Jann Mardenborough: dalla Playstation alla GP3 con Red Bull

L'inglese entra nel programma di sviluppo per giovani piloti

Jann Mardenborough: dalla Playstation alla GP3 con Red Bull

La Red Bull ha ingaggiato Jann Mardenborough per un intenso programma di sviluppo che lo vedrà correre in GP3 con il team Arden International nel 2014. Il 22enne ha vinto la GT Academy organizzata da Nissan e Playstation nel 2011,
una competizione online che l’ha visto primeggiare tra oltre 90.000 videogiocatori prima delle finali ridotte a 12 concorrenti e che vide i piloti virtuali trasformarsi in piloti veri per una settimana di gare sul circuito di Silverstone.

L’inglese ha iniziato le sue gare virtuali all’età di 8 anni quando ha provato per la prima volta il gioco Gran Turismo a casa di un amico. Mardenborough si appassionò fin da subito. Dopo la vittoria nella GT Academy, Mardenborough è diventato pilota ufficiale Nissan e ha sfiorato il titolo British GT nel 2012 e ha chiuso sul podio la gara di LMP2 dell’anno scorso.

Insieme ai suoi impegni nell’endurance nel 2013, il britannico ha corso anche in F3 Europa e F3 inglese. Mardenborough spera ora che la GP3 sia il suo trampolino di lancio verso la F1: “Quello è l’obiettivo ma stiamo solo provando a vedere quanto si può progredire. Se continuo a migliorare penso che sarà possibile” ha commentato il pilota. “La GP3 è sicuramente un miglioramento rispetto alla Formula 3 dello scorso anno. Ho provato la vettura ad Abu Dhabi lo scorso novembre quando abbiamo deciso che questa sarebbe stata la migliore opzione per il mio sviluppo per quest’anno. Non vedo l’ora e ovviamente loro sono molto legati alla Red Bull”.

“Con Red Bull il rapporto sarà legato principalmente all’utilizzo del simulatore, aiutando nello sviluppo dello stesso e forse farlo progredire. Loro sono davvero interessati a me per il fatto che arrivo dal mondo della Playstation quindi sono molto interessati al mio parere sul loro rimulatore. Lavoreremo a stretto contatto durante la stagione e ciò mi aiuterà ad imparare nuovi circuiti come la Russia e l’Hungaroring, piste su cui non sono mai stato prima e potrò quindi prepararmi per la GP3”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati