Lauda: “La situazione gomme è fondamentalmente sbagliata”

Hembery difende la Pirelli: "Le gare ora sono più emozionanti"

Lauda: “La situazione gomme è fondamentalmente sbagliata”

Niki Lauda ha criticato la situazione delle gomme in Formula 1, accusando la Pirelli e la FIA di confondere i fans.

“La situazione con le gomme è assolutamente stupida” ha dichiarato il tre volte campione del mondo nonchè azionista e chairman della Mercedes.

“Gli artifizi che creano tanti pitstops sono sbagliati” ha dichiarato l’austriaco alla Bild.

“La Pirelli non può aiutare molto in quanto loro fanno solo quello che la FIA gli ordina di fare, ma per il 90 percento di una gara nessuno sa cosa sta succedendo”.

Il poleman Sebastian Vettel ha concluso la prima gara del 2013 al terzo posto, mentre la Lotus di Kimi Raikkonen ha fatto un pitstop in meno e sorprendentemente ha vinto la gara dopo essere partito dal settimo posto.

Lauda ha dichiarato che l’attuale situazione con le gomme che influenzano sempre più i risultati, sta confondendo i fans.

“Il mio vantaggio è che io posso chiedere agli ingegneri Mercedes. I fan non possono. Ma anche la nostra gente alla Mercedes è confusa”.

“Quando le gomme sono così morbide non vanno bene per la F1. I fans non capiscono perchè ci sono più di due pitstops. Per la F1 questo è il percorso sbagliato”.

La Pirelli dal canto suo ha respinto le critiche tramite Paul Hembery: “Molti fans ci dicono che pensano che adesso le gare sono più emozionanti”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

28 commenti
  1. icedavid

    20 Marzo 2013 at 10:45

    Bhe del resto lo scorso anno davano la colpa al pluricampionissimo del mondo!!! Oggi…se la prendono con la Pirelli!!! Lauda ma xk nn te ne torni a fare il manager della tua compagnia aerea?? Che tra le altre cose la prima ha fallito!!! La seconda vediamo cm va a finire!!!

    • Federico Barone

      20 Marzo 2013 at 12:34

      Indipendentemente dal modo che ha, Lauda ha fondalmentalmente ragionissima!

      • Federico Barone

        20 Marzo 2013 at 12:40

        Lo so: c’è una “l” di troppo. 😉 sorry!

      • Ric

        20 Marzo 2013 at 18:52

        Assolutamente d’accordo

      • 91.

        20 Marzo 2013 at 21:34

        Ragione ha ragione.

        Ogni pilota ha il suo proprio stile di guida ed io trovo che tutte queste cose stanno togliendo spettacolo alla f1, io non trovo gusto a vedere piloti aggressivi bloccati da gomme sfilattate con xonseguenti sorpassi a 100 orari in pitline.

  2. mloF1

    20 Marzo 2013 at 10:59

    E`anche vero che arrivati ad una certa eta` bisognerebbe lasciare il circus ! sono diventati dei testoni queste leggende viventi !! Per Lauda io dico: con le gomme c’e`più spettacolo! e per Ecclestone: pensa meno ai soldi!

  3. jack74

    20 Marzo 2013 at 11:14

    bhe non c emolto da capire la lotus gia lo scorso anno trattava meglio le gomme quindi con un ritmo meno spinto kimi e’ riuscito a vincere , mentre gli altri dovendosi tenere a bada spingendo di piu hanno dovuto sfruttarle maggiormente quindi per evitare il crollo dei tempi le hanno sostituite una volta in piu’ , poi ce’ da dimostrare se rb e ferrari sarebbero state in grado di farle solo 2 soste , magari nando e il vitellino invece di fare 2′ e 3′ avrebbero fatto 5′ e 6′ con uno stop in meno

  4. Slauzy

    20 Marzo 2013 at 11:39

    Niki Lauda, un altro che blatera a vuoto.

  5. fab666

    20 Marzo 2013 at 11:51

    Ma se a Hamilton la scelta di fare due stop avrebbe funzionato come previsto (ha distrutto le sue gomme), Lauda sicuramente non si sarebbe lamentato

  6. Ele (mclaren)

    20 Marzo 2013 at 12:37

    ..dico solamente che non sono in grado di fornire gomme da pioggia un po’ serie..dopo due gocce e piloti che fanno piroette e destra e a manca ecco sventolare bandiera rossa..

    • Federico Barone

      20 Marzo 2013 at 12:39

      Sarebbero in grado, ma è la FIA che deve modificare i regolamenti. Purtroppo non vogliono più che i piloti duellino con la pista bagnata. A dire il vero, con le penalizzazioni che piovono al minimo contatto, sembra che la FIA non voglia più nemmeno che i piloti duellino… 🙁

    • Maxfunkel

      21 Marzo 2013 at 10:07

      non è colpa delle gomme da pioggia, la colpa è delle vetture di oggi, estremizzate nell’aerodinamica e nell’impossibilità di modificare gli assetti in caso di pioggia… ma avete visto nelle qualifiche in Q1 quanta acqua sollevavano le vetture mentre giravano? una cosa simile non si era mai e dico MAI vista… appena c’era un rivolo di acqua che interrompeva il flusso e l’effetto suolo creato la vettura volava via… bella roba vero? Certo il manico dei piloti suppliva molto cercando di mantenere in strada queste schegge impazzite ma santoiddio, l’intelligenza e la sicurezza avrebbe imposto di modificare l’assetto….

  7. Federico Barone

    20 Marzo 2013 at 12:37

    Come non detto: ecco qui sopra i fans che sostengono questo scempio regolamentare e che si congratulano con Hembery. L’importante è lo show, il movimento, i sorpassi (fasulli). Non vogliamo più vedere i trenini, che poi ci prendano in giro non è importante. Chissenefrega se lo sport non ha più importanza?

  8. Vincenzo

    20 Marzo 2013 at 13:53

    Lauda tante volte ha sparato sciocchezze o quasi ma satvolta ha ragione da vendere a prescindere dalla Mercedes, un campionato non può essere deciso dalle gomme solamente. Mi auspico che la maFIA ci ripensi e che ci sia anche un’altro fornitore di gomme.

    • Federico Barone

      20 Marzo 2013 at 14:05

      Io non ci spero più ormai. È finita: ho perso. I dati delle tv e gli sponsor danno ragione a questa F1-wrestling.

      • Franz Iacobelli

        20 Marzo 2013 at 15:27

        mah, nn ne sarei sicuro! Sai quanta gente sento che nn segue più la F1. Io pure le gare nn le guardo più! Ho visto la replica di Melbourne solo perché aveva vinto Kimi, ma altrimenti guardo solo i risultati finali! Poi ora che la f1 è passata a Sky nn penso che tutti abbiano speso dei $ x l’abbonamento! Io non l’ho fatto x esempio.
        E nun te fà ingannà da quello che dicono dei dati di ascolto, a falsificalli nun ce vò niente. Del resto mica potrebbero dì “Gli abbonamenti a Sky sono meno del previsto”, sarebbe come ammettere la sconfitta e non potrebbero mai farlo. Pure “colui che non può essere nominato” diceva che la crisi era passata e che potevamo spendere soldi senza problemi, ma la crisi era forse passata?

      • Federico Barone

        20 Marzo 2013 at 16:47

        Franz, ma che c’entra Voldemort? 😉

  9. Franz Iacobelli

    20 Marzo 2013 at 15:20

    bè io sono d’accordissimo con lui! E’ inconcepibile che delle gomme durino così poco e ci siano così tanti pit-stop! Le gare non diventano affatto più emozionanti xkè un pilota per superarne un altro usa la strategia di gara.
    E anche i sorpassi col DRS sono semplicemente fasulli.
    Senza contare l’enorme aumento di costi per la produzione di più pneumatici e relativi cerchioni!
    Come al solito si introduce una regola per aumentare lo spettacolo e l’effetto è il contrario, e io credo volutamente, visto che chiunque capirebbe che un certo provvedimento avrebbe certi effetti anziché altri.
    Quello che dice Hembrey poi conta poco! Mica ci si poteva aspettare che dicesse “le nostre gomme fanno schifo”

  10. feretto

    20 Marzo 2013 at 16:07

    Concordo. E’ inconcepibile vedere un cambio gomme dopo appena 7 giri…..Inoltre credo che per un appassionato sia meglio vedere un sorpasso in pista piuttosto che ai box!?!. Quindi ben vengano ali mobili ecc… in grado di facilitare i sorpassi ma non questi artifizi. Inoltre, nella F1 sempre più ecologica (vedi kers), sono tanto rispettose per l’ambiente quelle montagne di gomma a bordo pista alla fine di un GP????

  11. Susan

    20 Marzo 2013 at 16:43

    E dire che tutta la f1 sia votata al risparmio
    e pura idiozia .

  12. Susan

    20 Marzo 2013 at 16:55

    Gomme create con il solo scopo di favorire il produttore , motori dal 2014 nn piu’ V8 ma 6 cil. turbo . Tutto questo ha’ comportato x le scuderie investimenti in termini di denaro nn indifferenti. E la FIA nn perde occasione x sventolare che bisogna ridurre i costi se si
    vuole che il ” carrozzone ” come veniva definito una volta continui a girare.
    Ma chi governa il tutto nn si rende conto che lo spettacolo alla fin fine nn reggera’ piu’.

  13. salvo

    20 Marzo 2013 at 19:20

    …dopo MARKO ecco LAUDA…2 AUSTRIACI MOLTO CHIACCHIERONI…parlano solo quando le cose non sono a loro favore….

  14. michele

    20 Marzo 2013 at 19:50

    @Lauda

    Io al posto tuo mi terrei ben stretto il purosangue.

    Ogni tanto gli darei un cubetto di zucchero e una bella spazzolata; invece di fare commenti inutili sulle gomme da masticare…

    se ne vedono molto pochi così..

    tu lo sai che voglio dire…

    sei stato nella fossa dei Leoni,

    hai corso nelle praterie con i veri purosangue…

    perciò hai voluto Hamilton..

    Eh! caro Niki!.. ai tempi nostri era tutto diverso e le gomme dovevano durare almeno un GP.

    I tempi sono cambiati..

    ora ti resta solo il tuo raro cavallo di razza..

    trattalo bene e vedrai che ti risolverà anche questa storia del chewingum..

    http://www.youtube.com/watch?v=q-BOfgSw2Po

  15. moha87

    20 Marzo 2013 at 20:17

    Allora visto che parlano sempre di ridurre i costi della F1, perchè la FIA ha chiesto alla pirelli di fare ste gomme schifose che ti costriggono a conservare e non a dare il massimo dall’inizio fino alla fine. certo negli untimi anni ci sono più sorpassi, ma che sorpassi sono? uno con gomme fresche sorpassa l’altro con gomme finite, oppure uno usa DRS e l’altro no.
    se fossi uno della FIA farei gomme dure che durerebbero un GP e mezzo cosi nessuno deve gestire,ma arrivare al limite e lascio scatenare tutti.

  16. Augu

    20 Marzo 2013 at 21:55

    Hembery e’ contento si…vendono il triplo di gomme ai team!

  17. eliminatore

    20 Marzo 2013 at 22:39

    La FIA non modifica i regolamenti finchè Hamilton non smette di correre. signori,voi non capite davero fino a questo punto:tutti nuova regolamenti e gomme schifose contro caratterestica e stile guida di Lewis.
    Vota questo commento:

  18. Maxfunkel

    21 Marzo 2013 at 10:08

    PRENDIAMOCELA CON LA FIA E CON I TEAM TUTTI, CHE HANNO APPROVATO LE SPECIFICHE CORRENTI DELLE GOMME, IN QUANTO CREANO MAGGIOR SPETTACOLO…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati