Liuzzi sulla giornata di servizi sociali scontata da Verstappen nell’ePrix di Marrakech: “Il suo approccio è stato equilibrato”

"Era con gli steward dalle sette del mattino fino alla termine della gara, non è mai stato distratto ed è rimasto sempre concentrato", ha sottolineato ad Autosprint l'ex pilota di Formula Uno

Liuzzi sulla giornata di servizi sociali scontata da Verstappen nell’ePrix di Marrakech: “Il suo approccio è stato equilibrato”

Tra i volti noti presenti nell’ultimo ePrix, disputato sulla pista di Marrakech lo scorso 12 gennaio, figurava anche Max Verstappen. Non chiaramente in pista ma tra gli steward. Difatti l’olandesino, presente al secondo evento stagionale della Formula E, ha scontato uno dei due giorni di servizi sociali (penalità inflittagli dopo il duro faccia a faccia post GP del Brasile con Esteban Ocon, ndr) assumendo appunto il ruolo di commissario.

Parlando del comportamento mostrato da Verstappen nel corso di quella giornata, Vitantonio Liuzzi – drivers’ steward nell’ePrix di Marrakech – parlando al settimanale Autosprint ha detto: “Il suo approccio è stato molto equilibrato. Ha mostrato subito un grande interesse per il lavoro degli steward e lo abbiamo coinvolto. In questa occasione l’ho visto comportarsi in modo ancor più maturo”.

L’ex pilota di Formula Uno ha poi aggiunto: “Era con gli steward dalle sette del mattino fino alla termine della gara, senza mai prendersi una pausa e a volte con parecchie ore dove non aveva da far nulla. Ma non è mai stato distratto e ed è sempre rimasto concentrato”.

Liuzzi sulla giornata di servizi sociali scontata da Verstappen nell’ePrix di Marrakech: “Il suo approccio è stato equilibrato”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati