Lotus, ordine di scuderia per Grosjean in Bahrain

"Kimi is faster than you"

Lotus, ordine di scuderia per Grosjean in Bahrain

A Romain Grosjean è stato impartito un ordine di scuderia piuttosto famoso al recente GP Bahrain. Secondo la televisione finlandese MTV3 al francese è stato chiesto di non ostacolare il suo compagno di squadra, Kimi Raikkonen.

“Kimi is faste than you”, una frase identical al famoso ordine di scuderia impartito dalla Ferrari a Felipe Massa ad Hockenheim nel 2010, per comunicare al brasiliano di lasciare la vittoria a Fernando Alonso. Per quell’episodio la Ferrari fu multata di 100.000 dollari in quanto all’epoca gli ordini di scuderia erano vietati.

“Non vogliamo imporre degli ordini di scuderia” ha ribadito il team principal della Lotus, Eric Boullier, minimizzando. “Quindi li abbiamo lasciati correre normalmente e quello che è accaduto è accaduto”.

Raikkonen ha chiuso al secondo posto la gara di Sakhir davanti a Grosjean.

Lotus, ordine di scuderia per Grosjean in Bahrain
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

30 commenti
  1. Kimi F1

    30 aprile 2012 at 21:41

    I team order quest’anno mi sà che sono permessi quindi non vedo tutto questo scandalo

    • Frenk

      30 aprile 2012 at 22:10

      E niente multa,discorso chiuso.

      • Fernando

        30 aprile 2012 at 23:28

        Lo avessero fatto Ferrari o RedBull, apriti cielo lo stesso però…

      • LucaR

        1 maggio 2012 at 00:39

        Non è la stessa cosa: in primo luogo ferrari aveva la corsa in tasca e ha solo privato della vittoria massa a scapito di alonso, mentre la lotus ha solo evitato che una battaglia interna danneggiasse il pilota più veloce…premesso che le regole ora sono diverse.

      • Frenk

        1 maggio 2012 at 09:59

        Di fatto gli ordini sono concessi,chi lo nasconde(e lo nascondeva) è solo ipocrita.

      • Fernando

        1 maggio 2012 at 14:50

        LucaR finiamola con la corsa in tasca, la Ferrari si giocava il mondiale e per quei punti Alonso mise il pepe al culo della RedBull, Massa non avrebbe fatto null’altro che quella vittoria.
        Ti invito a risentire su youtube le conversazioni in corsa tra i muretti di McLaren ed i suoi piloti quando erano vietati gli ordini di scuderia…
        “Jenson slows your consumption is high” mentre Button attaccava Hamilton… era mascherato ma era chiaro… finiamola con queste storie

      • Maria

        2 maggio 2012 at 08:58

        che tristezza 🙁
        E purtroppo lo facciamo anche noi:
        “Mark maintain the gap”.

    • Daniele

      1 maggio 2012 at 13:21

      Ma la notizia è che l’hanno fatto a presa in giro di Hockeneim 2012, in stile red bull..(vi ricordate la cartolina con le renne?)

      • frederick

        1 maggio 2012 at 13:37

        Lo avevo sentito nel video ufficiale del Bahrein…Ormai la Ferrari ha fatto scuola 😀

  2. Enrico Carrossino

    30 aprile 2012 at 21:48

    Veramente la frase di quel gp era “fernando is behind you”, cmq….

  3. francis

    30 aprile 2012 at 22:22

    Gli ordini di scuderia ci sono sempre stati, solo che c’è chi sapeva nasconderli bene e chi no, vedi la ferrari che fu giustamente punita dopo Hockenheim e che sarebe stata addirittura da squalificare dopo il famoso arrivo di Zeltweg tra Barrichello e Schumi, in una stagione che si capiva già sarebbe stata dominata in lungo e in largo. Gli inglesi le hanno sempre usate ma non lo ammettevano, se non in pochi casi manifesti (la Williams con Mansell e Patrese o la Lotus con Andretti e Peterson) e comunque sapevano metterle in pratica in modo non così plateale e scorretto.

    • Frenk

      30 aprile 2012 at 22:40

      Beh,sul plateale concordo,ma se le mettevano in pratica non vedo come si possa farlo in modo più o meno scorretto,ti spiace essere più preciso?

    • Samuele

      1 maggio 2012 at 10:25

      Scorretto secondo chi? secondo te o secondo il regolamento? Finchè è permesso, allora è corretto.

    • Mattia

      1 maggio 2012 at 11:14

      La Ferrari è stata punita nel 2010 perché in quella stagione gli ordini di scuderia non erano concessi.
      In tutti gli altri esempi che hai citato non c’erano regole che vietavano gli ordini di scuderia (com’è giusto che sia).

    • DarioK

      1 maggio 2012 at 13:01

      ti smentisco, in Austria non si poteva ancora sapere che poi quella stagione sarebbe stata dominata dalla Ferrari; 4 punti avrebbero significato molto in campionati come quelli che erano appena passati; non fu una mossa bella, ma secondo me la migliore da fare

      • AySe

        1 maggio 2012 at 14:10

        bah, prima dell’austria su 5 gare schumacher ne aveva vinte 4 e aveva già il doppio dei punti di montoya allora secondo in classifica…..e si vedeva chiaramente il potenziale

  4. Mauri

    30 aprile 2012 at 23:16

    non vedo il nesso visto che le regole sono diverse ora

  5. minideto

    30 aprile 2012 at 23:47

    lo trovavo normale anche quando non erano legali.I team hanno 2 piloti a stipendio e possono decidere quello che reputano sia il meglio per la squadra.

  6. Federico Barone

    1 maggio 2012 at 09:45

    Mancano di fantasia, se hanno usato la stessa frase. Avrebbero potuto dire; “Kimi ha fretta!”

    I soliti copioni! 🙁

    • Frenk

      1 maggio 2012 at 10:04

      “Kimi ha fretta,di farsi una grappetta” 😉
      Voglio un gran bene a Kimi,questa vuole essere solo una battuta. 😀

      • MikeCTF (tifoso Ferrari)

        1 maggio 2012 at 12:09

        magari voleva la sua Vodka che era proibita in Bahrain!! 😀

  7. Alef1fan

    1 maggio 2012 at 10:06

    I team order sono legali. Io lo reputo giusto, perchè rischiare un botto tra Grosjean (testa calda) e Kimi e mandare all’aria 30 e passa punti? Tanto Kimi era più veloce!

    E così anche per Germania 2010 , dove tutti hanno fatto uno scandalo. I team order sono sempre esistiti e sempre esisteranno.

    Non li condivido solo quando due piloti sono alla pari e se la possono giocare senza botti.

  8. dekracap

    1 maggio 2012 at 10:58

    Infatti non capisco perchè in alcune dichiarazioni Raikkonen ha detto, certe cose sono vietate e noi rispettiamo le regole….
    Mentre correva nei rally non gliel’hanno detto che le regole sò cambiate?

  9. Mattia

    1 maggio 2012 at 11:16

    Non si tratta di una scoperta della TV finlandese. Basta vedere il video-riassunto pubblicato sul sito ufficiale della Formula 1 (http://www.formula1.com/video/?uid=2012042204R) e sentire la frase “Kimi is faster than you” quando Raikkonen supera Grosjean.

  10. un meccanico della Dacia Logan

    1 maggio 2012 at 16:02

    Avrebbero potuto dire: Kimi lavora e questa non é la sua vita,quindi se tu rispetti la gente che lavora lascialo passare, visto che per te la F1 é una passione.
    Abito in francia e seguo a volte le interviste di Grosjean . é veramente un appassionato, che vive in un sogno e che non ha paura a dirlo; nel paddock simpatico quasi come Liuzzi, sereno e senza astio per gli altri piloti.
    Vedendo il gran premio mi é sembrato anche a me che Kimi era ‘faster ‘

  11. dino 75

    1 maggio 2012 at 22:24

    Kimi was so faster for everyone perciò zitti tuttti e finitela co ste baggianate !

  12. F1&Rally

    2 maggio 2012 at 00:05

    Almeno è più onesto di dare due monoposto differenti per dar vantaggio a priori al pilota designato, “ecco perchè alcune scuderie non usano gli ordini di scuderia”…

  13. Maria

    2 maggio 2012 at 08:57

    nooo! anche la Lotus 🙁
    Non potrò più parlare male della Ferrari adesso 😀

  14. Dado (forza Vettel)

    2 maggio 2012 at 09:31

    Gli ordini di scuderia sono sempre esistiti e sempre esisteranno… il mondiale di f1 è un “lavoro di squadra”, dunque è giusto così. Non ci vedo nulla di scandaloso. Trovavo, anzi, ipocrita la regola che li vietava.

  15. aloysius wibowo

    3 maggio 2012 at 12:57

    lotus and kimi my hero in f1

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati