Toro Rosso, Key: “Gli ingegneri, soprattutto in Formula 1, sono persone incredibilmente competitive”

"È possibile sbagliarsi completamente o si può imbeccare la soluzione migliore"

Toro Rosso, Key: “Gli ingegneri, soprattutto in Formula 1, sono persone incredibilmente competitive”

In una lunga intervista rilasciata ai microfoni del sito ufficiale della Toro Rosso, James Key ha spiegato la vita di un ingegnere all’interno del mondo della Formula Uno, sottolineando come, nonostante la poca attenzione da parte dei media, il ruolo dell’ingegnere sia di notevole importanza in un mondo iper competitivo come quello delle corse. L’attuale Direttore Tecnico della Scuderia faentina ha spiegato per vie sommarie il processo di lavoro che ogni ingegnere porta avanti nelle due sedi di Faenza e Bicester, precisando che ogni mente presente in fabbrica è di fondamentale importanza per la buona riuscita della monoposto.

Ecco le parole di James Key: “Non se ne parla spesso, ma sarebbe giusto farlo: gli ingegneri, soprattutto in Formula 1, ma vale per qualsiasi altro settore in cui si lavori all’avanguardia, sono persone incredibilmente competitive. Ed è proprio questo il motivo per cui hanno scelto di fare questo lavoro. Confrontarsi con nuove realtà che nascondono una miriade di incognite, sapendo di essere in competizione con i colleghi degli altri team, è già questa una grande sfida. Il desiderio di competizione è un aspetto davvero apprezzato da tutti, in ogni squadra. È proprio stimolante, perché siamo sempre circondati da menti creative, sempre concentrate e pronte a chiedersi: “Beh, come pensiamo di risolvere questo problema? Qual è il giusto equilibrio per far andare più veloci le vetture?”. Non hai nessun altro punto di riferimento che non siano i tuoi target interni”.

“È possibile sbagliarsi completamente o si può imbeccare la soluzione migliore. Beh, non sapremo davvero a che punto siamo finché non saranno terminate le qualifiche a Melbourne. Ma comunque dovremo prima passare per tutta la fase di analisi dei fattori che influiranno sulla competitività della vettura per la stagione 2017. Effettivamente non so se abbiamo fatto già abbastanza e non credo che nessun altro team sia già alla fine di questo processo, ma stiamo vivendo comunque un momento emozionante, delineando intanto quelle che pensiamo possano essere le soluzioni adeguate e poi acquisendo ogni nuovo dato durante lo sviluppo” ha concluso.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati