La Ferrari e Alonso pronti per una strategia d’attacco

La Ferrari e Alonso pronti per una strategia d’attacco

Fernando Alonso e la Ferrari sono pronti ad adottare in pieno una modalità ‘attacco’ nel tentativo di vincere le gare.

Con gli aggiornamenti sulla vettura, Fernando Alonso è riuscito a finire nelle prime due posizioni in quattro delle ultime cinque gare, e le sue speranze per il campionato del mondo si sono riaccese.

Anche se il distacco di 86 punti tra Alonso e il leader del campionato del mondo Sebastian Vettel è ancora enorme, la Ferrari sa che se si concentrerà e riuscirà a vincere il maggior numero delle gare i conti si faranno alla fine.

Inoltre, con la McLaren che ha riscoperto la sua forma migliore con Lewis Hamilton vincitore in Germania, e il fatto di avere due squadre che combattono Vettel potrebbe contribuire a rafforzare la loro possibilità di successo.

Il team principal della Ferrari, Stefano Domenicali, ha dichiarato: “Di sicuro quello che dobbiamo fare è attaccare ad ogni gara e poi, non adesso perché è troppo lontano, in seguito vedere che cosa sta accadendo in campionato.”

“Naturalmente l’unica cosa che possiamo dire è che i piloti e le vetture ora sono più in grado di combattere, è più facile segnare più punti ora e ridurre il divario. Ma al momento il gap è ancora molto grande”.

Anche se Alonso non e’ stato in grado di battere Hamilton al Nurburgring, Domenicali ha detto che è estremamente incoraggiante il fatto che la squadra sia così competitiva con le temperature basse della pista – perché ha lottato per tutto l’anno nel tentativo di portare in temperatura le gomme.

“Sappiamo che in queste condizioni il nostro problema è il warm up,” ha detto. “Dobbiamo essere molto soddisfatti nel vedere una macchina che ha funzionato così bene in queste condizioni, che di sicuro non sono le migliori per noi.”

“Sono felice di vedere che nelle ultime due gare Fernando ha segnato il maggior numero di punti, e questo significa che siamo tornati alle prestazioni che dovremmo avere. Mi aspetto una seconda parte della stagione molto interessante.”

“Sento veramente che la Red Bull sia ancora la squadra più forte, ma la McLaren ha dimostrato qui di essere molto buona, quindi non sto sottovalutando i concorrenti. Ma sono molto felice di vedere che la squadra ha reagito e la performance è quella che deve essere.”

“Ora andiamo in Ungheria, dove non dimentico che l’anno scorso dopo la vittoria in Germania siamo stati uno secondo dal ritmo delle Red Bull, quindi dobbiamo tenere i piedi per terra e continuare a lavorare sullo sviluppo della vettura.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

35 commenti
  1. Federico Barone

    25 Luglio 2011 at 13:05

    Io direi che ìnutile parlare di campionato. È giusto invece continuare a lottare per delle vittorie.

    Dei conti finali credo che non ci si debba interessare a Maranello. Sicuramente non per ora. Ma non credo che si ripeterà il 2010.

    • luca

      25 Luglio 2011 at 13:19

      bravo barone,bravo,deduzione eccellente

      • Federico Barone

        25 Luglio 2011 at 13:43

        Grazie, faccio del mio meglio… 😉

  2. Rezz

    25 Luglio 2011 at 13:14

    Non hanno nulla da perdere, è il momento di dare tutto… poi vedremo.

    • luca

      25 Luglio 2011 at 13:23

      rezz a budapest trionfo redbull,pista ad hoc per le caratteristiche redbull.sole,pista ad altissimo carico aereodinamico,ingredienti eccellenti per la redbull.
      secondo me la ferrari andra’ bene ma non sara’ ai livelli redbull,questi ultimi 2 gran premi hanno evidenziato che i circuiti a pochissimo carico hanno dato un’aiuto alla ferrari ma i prossimi 2 la vedo grigia per la rossa.
      una mia opinione e nulla di piu’
      ciao

      • Rezz

        25 Luglio 2011 at 14:23

        Altro punto a sfavore della Ferrari è che, storicamente, a Budapest chi è primo alla prima curva vince dato la quasi impossibilità di soprassare. Considerando le capacità delle RB in qualifica la vedo davvero nera. Per quanto riguarda Spa la vedo diversamente: rimane una pista difficile e tecnica, da veri piloti che dovrebbe esaltare Vettel, Alonso e Hamilton.

      • Mattia

        25 Luglio 2011 at 15:42

        In Ungheria la favorita è sicuramente la Red Bull, mentre in Belgio sia la Ferrari che le McLaren potrebbero dire la loro.

    • vincenz021

      25 Luglio 2011 at 13:43

      Sono d’accordo l’impresa pare impossibile ma la matematica ancora lascia la porta aperta.

    • Emanuele

      25 Luglio 2011 at 13:59

      Luca, sono proprio le piste a basso carico aereodinamico che sulla carta non vanno bene alla rossa.

      • luca

        25 Luglio 2011 at 15:01

        emanuele ti ricordi l’anno scorso che la ferrari in germania ha dominato con alonso poi al gp successivo propio a budapest prendeva 1 sc al giro da’ vettel!!!
        percio’ budapest e un circuito che si addice alle caratteristiche della redbull poi aggiungendo che sul giro secco la red per ora e’ imbattibile e in ungheria chi parte perimo e’ avvantaggiato in quanto non c’e’ modo di superare.
        ciao

  3. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    25 Luglio 2011 at 13:22

    Ecco vediamo che non restino solo parole! Bisogna continuare così senza mollare mai!

  4. giovanni

    25 Luglio 2011 at 13:37

    Veramente Silverstone non è certo una pista a basso carico, certo un pò di disgrazia altrui, ma le Red Bull erano prendibili cmq.
    Il vero problema e che in ungheria i sorpassi sono difficili e la qualifica è più importante.

  5. Vito

    25 Luglio 2011 at 13:55

    La strategia d’attacco dovrebbero attuarla in gara. Quando capiranno che i pit stop devono farli prima degli altri??? non fanno altro che aspettare le mosse di redbull e mclaren per poi copiarle. Alonso fa i miracoli in pista e poi è costretto a uscire dietro un webber mediocre soltanto perchè lui si è fermato un giro prima e ha potuto sfruttare la gomma nuova. Esce davanti a tutti dopo il secondo pit e perde la posizione su hamilton perchè a gomme fredde non può nemmeno fare la curva. Per non parlare dell’ultimo pit quando pensavano di essere più veloci di hamilton con gomme dure solo perchè il muretto mclaren gli aveva comunicato che le dure erano 1,2 sec più lente. ridicoli.
    E pensare che potrebbero sfruttare il fatto che la ferrari non è aggressiva sulle gomme. uno, due giri in più all’ultimo stint non cambierebbero nulla.
    Da ferrarista sono veramente avvilito di vedere una squadra che dall’anno scorso non è in grado di aiutare il prprio pilota con una strategia logica. Fin quando non cambiano metodo Alonso non vincerà una gara. Mancano di personalità e così non si va da nessuna parte.

    • Federico Barone

      25 Luglio 2011 at 21:02

      Alonso ha già vinto una gara… 😉

      • Vito

        25 Luglio 2011 at 23:00

        l’ha vinta Alonso o l’ha persa Vettel?? dobbiamo essere un pò oggettivi.
        fermo restando che secondo me Alonso-Ferrari è alla pari, se non superiore rispetto alla redbull

      • Vito

        25 Luglio 2011 at 23:01

        anzi gliel’hanno fatta perdere ai box…

      • Federico Barone

        26 Luglio 2011 at 09:12

        A me sembra che l’abbia vinta Alonso.

      • Vito

        26 Luglio 2011 at 10:00

        ognuno ha le proprie opinioni…

      • Federico Barone

        26 Luglio 2011 at 11:56

        È evidente.

      • Vito

        26 Luglio 2011 at 13:25

        cos’è evidente scusa? che senza quell’errore ai box vettel sarebbe ancora uscito primo? e che era ancora una volta alonso a dover fare tutto in pista? si questo è evidente.

    • vincenzo21

      26 Luglio 2011 at 11:34

      Sono d’accordo sulle strategie Ferrari che lasciano desiderare, non darei colpe che non ha al solo Domenicali mancano delle vere teste pensanti e spregiudicate.

  6. Esercitato

    25 Luglio 2011 at 13:57

    Bellissima gara, le Ferrari stanno recuperando, Lewis Hamilton fa la differenza e le Red Bull sono state (un po) penalizzate dai nuovi divieti.

    Il Gran Premio di Germania presenta comunque un paio di perplessità:

    1- Alonso non compie giri veloci durante l’ultimo pit stop di Hamilton (come tutti ci saremmo aspettati)
    2- Massa viene penalizzato da un pit stop più lungo del previsto, dando modo a Vettel di superarlo.

    Considerazioni:

    la Ferrari ha difficoltà durante i primi giri con le gomme ancora non in temperatura, ma le gestisce meglio,e quando gli altri cominciano a soffrire Lei, invece, è ancora performante (non sempre pero…)

    Domenicali liquida la domanda del cronista sul pit stop di Massa dicendo semplicemente che è stata colpa di un “dado”

    Fatto sta che nei momenti “topici” la ferrari (squadra compresa) è mancata…

    Lascio a voi tutti eventuali riflessioni.

  7. Max

    25 Luglio 2011 at 14:43

    sì vabbè queste sono chiacchiere da bar. La tattica d’attacco doveva cominciare in Australia, non a metà campionato.
    E’ chiaro che anche la McLaren userà una strategia d’attacco, come la chiama lui, ed è anche evidente che nè la Ferrari nè la McLaren sono ormai in grado di rimontare Vettel.

    Tattica o non tattica, quest’anno è andato. La strategia d’attacco a questo punto serve solo a far divertire i piloti in pista, senza pretese iridate.

    • Carmine

      25 Luglio 2011 at 14:52

      …… E aggiungerei noi da casa visto che non ci dovrebbero essere troppi tatticismi ma solo una strategia per puntare alla vittoria. Proprio quest’ ultima strategia dimostra che non guardano troppo alla classifica, perchè se voglio vincere sempre significa che anche arrivare 2° è una sconfitta, mentre chi pensa alla classifica può fare il “ragioniere” in gara e accontentarsi anche di un buon piazzamento.

    • luca

      25 Luglio 2011 at 14:53

      hai ragione ciao

  8. Beppe (tifoso RedBull)

    25 Luglio 2011 at 16:01

    Mah io non ragionerei più di tanto su piste favorevoli o meno, i GP sono talmente imprevedibili ultimamente.
    Onestamente chi avrebbe scommesso su una vittoria della Mclaren di Hamilton in Germania dopo la gara di Silverstone?

    Beppe

  9. maxfunkel

    25 Luglio 2011 at 16:48

    Crederci sempre, arrendersi MAI!!!!!!

  10. Andrea

    25 Luglio 2011 at 17:11

    io apetterei prima di dare per scontato tutto, anche lo stesso mondiale a Vettel, tanto più che c’è anche Webber che potrebbe dire la sua…
    …sempre se horner & co non gli tagliano le palle come al solito!!!!

  11. Vigor

    25 Luglio 2011 at 17:53

    Tutti ci chiediamo quale monoposto, tra Ferrari Red Bull e McLaren, sarà più o meno competitiva (in base alle caratteristiche tecniche)in Ungheria e nei prossimi GP, io mi chiedo pure qual’è il pilota nelle migliori condizioni psicologiche e pressione mentale ( classifica permettendo!) per condurre una eccellente seconda parte di Campionato! Forse la strategia d’attacco non è solo legata all’aspetto tecnico, ma anche a quello umano del pilota. Vedremo!

  12. Mentos96

    25 Luglio 2011 at 20:48

    Vorrei ricordare a tutti che se anche la pista di Budapest non è la più adatta alla Ferrari, lo scorso anno Fernando è arrivato secondo…

    • Beppe (tifoso RedBull)

      25 Luglio 2011 at 22:47

      Ma hai visto il GP di Webber ed i suoi tempi sul giro …. ….

      Beppe

      • Alemoro (tifoso Ferrari)

        26 Luglio 2011 at 11:33

        comunque è arrivato secondo… e poi ci sono troppe variabili quest’anno per predire chi sarà avvantaggiato.

    • Carmine

      26 Luglio 2011 at 00:01

      Beh l’ anno scorso Alonso arrivò 2° se non sbaglio per un errore di Wettel che non rispettò la distanza dal compagno di squadra in regime di safety car e dovette affrontare un drive trought. Inoltre se non ricordo male Webber fece un garone gestendo bene le gomme morbide…. non ricordo esattamente tutta la gara, ma ricordo che con la sua strategia spiazzò tutti.

  13. giacomo

    26 Luglio 2011 at 14:16

    frase…arguta:
    -Inoltre, con la McLaren che ha riscoperto la sua forma migliore con Lewis Hamilton vincitore in Germania, e il fatto di avere due squadre che combattono Vettel potrebbe contribuire a rafforzare la loro possibilità di successo.
    ma l’autore si è reso conto che Hamilton ha portato via più punti proprio ad alonso? possibile che certi tifosi non abbiano un poco di buon senso? e se hamilton o qualcun altro fosse tra vettel e alonso? cosa possibile…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati