettere, loro invece ci hanno assicurato di essere pronti”.

“Sarebbe un’aggiunta fantastica oltre che di grande successo – ha riferito l’agente legato alle sponsorizzazioni del Circus Zak Brown decisamente euforico per il conseguente giro d’introiti – Rappresenterebbe un’ottima mossa a livello pubblicitario per il nostro sport in un mercato strategico come quello degli Stati Uniti e un beneficio per la città stessa che vedrebbe aumentare di parecchio i suoi guadagni durante il weekend di gara”.

Alla centralissima area dello Strip, clou del divertimento e degli alberghi di lusso prescelta per l’ipotetico circuito cittadino, avrebbe già fatto un paio di visite il solito architetto Hermann Tilke.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. anonimo

    19 Ottobre 2014 at 17:41

    E i box li mettono davanti ai casino?

  2. albo94

    19 Ottobre 2014 at 17:44

    Tra qualche hanno saranno i normali circuiti le vere eccezioni.

    • sterla

      19 Ottobre 2014 at 19:33

      bhe a mio avviso lo sono già, di circuiti “veri” ci sono solo spa, monza e suzuka.
      si è arricato ad un punto che budapest stà diventando uno dei meno peggio, il che è ridicolo

      • ASOT

        19 Ottobre 2014 at 20:45

        E Silverstone, Nurburgring, ecc…?
        ….

    • Federico Barone

      19 Ottobre 2014 at 20:05

      (Pssst!: hai una “h” di troppo…) 😉

  3. Federico Barone

    19 Ottobre 2014 at 20:03

    Sono esasperato dalla presenza di Tilke in questa F1. Bernie ed Hermann mi ricordano Adolf ed Albert: una brutta combinazione, in quanto sono ossessionati ed affascinati dal gigantismo e dall’orrido.

    Ma basta, per favore!

    Non sarebbe possibile far progettare – secondo le regole sulla sicurezza vigenti – le modifiche ai vecchi ed i nuovi circuiti da ingegneri/architetti locali? Ci sarebbe sicuramente maggiore varietà di layout e forse anche migliori layouts (forse…)

    • Federico Barone

      19 Ottobre 2014 at 20:04

      Dimenticavo: non è solo il monopolio delle gomme ad essere controproducentein questa F1-wrestling. Ma anche il monopolio della progettazione dei circuiti.

  4. eiskalt

    19 Ottobre 2014 at 22:28

    a me invece mi piace l`idea sarebbe surreale sopratutto se si facesse in notturna 🙂

  5. kimi79raikkonen

    20 Ottobre 2014 at 09:35

    ma dai ce laguna seca ce willow springs, ce watkins glen, e tante altre belle piste con curve e dislivelli a gogo

  6. lucaraikkonen

    20 Ottobre 2014 at 12:37

    Sarebbe l’emblema della Formula Business .. come dice la mamma di Bianchi, purtroppo finche c’è bernie che giustifica tutto per il Dio denaro avremo una formula 1 cosi. Gare in città famose che pagano e circuiti costruiti raccordando due o tre viali. Addio monza, suzuka e spa. Avanti Las Vegas, Sochi e Baku… caro Bernie : ma va…lo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati