Red Bull, Horner: “La sconfitta in Germania servirà alla squadra per continuare a spingere”

Red Bull, Horner: “La sconfitta in Germania servirà alla squadra per continuare a spingere”

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, insiste che le prestazioni del team in Germania non sono state male – e che la sconfitta di ieri servirà alla squadra per continuare a lavorare duro per migliorare la vettura e le proprie prestazioni.

“Di sicuro McLaren e la Ferrari sono entrambe grandi squadre e stanno entrambe spingendo molto con lo sviluppo”, ha spiegato Horner.

“Siamo riusciti a essere competitivi in ​​molti, molti tipi differenti di pista. Abbiamo avuto la pole position in ogni singolo GP quest’anno. Abbiamo vinto sei gare su 10 e siamo stati sul podio in ogni singola gara, quindi è tutt’altro che un disastro.”

“Ma di sicuro questa gara è un monito che non possiamo guardarci indietro. Ognuno nella squadra sta spingendo a pieno ritmo”.

Webber ha detto dopo la gara che la Bull Racing Red deve affrontare il fatto che la sua macchina non e’ stata veloce in gara come dovrebbe, ma per Horner non è che ci sia un grosso problema – infatti la Red Bull Racing ha dimostrato di poter lottare per la vittoria in ogni gran premio.

“Penso che la chiave per le prestazioni è la comprensione degli pneumatici e ottenere il massimo dalle gomme, e la Red Bull è stata piuttosto brava in tutte le 10 gare, mentre le altre squadre hanno fatto su e giù”.

“Di sicuro dobbiamo imparare da questo fine settimana, e il prossimo GP avremo condizioni differenti da ieri, probabilmente. Probabilmente sarà una gara con 20 gradi in più di caldo.”

“Non si finisce mai di imparare, si è sempre alla ricerca di come andare avanti, questo è quello che la Red Bull ha sempre fatto ed è sempre stata in grado di stare davanti quest’anno.”

“Se guardiamo la classifica del campionato i risultati che abbiamo raggiunto sono evidenti. Per le prossime gare speriamo di poter mantenere un rendimento costante. Tutti in fabbrica stanno lavorando a pieno ritmo, quindi siamo nel bel mezzo dello sviluppo in questo momento.”

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. capitanAmerica

    25 Luglio 2011 at 12:11

    Tranquilli…..andate pur a farvi le ferie facendo correre le auto da sole………….

    • Renzo

      25 Luglio 2011 at 13:08

      forse sarebbe una scelta azzeccata…..se la macchina è moooolto competitiva i piloti lasciano un pò a desiderare…ieri si è sfatato il mito del “piccolo prodigio” mr vettel….tra errori e una pessima guida si è dimostrato per quello che è….un pivello gonfiato che è buono solo quando ha strada libera…purtroppo le gare sono fatte anche di sofferenza…voglio proprio vedere fino a che punto la red bull continuerà a puntare su di lui quando è chiaro che webber meriti di più.

      • luca

        25 Luglio 2011 at 15:05

        renzo,prrrrrrrrrrrr,leggiti la classifica,non parlare ai muri!!!!!!!!!!
        vettel mondiale per la seconda volta quest’anno!!!
        rassegnati e rosica

      • Beppe (tifoso RedBull)

        25 Luglio 2011 at 15:31

        Il tuo commento è un po’ azzardato, d’accordo che Sebastian non sia in forma in questi ultimi due GP, ma è sempre campione del mondo (non si vince il titolo per caso RICORDATI).
        E’ un po’ “imballato” probabilmente ha perso l’abitudine del corpo a corpo con gli altri.
        Consideramo sempre però la sua età, e il n.ro di GP disputati rispetto ad Alonso e Hamilton!!

        Beppe

      • CavallinoRampante

        25 Luglio 2011 at 16:53

        già… è proprio un pollo quel pilota che come peggior risultato stagionale fa segnare un 4 posto… ai piedi del podio… mannaggia a te Seb… impegnati di più… magari inizia a vincere qualche gara della prossima stagione così non avranno più niente da dire…

      • CavallinoRampante

        25 Luglio 2011 at 17:01

        Renzo la tua mi sembra una “giustificazione” che sa’ anche di nostalgia tedesca…

      • krosio

        26 Luglio 2011 at 09:11

        a dir la verità vettel il corpo a corpo con gli altri non è mai stato capace di sostenerlo, nè quando era in F3 con Lewis che gliele ha date più volte in pista, mentre lui anche li era solo bravo a condurre; nè tanto meno in F1 dove sia con la toro rosso del 2008 (che tra l’altro era la vettura con lo zampino di newey la migliore toro rosso mai costruita e il principino riusciva ad approfittare degli errori altrui e delle incertezze più che lottare seriamente) che con la red bull si innervosice sempre nel tentare i sorpassi, quindi o li fa male centrando altra gente o proprio non li fa.

  2. strige

    25 Luglio 2011 at 13:21

    Per me hanno mollato lo sviluppo della vettura e stanno progettando la rbr 2012…ho sta strana sensazione…

  3. Denis

    25 Luglio 2011 at 13:27

    vorrei fare una considerazione: dopo silverstone tutti a dire che la ferrari vinceva grazie al cambio delle regole. dopo la vittoria di hamilton non solo la ferrari è ora alla pari con la redbull ma anche la mclaren. quindi questa è la realtà dei fatti.
    questo inoltre indica che i margini di miglioramento sono enormi. basta saperli sfruttare. probabilmente newey è un mago nel creare una vettura vincente avendo “tutto” il tempo che vuole a disposizione. quando ha bisogno di cercare ulteriori miglioramenti ad una base vettura che non può modificare come vorrebbe allora il suo ingegno viene un pò “frenato”. nessuno è dio. e solo il gran lavoro viene premiato. per fortuna 🙂
    tanti complimenti alla redbull per aver creato una vettura vincente ma tantissimi anche alla ferrari e mclaren che ci fà vedere che grazie al lavoro tutto è possibile.
    dove sono quelli che criticavano domenicali,whitmarsh,ecc che parlavano troppo invece di lavorare? mi pare che da quando esistono la rossa e la mclaren sia sempre stato così. gran lavoro in fabbrica e fuori. complimenti e speriamo sia un bel campionato.

  4. Beppe (tifoso RedBull)

    25 Luglio 2011 at 15:20

    quoto strige,
    ho anch’io la vaga sensazione che si stiano già applicando in funzione 2012, la classifica lo permette, ma il campionato non è matematicamente ancora chiuso quindi occorre darsi una bella svegliata e chiudere il conto!!

    Il team sembra un po’ “imballato” ma è sufficiente per Vettel piazzarsi senza dannarsi l’anima.
    E’ molto facile che gli inseguitori si tolgano punti a vicenda (vedi Hamilton su Alonso in Germania).

    Beppe

  5. ale_1

    26 Luglio 2011 at 23:58

    Purtroppo la RedBull è una bomba il Genio
    Adrian Newey, sbaglia molto poco. La vedo dura almeno fino al 2012 per le altre scuderie di F1.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati