Test F1 Barcellona, giorno 2: ancora una mattinata firmata Vettel

Il pilota della Ferrari il più veloce con la nuova mescola ultrasoft davanti a Ricciardo

Test F1 Barcellona, giorno 2: ancora una mattinata firmata Vettel

Sebastian Vettel chiude al comando anche la seconda mattinata di test a Barcellona, con il miglior tempo di 1:22.810, ottenuto nelle fasi finali della sessione, quando ha fatto il suo debutto in pista la nuova mescola ultrasoft. Secondo crono per Ricciardo, anche lui su gomma viola, mentre la terza piazza se l’aggiudica Rosberg, leader fino a quel momento con le medium. Seguono Perez, Ericsson, Bottas, Wehrlein, Palmer, Gutierrez, Alonso e Verstappen. I tempi di Sauber, Manor, Renault e McLaren-Honda sono stati ottenuti con la gomma soft.
La mattinata è stata caratterizzata da una bandiera rossa, per un testacoda di Verstappen, e da diverse novità tecniche viste sulla Mercedes di Rosberg, che non è stato da meno in termini di giri rispetto al compagno Hamilton al lunedì: il tedesco ha infatti chiuso da leader con 81 tornate. Appuntamento alle 14.00 per la sessione pomeridiana.

Cronaca – Nico Rosberg è il primo a lasciare i box, seguito da Perez e Vettel, che rientrano dopo un primo giro di installazione e lasciano il campo libero alla Red Bull di Ricciardo. Il primo crono della giornata non si fa attendere e arriva dalla Mercedes, 1:35.833, subito ritoccato a 1:30.023. Ricciardo segue a 5 secondi. La pista comincia a riempirsi: tutti i piloti hanno aperto le danze direttamente con le slick, diversamente da ieri quando l’asfalto umido aveva richiesto di cominciare su intermedie. Vettel si prende la terza piazza in 1:57.194. I piloti sono maggiormente concentrati sui test aerodinamici in questa prima parte della mattinata. Rosberg scende a 1:26.263 e rimane saldo al comando, Bottas si infila al secondo posto e dietro di lui è Perez. Manor e Renault fanno il proprio ingresso in pista, in ritardo rispetto al resto dei team; solamente la Haas manca ancora all’appello, quando se n’è andata la prima ora di test.

Quarto tempo per Verstappen, dietro di lui Wehrlein. Alonso ferma per la prima volta il cronometro e si piazza in settima posizione con il tempo di 1:42.250 ottenuto su gomma soft. Passate da poco le ore 10.00 Palmer si aggiunge alla lista dei cronometrati piazzandosi al quarto posto. Perez balza in testa con il tempo di 1:25.835 ma Rosberg ci mette poco a riprendersi la leadership in 1:25.479. Dopo un’ora e mezza dal via la Haas fa finalmente il suo ingresso in pista. I problemi all’ala anteriore – volata via ieri – sembrerebbero risolti. Ricciardo è terzo e Vettel gli si infila davanti in 1:25.512.

Scaduta anche la seconda ora, in testa passa Ricciardo con il tempo di 1:25.223. Seguono Rosberg, Vettel, Perez, Palmer, Bottas, Verstappen, Gutierrez, Wehrlein, Ericsson e Alonso. Vettel è il nuovo pacesetter in 1:24.940. Il tedesco guida il gruppo, quando manca un’ora e mezza alla conclusione della mattinata, davanti a Ricciardo, Rosberg, Perez, Bottas, Palmer, Verstappen, Gutierrez, Alonso, Ericsson e Wehrlein.

Ma ecco che sventola la bandiera rossa: Verstappen è fermo alla curva 13 con la sua Toro Rosso. I marshall intervengono per rimuovere la vettura. Alla ripartenza, alle 11.50, Ricciardo, Bottas, Rosberg e Vettel sono i primi a rientrare. Rosberg torna al comando in 1:24.867, Ericsson sale quinto con le soft e Gutierrez ottavo, su medium.

A trenta minuti dalla pausa pranzo Ricciardo è il primo a passare alle supersoft, prendendo la leadership in 1:24.298. Vettel, anche lui equipaggiato con mescola rossa, lo scavalca in 1:23.658. Ricciardo controbatte passando alle ultrasoft, al loro debutto ufficiale nel Mondiale F1: l’australiano torna in testa in 1:23.525. Vettel non vuole essere da meno e passa anch’egli alla mescola più morbida in assoluto, segnando 1:22.810. Intanto Verstappen è tornato a girare, anche se si ignorano ancora i motivi del suo precedente stop in pista.
Dopo un breve passaggio ai box Vettel e Ricciardo riescono quando mancano pochi minuti alla fine, rispettivamente su gomma soft e medium.

La bandiera a scacchi decreta l’ora del pranzo. Vettel si conferma il più veloce su gomma ultrasoft, davanti a Ricciardo e Rosberg – con il tedesco su medium.

Test Barcellona F1 2016 – Tempi, risultati e giri Giorno 2, mattino
1 Sebastian Vettel Ferrari 1’22″810 46
2 Daniel Ricciardo Red Bull 1’23″525 58
3 Nico Rosberg Mercedes 1’24″867 81
4 Sergio Perez Force India 1’25″629 48
5 Marcus Ericsson Sauber 1’25″734 49
6 Valtteri Bottas Williams 1’25″872 55
7 Pascal Wehrlein Manor 1’25″925 36
8 Jolyon Palmer Renault 1’26″189 41
9 Esteban Gutierrez Haas 1’26″931 32
10 Fernando Alonso McLaren 1’27″198 71
11 Max Verstappen Toro Rosso 1’27″346 59

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati