Sebastian Vettel è l’uomo giusto per la Ferrari

Ad affermarlo è stato Luca di Montezemolo al Salone di Parigi

Sebastian Vettel è l’uomo giusto per la Ferrari

Il futuro di Fernando Alonso è sempre più difficile da decifrare, almeno finché, non sarà lo stesso pilota a svelarlo. A Maranello, intanto, non è stato ancora annunciato il divorzio dal pilota iberico, e per ovvi motivi, non è stato nemmeno confermato l’ingaggio di Sebastian Vettel per la stagione 2015 di Formula 1. Quello tra il pilota tedesco e la Rossa è un incontro che prima o poi si sarebbe concretizzato, il vissero felici e contenti di un corteggiamento lungo, da entrambe le parti, fin dai tempi in cui Stefano Domenicali era il Team Principal. Eppure, c’è già chi identifica nel tedesco l l’uomo giusto per la situazione attuale della Ferrari. Ad affermarlo è stato Luca di Montezemolo, alla sua ultima uscita da Presidente Ferrari al Salone di Parigi lo scorso 3 ottobre: «Vettel sarà un buon pilota per la Ferrari. È giovane, è un quattro volte campione del Mondo, un bravissimo ragazzo, un buon cliente Ferrari, quindi ha tutte le caratteristiche dalla sua parte. Perché non dovrebbe essere un buon investimento?», ha sottolineato davanti alla stampa.

D’altro canto, in Red Bull c’è sempre stato completo rispetto per la decisione del loro pilota di punta, tanto che fu lo stesso Christian Horner a confermarne il passaggio a Maranello. Nonostante le parole dell’ex numero uno della Ferrari, c’è timore a riguardo delle prospettive future: secondo alcune indiscrezioni il progetto 666, la monoposto che il Cavallino Rampante userà nel 2015, la prima nata sotto la direzione tecnica di James Allison, dopo i primi riscontri ricavati dalla galleria del vento, risulterebbe perfino più lenta della F14T.

Eleonora Ottonello

Sebastian Vettel è l’uomo giusto per la Ferrari
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. rootore

    27 ottobre 2014 at 10:32

    Certo che chiamare il progetto 666, poi dicono che non se le cercano…

    • stefanoabbadia

      27 ottobre 2014 at 12:54

      Mah….nei prossimi giorni credo che potremo commentare l’ufficializzazione di Alo in McLaren Honda (contratto arcinoto da circa un mese)…poi credo che potremo commentare anche quello di Vettel in Ferrari…purtroppo..si sentono dei rumors riguardo le performance della prossima F1 Ferrari…si mormora che al momento (ma siamo al simulatore quindi tutto da verificare) sia messa maluccio e addirittura peggio di quella attuale…credo che la colpa verrà ascritta ancora a Marmorini vero? al suo motore…chissà se i Sig.ri Tombazis..Fry…e in ultimo Allison…avranno qualche ripensqamento …chissa.. e chissa se altri più in alto ripenseranno pure loro al bel disastro in atto…e alle persone che erroneamente erano state cacciate…chissa!!! il tempo dirà la verità…

    • Federico Barone

      27 ottobre 2014 at 13:13

      666 è il numero di progetto del telaio (l’attuale F14T ha il numero 665). In Ferrari è sempre stato così, non hanno scelto proprio nulla.

  2. maxdi

    27 ottobre 2014 at 15:14

    Demoralizzante sentire parlare di problemi su una vettura ancora non “nata”, ma per guardare al bicchiere mezzo pieno almeno se ne sono accorti adesso e non a febbraio.Che poi sia il progetto 666 o 66.. chi se ne importa, conteranno i risultati speriamo buoni.

    • stefanoabbadia

      27 ottobre 2014 at 16:17

      già…demoralizzante..e a me tornano in mente le frasi scritte da Ing. Luca Marmorini dopo che fu allontanato “…la Ferrari in mano a persone inesperte che fino ad ora non hanno dimostrato nulla….” “..il motore era stato concepito dietro precise regole richieste dai telaisti Sig. Tombaziz e Sig. Fry, che detto motore cosi leggero e compatto con masse radianti piccolissime rispetto alla concorrenza sarebbe stato meno potente lo si sapeva gia in fase di progettazione ma costoro assicurarono che cosi facendo la Ferrari avrebbe avuto grossi vantaggi aerodinamici tali da compensare la mancanza di cavalli…i cavalli come noto mancavano..ma dell’efficienza aerodinamica manco una traccia…” Queste parole con tanto di nome e cognome avrebbero dovuto far riflettere….eccoci qui…con la vettura 2015 progettata ….ora vedremo se tali voci sono vere…e se in due mesi riusciranno a riprogrammare uno sbaglio durato 8 mesi!!!! con le stesse persone che sbagliano da anni..e con l’aggiunta di un Allison arrivato a Maranello nel 2013 ma che aveva subito dichiarato essersi concentrato sulla vettura 2015!!!! mammamiaaaaaaaa!!!! ma sarà colpa ancora di Marmorini verdete

  3. Radioattivo

    28 ottobre 2014 at 10:18

    Penso che chi scrive “secondo alcune indiscrezioni”…è la solita storia. Può essere vero o può essere una sciocchezza.

    Sul fatto che il bimbo fottel sia un ottimo affare per la ferrari è tutto da vedere, visto cosa gli sta facendo ricciardo con la stessa vettura.

    • stefanoabbadia

      28 ottobre 2014 at 10:59

      L’affare più grosso (per la concorrenza della Ferrari) è stato mantenere tombaziz…continuare a dare credito a Fry…e porre al comando del team Mr. Mattiacci….il resto sono solo conseguenze logiche e prevedibili per tutti…tranne per chi ha deciso cosi: alo via..Marmorini mandato via.. Adrian Newey che risponde picche perché sono un folle si butterebbe in un casino del genere..a altri ancora ….e dulcis in fundo…si aprpende (ma sono solo indiscrezioni quindi potrebbero essere senza valenza alcuna) che il progetto 2015 stia dando risultati al simulatore peggiori rispetto alla presente vettura….mah…

  4. Controaltare

    28 ottobre 2014 at 13:55

    Secondo me, non è Vettel l’uomo migliore per la Ferrari.
    Il tedesco ha già la pancia piena di 4 titoli mondiali, non ha più la fame che aveva prima, lui dà il suo meglio solo quando la macchina è perfetta, quando non lo è, lui fatica più di Ricciardo, quindi non è l’uomo migliore per una Ferrari che è tutta da migliorare…

  5. maxdi

    28 ottobre 2014 at 13:55

    Non so dire se Vettel è un affare x la Ferrari. Di certo quest’anno non ha fatto vedere nulla di quello che fanno vedere i veri campioni del mondo, come hanno fatto gli altri, e mi riferisco al binomio alonso-raikonen oppure hamilton-rosberg. A parità di macchina alonso e hamilton, tranne quando hanno problemi tecnici, bastonano regolarmente il proprio compagno mentre vettel non mi sembra sia stato in grado di fare altrettanto. Di sicuro questo è imputabile a uno scarso feeling con la vettura, ma secondo me un campione del mondo non può farsi limitare solo dal feeling con la vettura. Forse anche la RedBull non lo ha tenuto tanto in considerazione, vista l’imminente partenza del tedesco dal team.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati