McLaren Honda, Button: “Ci sono diversi aspetti positivi in questo weekend”

Alonso: "So che quello di McLaren Honda è un progetto a lungo termine"

McLaren Honda, Button: “Ci sono diversi aspetti positivi in questo weekend”

Fondo della griglia per le due McLaren Honda, davanti alle Manor di Mehri e Stevens, con Alonso alle spalle di Button . Un risultato di certo non incoraggiante per quelli di Woking, ma che team e piloti sono sicuri non dovranno “sopportare” ancora a lungo. Nel complesso la MP4-30 ha già mostrato di essere progredita molto rispetto al debutto australiano, e per ora la raccolta di dati e la messa a punto della monoposto rimangono gli obiettivi principali.

“Era davvero difficile portare le gomme in temperatura nel corso delle Qualifiche”, ha spiegato Button a fine sessione. “Nel primo settore ho sempre fatto molta fatica, mentre la macchina si comportava meglio nel secondo e terzo settore. Prima delle Qualifiche penso avessimo sperato di essere un po’ più vicini alle macchine davanti a noi, ma questo weekend finora ci ha comunque visto compiere un importante passo in avanti in termini di performance. Inoltre, il nostro passo gara – e la nostra costanza nei long run – sembra regalarci qualcosa in più rispetto al passato”.

“Mi piacerebbe pensare che domani in gara potremmo avvicinarci ad alcuni dei rivali davanti; speriamo. Ci sono diversi aspetti positivi in questo weekend: abbiamo fatto un notevole miglioramento in termini di passo e il motore può dare ancora molto, così come il pacchetto aerodinamico”, ha concluso il pilota della McLaren.

Prima Qualifica della stagione per Fernando Alonso, che ha commentato così la propria prestazione a fine giornata: “La nostra forma oggi non mi ha sorpreso, ma penso che la performance vista finora in questo weekend sia stata migliore di quanto avessi anticipato prima di arrivare qui in Malesia. Direi che i progressi fatti dall’Australia sono stati fantastici – siamo più vicini ai nostri rivali più prossimi ora – ma comunque sotto-performanti, e abbiamo ancora bisogno di migliorare. Comunque, i passi in avanti fatti con la monoposto dimostrano un sacco di progressi, quindi sono ottimista sul fatto che non rimarrò in Q1 ancora a lungo”.

“Se domani dovesse piovere sarà una nuova parte del processo di apprendimento per la squadra. Anche per me, dal punto di vista della partenza, del giro di formazione, i pit stop, sarà tutto nuovo visto che ero assente in Australia. Questo mi dà fiducia in vista delle prossime settimane. Non siamo certo in una posizione ottimale di partenza per una gara ma sono totalmente consapevole del fatto che quello di McLaren Honda sia un progetto a lungo termine. Vogliamo battere la Mercedes e per farlo ci vuole tempo e bisogna essere preparati a cogliere le occasioni quando si presenteranno”, ha avvertito lo spagnolo.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

14 commenti
  1. Sbrillo

    28 Marzo 2015 at 17:39

    penso che recupereranno. nelle PL3 Alonso ha fatto nel suo giro buono, nel secondo settore 34.2 (se non sbaglio) a 1 decimo dal tempo di Rosberg sempre in quel settore. la Ferrari ha preso 7 decimi. Penso che questa Mclaren sia ben messa sul piano del telaio. vedremo

  2. Alecx

    28 Marzo 2015 at 17:43

    Hanno recuperato quasi due secondi rispetto ai primi, da Melbourne. Ovvio che piu ti avvicini piu è difficile recuperare, ma sono sicuro che dal GP di Spagna, saranno stabilmente in grado di entrare in zona punti.

  3. stefanogue74

    28 Marzo 2015 at 18:20

    Da 28 anni sono tifoso Mclaren, ci sono periodi stupendi e periodi bui. Bisogna portare pazienza e credere nella team, sanno coso fare.

  4. donato52

    28 Marzo 2015 at 20:37

    Button insiste a vedere il bicchiere mezzo pieno, povereaccio, bisogna capirlo. Ma la domanda è: Chi s’è fregato l’altrpo mezzo bicchiere?

  5. donato52

    28 Marzo 2015 at 20:41

    Zio Fonso dice che il progetto è a lungo termine. Talmente lungo che gli verrà la barba bianca e il latte alle ginocchia…mah,,,chi lo capisce quello..

  6. felicinoss

    28 Marzo 2015 at 21:58

    ….che entusiasmo gli mcladren…..contenti loro con quel catorcio che anno….!ormai sono anni e anni che non vedono un mondiale e ne passeranno ancora tanti…ma tanti, semplicemente penosi pomposi e arroganti.

    • voicelap

      28 Marzo 2015 at 22:38

      Comunque sempre un anno in meno della Ferrari….

      • Dariok

        29 Marzo 2015 at 00:13

        la Ferrari ha perlomeno fatto una bella scorpacciata prima del digiuno 😉

  7. 12cilindri

    28 Marzo 2015 at 22:17

    certo se qualcuno gli passasse gli schemi tecnici della mercedes come tempo fà ha fatto con la ferrari, penso che tornerebbe subito competitiva,vergonatevi tifosi di una squadra arrogante truffaldina e copiona

  8. Marsico

    28 Marzo 2015 at 23:03

    la butto via cosi senza voler fare troppe polemiche….ma che hanno rubato in passato non ci sono dubbi ma mi chiedevo se quelli che dicono ai tifosi McLaren di tifare un team fasullo sono nel calcio casomai tifosi della juve?!?!?!!!:-P

  9. Radioattivo

    29 Marzo 2015 at 00:41

    Penso che la Mclaren tra poche gare stupirà molte persone che ancora non hanno compreso che stanno girando con una marea di cavalli in meno. Quando decideranno di metterli tutti è perchè si fideranno del motore. Bruciando le powerunit adesso significherebbe non correre il campionato, non avrebbe senso.
    Conosco Honda come motorista e in passato anche su macchine stradali ha creato motori unici al mondo, non credo si siano rimcoglioniti.

  10. Pedro33

    29 Marzo 2015 at 01:24

    mmmmmm beh il tuo discorso non fa’ una piega hehehehe

  11. reaper

    29 Marzo 2015 at 12:47

    nel senso che chi tifa juve è sicuro di non tifare un team fasullo, intendevi questo vero?

  12. Maxfunkel

    29 Marzo 2015 at 15:39

    Alonso dice che crede nel progetto lungo termine della McLaren… ma sarà che nessuno crede forse alle sue parole? ormai ci ha abituati a un certo suo comportamento da prima donna assoluta, ad un modo di comportarsi egoistico ed egocentrico che prima attira a sé ogni decisione e procedura all’interno del Team, per poi portarlo a certe situazioni di disagio salvo poi scaricarlo quando le cose non vanno più come a lui piace… e ne è testimone la clausola di svincolo all’interno del contratto come da più parti rimarcato…
    Alonso ha mollato la Ferrari non perché non credeva più nel progetto a (meno) lungo termine della McLaren, ma per due motivi:
    1)soldi… non si accontentava di una paga ipermegaelevata…
    2) perdita di potere; il nuovo corso Marchionne-Arrivabene lo aveva immediatamente dimensionato al suo ruolo e a lui non stava bene…

    Ora ci penserà Ron Dennis a rigestirlo di nuovo e i primi sintomi di un malessere ci sono stati con le dichiarazioni sullo sterzo poi smentite da Button…

    Auguri McLaren…davvero.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati