Ricciardo: “Monaco è come andare in bicicletta nel proprio bagno”

Per l'australiano sarà avvantaggiato chi ha più esperienza

Ricciardo: “Monaco è come andare in bicicletta nel proprio bagno”

In netta ripresa ma ugualmente lontana dai due missili d’argento la Red Bull conta a Montecarlo di confermarsi a seconda forza del lotto.

“A Montecarlo è difficile restare calmi, è qualcosa di davvero incredibile, l’atmosfera che si respira, la storia, la gente…e poi c’è il tracciato tipico della vecchia scuola – la riflessione di Daniel Ricciardo – E’ un po’ come andare in bicicletta nel bagno di casa. E’ divertente, ma anche pericoloso perché ci sono gli ostacoli. L’esperienza ha un certo valore e il pilota può fare la differenza conoscendo i trucchi per fare un giro come si deve”.

“E’ una delle mie piste preferite- ha affermato Sebastian Vettel – Non ci si può permettere neppure un errore perché si rischia di andare a muro. Anche i sorpassi sono piuttosto rischiosi, ad ogni modo il posto migliore per provarci è la zona del porto quando si esce dal tunnel a 300 km/h e ci si immette in una curva da prima marcia. Per il resto bisogna solo essere pazienti e sperare nell’affidabilità. La situazione perfetta è comunque avere una buona qualifica e partire davanti”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento
  1. grippato

    19 Maggio 2014 at 20:31

    Beato lui che ha un bagno che gli consente di girarci dentro in bici.
    Nel mio bagno la bicicletta non ci passa nemmeno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati