La FIA sul caso Mercedes: tutti i team dovevano avere la possibilità di provare con Pirelli

Primo chiarimento della Federazione sulla polemica esplosa a Monaco

La FIA sul caso Mercedes: tutti i team dovevano avere la possibilità di provare con Pirelli

In attesa di una relazione completa che sarà preparata dai commissari di gara sul caso Mercedes e probabilmente discussa dal tribunale internazionale della FIA, la Federazione ha diramato un comunicato in cui afferma che la situazione non è così chiara come la Mercedes aveva invece fatto intendere. Sebbene il team ha dichiarato di aver ricevuto una conferma della FIA sulla questione, la Federazione ha dichiarato che in realtà c’erano delle condizioni allegate alla sua approvazione.

La FIA ha rivelato che all’inizio di maggio la Pirelli ha chiesto se sarebbe stato possibile per un team eseguire un test con una vettura attuale (2013).

“Nel contratto che Pirelli ha con la FIA come fornitore unico, c’è un’opzione per loro per coprire fino a 1000 Km di test con qualsiasi team, dopo aver fornito ad ogni team l’opportunità di partecipare” ha dichiarato la FIA nel comunicato. “Pirelli e Mercedes-AMG sono state avvisate che questo test di sviluppo sarebbe stato possibile se svolto dalla Pirelli, e non dal team che avrebbe fornito la vettura e il pilota, e questi test sarebbero stati subordinati alla possibilità per tutti i team di provare per assicurare la piena equità sportiva”.

La FIA ha aggiunto che in seguito alle comunicazioni iniziali con il team e il fornitore non ha ricevuto altre informazioni sul test e nemmeno una conferma che a tutti i team sia stata data la stessa opportunità di prendervi parte.

Il direttore di Pirelli Motorsport, Paul Hembery, ha dichiarato stamani che anche ad altri team è stato chiesto di svolgere dei test ma che la Mercedes è stato il primo team ad accettare: “L’abbiamo fatto prima con un altro team e abbiamo chiesto ad un altro team di fare altrettanto”.

Ross Brawn, team principal della Mercedes, ha dichiarato che la Pirelli ha chiesto agli altri team di dare una mano ma nessuna squadra avrebbe risposto: “Pirelli ha chiesto ai team di aiutarli per 12 mesi ma nessuno li ha supportati. Ci sono stati molto colloqui tra Pirelli e i team chiedendo di fare 1000 Km per loro, e ovviamente abbiamo avuto un problema in Bahrain con Lewis Hamilton che era molto preoccupato a riguardo, e abbiamo fatto lo sforzo di aiutarli. Nessun’altro sembra aver fatto altrettanto”.

La FIA sul caso Mercedes: tutti i team dovevano avere la possibilità di provare con Pirelli
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

43 commenti
  1. mauroo

    27 maggio 2013 at 22:15

    GRANDISSIMI……
    è così nel mondo del laqvoro e nella p.o.l.i.t.i.c.a , morte tua vita mia .
    ross sa sempre quello che fà , abbiamo vinto molti mondiali con lui …..uno è riuscito a vincerlo da solo , prima dettando le basi sui regolamenti , lasciando aperta una porta per la sua interpretazione …. ora lui o sig . lauda fanno i furbi anche con il regolamento gomme ….
    come il solito non succederà niente , se la caveranno con una multa e tutto sarà a posto …. la legge dei soldi.

  2. mauroo

    27 maggio 2013 at 22:17

    speriamo cambino fornitore delle gomme tanto a noi italiani non giova a niente visti che gomme pirelli in italia non ne facciamo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati