Il punto di Tombazis: “Un inizio da sei in pagella ma sono ottimista”

Intervista al Chief Designer della Scuderia Ferrari

Il punto di Tombazis: “Un inizio da sei in pagella ma sono ottimista”

Il Gran Premio di Spagna, in programma il prossimo fine settimana, darà inizio alla fase europea del Mondiale di Formula 1 2013. La tappa di Barcellona è tradizionalmente un appuntamento nel quale tutte le squadre portano in pista i primi aggiornamenti tecnici rilevanti della stagione, con l’obiettivo di fare un importante salto in avanti sul fronte delle prestazioni. In un’intervista rilasciata a ferrari.com, Nikolas Tombazis, Chief Designer della Scuderia Ferrari, fa il punto della situazione dopo le prime quattro gare del 2013 e illustra le sue aspettative per le prossime tappe in calendario, ad iniziare dal weekend catalano.

“Credo che i primi riscontri ottenuti – spiega Tombazis – ci consentano di essere ragionevolmente ottimisti per il prosieguo della stagione. Siamo nelle condizioni di poter dire la nostra per le singole vittorie di tappa, così come per la vittoria finale. Tuttavia, se dovessi valutare la nostra performance complessiva con un voto, al momento assegnerei solo un 6 su 10, e questo per due motivi. Il primo è legato al potenziale espresso in qualifica, che nei quattro Gran Premi finora disputati non ci ha consentito di lottare per la pole position. Il secondo motivo è dovuto a due risultati inferiori alle aspettative, ovvero gare in cui abbiamo conquistato meno punti del previsto. Ovviamente abbiamo anche centrato un traguardo molto importante come la vittoria di Shanghai ma non basta. Credo che nel complesso possiamo comunque essere ottimisti in ottica futura”.

La Scuderia è stata protagonista di un avvio di stagione decisamente più competitivo rispetto ai campionati recenti. Tombazis analizza i motivi che hanno portato a questo importante passo avanti: “Abbiamo studiato e messo in campo un percorso di cambiamenti sia sul fronte dell’organizzazione generale che su quello della metodologia tecnica. Allo stesso tempo, stiamo migliorando le nostre strutture, ed abbiamo già ottenuto degli importanti risultati nella comprensione del comportamento della monoposto. Questo insieme di novità ci ha permesso di iniziare la stagione in modo migliore rispetto agli anni precedenti. Il processo di rinnovamento non è ancora completo. Siamo a metà di un percorso che toccherà tutti gli aspetti lavorativi, compreso quello su cui stiamo operando in modo particolarmente consistente: la galleria del vento. I nuovi metodi di lavoro che abbiamo adottato, così come le novità strutturali che sono già entrate in servizio, ci hanno permesso di poter dedicare più tempo alla creatività. Questo è stato uno degli obiettivi stabiliti insieme a Pat Fry quando abbiamo dato il via alla riorganizzazione, ovvero dare al personale più tempo per poter pensare a come migliorare il rendimento della vettura. Abbiamo identificato le aree in cui negli ultimi anni siamo stati un po’ carenti, constatando che in certi ruoli il personale era troppo sotto pressione, a discapito del tempo necessario per rendere la monoposto più performante. Abbiamo già iniziato a lavorare su questo fronte ma c’è ancora margine di miglioramento. Finora i riscontri sono stati molto buoni e credo che siano visibili nelle prestazioni mostrate dalla F138”.

Le prime quattro gare della stagione si sono svolte in contesti molto differenti. Al di là delle caratteristiche tecniche dei vari circuiti, la variabile meteorologica ha condizionato molto l’attività in pista. Si è passati da un caldo molto accentuato ad acquazzoni tropicali per poi tornare a temperature più basse del previsto fino al caldo secco del deserto. Per i team è stato un problema in più da dover affrontare, ma d’altra parte ha permesso ai tecnici di avere una visione completa in merito all’adattamento delle monoposto nelle differenti condizioni ambientali. “La variabilità del meteo e le differenti configurazioni dei tracciati su cui abbiamo già corso, ci hanno permesso di identificare i nostri punti di forza così come gli aspetti su cui dobbiamo ancora lavorare per essere all’altezza della concorrenza” – conferma Tombazis. “Sia in gara che in qualifica abbiamo messo a fuoco le condizioni in cui siamo competitivi, e non parlo solo delle condizioni della pista, ma anche di particolari tipologie di curve e frenate. Nel complesso, a seconda della tipologia di circuiti, sappiamo che troveremo condizioni più o meno favorevoli. Forse nelle prossime gare non saremo costanti al cento per cento, ma ci aspettiamo di essere ragionevolmente competitivi nella maggior parte delle situazioni che incontreremo”.

Il Gran Premio di Spagna si preannuncia come un importante verifica dei valori in campo del Mondiale 2013. Sarà un passaggio importante, perché le caratteristiche del Circuit de Catalunya riflettono le condizioni che squadre e piloti ritroveranno nelle successive prove in calendario. “Credo che anche tutte le squadre concorrenti arriveranno a Barcellona con un elevato numero di aggiornamenti tecnici” – conclude Tombazis – “visto che il calendario ha concesso ai team di poter lavorare con relativa calma dopo il Gran Premio del Bahrain. Ovviamente anche noi avremo un pacchetto di aggiornamenti, ma per il momento non voglio entrare troppo nel dettaglio. Posso solo anticipare che le novità riguarderanno fondo, carrozzeria ed ali. Nonostante i pochi chilometri a disposizione, il nostro obiettivo sarà quello di avere un quadro chiaro al termine della seconda sessione di prove libere, in modo da poter valutare venerdì sera quali nuovi componenti confermare per il weekend e quali eventualmente rimuovere. Sarà poi importante verificare che i riscontri che arriveranno dalla pista siano in linea con i dati ricavati dalla galleria del vento”.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

26 commenti
  1. mattia

    7 maggio 2013 at 10:59

    Avete tutte le ragioni per essere ottimisti:
    in Spagna Alonso dominerà la gara e vincerà alla grande!!
    L’unico ostacolo alla conquista dei titoli piloti e costruttori è l’infausta presenza del Domenicani nazionale…
    E’ un micidiale catalizzatore di sfixa cosmica!
    😉

    • My.Name

      7 maggio 2013 at 11:24

      Non ti smentisci davvero mai…che tristezza!

      • mattia

        7 maggio 2013 at 13:54

        La vera tristezza è la tua inutile esistenza.
        Evapora idiota!
        😉

      • My.Name

        7 maggio 2013 at 14:01

        Mi faccio solo una grassa risata difronte al tuo messaggio Ahahah
        Leone da tastiera Ahahah

      • mattia

        7 maggio 2013 at 14:21

        Imbecille da tastiera!
        Ahahahahahahahahahaahah
        😉

      • My.Name

        7 maggio 2013 at 14:29

        Va bene mattia (anonima),bravo…

    • multi21

      7 maggio 2013 at 18:00

      mattia sei un BUFFONEEEEE che usa altri nick facendo pensare che siano altri…..
      bella figura da IDIOTA (TERMINE USATO SPESSO DA TE… NON POTENDO PARLARE IN MODO CIVILE PERCHE NON LO è – LIVELLO DI QUOZIENTE PARI ALLO ZERO) su un articolo… due commenti identici ma il nome cambiava… da mattia a susan…. come ti complice la vita

      bye bye bye

      • alo

        7 maggio 2013 at 20:08

        mattia non e un buffone! buffone e x uno come lui e quasi un complimento! i buffoni fanno la loro sceneggiatura, mattia fa sul serio! e quindi e un grande ignorante. Offendere il team piú stra-titolato nella storia della f1 e semplicemente da ignoranti. PUNTO. Sono due le cose ho e ancora un bambino immaturo, ho e un uomo frustrato dalla vita che se la prende con il primo che passa a lui antipatico.

      • mattia

        7 maggio 2013 at 23:12

        Hai così tanti problemi di logica e di sintassi che non si capisce un caxxo di quello che scrivi!! 🙂
        Non hai finito neanche le serali, idiota??!!
        Torna in 3^ elementare, imbecille di un ritardato.
        Paragonato a te, uno appena arrivato dall’Africa nera sembrerebbe un letterato!
        😉
        Evita di scrivere altri post perchè sei IMBARAZZANTE!!!

        Bye bye caxxone italiota
        😉

      • multi21

        8 maggio 2013 at 11:39

        infatti non sono ITALIANO….. RAZZISTA… demente

      • alo

        8 maggio 2013 at 20:04

        Ho letto un paio di commenti di “mattia” mamma mia!!! non mi voglio abbassare ai suoi livelli… ma uno che entra qui in un sito dove si parla di f1, e di Piloti… per offendere le nostre mamme, i nostri padri e i nostri familiari, non merita neanche risposte! si risponde da solo. Ma che caxxo comunicate a fare con un esemplare del genere! Ignoratelo no! Io non sono perfetto, anche io ho giudicato molte volte vettel per il suo stile di guida ma mi sono sempre trattenuto a non tirare in ballo alcune assurdita’. mattia e proprio un frustrato! sto tipo secondo me non ha mai assaporato una F..A in vita sua, non ha mai avuto amici, parenti per non conoscere RISPETTO! e se la prende con il mondo intero. Non e mica colpa della gente se QUESTO e un FALLITO! Che vergogna!!!

  2. stefanoabbadia

    7 maggio 2013 at 12:42

    a volte c’è gente che scrivere per far vedere che esiste… secondo me in certi casi e su ccerti articoli (vedi quello della De Villota, per rispetto…per mancanza di necessità..e in questo caso specifico per non dare ossigeno ai fristrati che scrivono idiozie..sarbbe bene non rispondere e non commentare nemmeno
    apriti cielo ora

  3. faber

    7 maggio 2013 at 14:19

    non vedo l’ora che comincino le libere. Forza Ferrari

    • mattia

      7 maggio 2013 at 14:23

      Anch’io!! 🙂
      In bocca al lupo e vinca il migliore!!
      Buon GP di Spagna a tutti 😉

      • faber

        7 maggio 2013 at 16:06

        gentile mattia,
        non è che soffri di sdoppiamento della personalità? per un pò, finchè non offendi, sei anche divertente, ma ormai davvero sembri solo fuori di testa…………..

  4. mattia

    7 maggio 2013 at 17:36

    @ gentile faber (My.Name)

    Quando chiama uno, l’altro risponde…
    2 nick, la stessa persona.
    Non pensare ai problemi degli altri, prima pensa a risolvere i tuoi!!!
    Ahahahahahahahahaahhahahahaah

    • My.Name

      7 maggio 2013 at 17:53

      Come i malati…gli altri dicono che e’un troll,e lui dice che tutti gli altri sono troll…uno dice che lui e anonima sono la stessa persona,e lui dice la stessa cosa…
      E poi mi spieghi dove faber avrebbe risposto ad un mio post?
      Almeno scrivile bene le cose,se no passi per uno a cui piace fare solo figure di m.erda (e ne stai facendo parecchie vedo) Ahahahah

      • mattia

        7 maggio 2013 at 23:05

        Ehi caxxone, ti compatisco davvero, fai proprio una gran pena…
        Stavo pensando alle 3 possibili cause del tuo penoso stato psicotico:

        1) Sei nato prematuro (di 7 mesi?) da madre
        tossicodipendente;
        2) Sei affetto da demenza senile precoce;
        3) Abusi di droghe pesanti (eroina, anfetamina
        LSD, ecc…) mixate con alcool.
        😉
        Cordialmente

      • My.Name

        8 maggio 2013 at 18:03

        Cordialmente,ammazzati che fai un favore a tante persone 😉

  5. Rezz

    7 maggio 2013 at 17:38

    Storicamente il primo GP Europeo è quello in cui diventano evidenti i veri valori in campo… speriamo bene per la Ferrari, ma anche per la McLaren che è sempre bello vedere battagliare tra i primi. Sarebbe entusiasmante vedere Red Bull, Lotus, Ferrari e McLaren darsele di santa ragione fino all’ultima gara.

    Una piccola parentesi per la Williams: è davvero doloroso vedere una scuderia che fino alla fine degli anni ’90 se la giocava con i migliori affondare inesorabilmente in fondo al gruppo…

  6. liani

    7 maggio 2013 at 19:21

    non per gufare, ma sento che potrebbe essere la volta di Vettel a zero punti, forza Ferrari

    • mattia

      7 maggio 2013 at 22:58

      Alonsiani…ocio alle gomme e agli allettoni!!

      Domenicani porta sfixa a tutta manetta…
      Stavolta sulla F138 ci potranno essere problemi al gearbox…
      Attenzione please c’è il rischio di un altro “0” tondo tondo…
      Sarebbe proprio un gran peccato!!
      😉

      • My.Name

        8 maggio 2013 at 18:04

        Per te quando uno scrive ”Forza Ferrari” automaticamente e’alonsiano?
        Che ignoranza dilagante…
        Poi spero tanto che la redazione legga la mia mail e che magari Domenicali legga come storpi il suo nome ogni volta,poi vediamo chi si fara’delle belle risate 😉

  7. ale

    7 maggio 2013 at 23:27

    pensa a lavorare

  8. alo

    8 maggio 2013 at 19:51

    ah mattia!!! innanzittutto le tue parole non mi fanno ne caldom, e ne freddo. E’ poi hai fatto un’altra figura di m…a a darmi dell’idiota senza neanche conoscermi! Io sono nato in ITALIA, ma (purtroppo) sono cresciuto all’estero! quindi prima di giudicare la gente senza sapere un caxxo imparara un po’ di civiltá. Ho vissuto solo 12 anni in ITALIA, e per quando mi riguarda credo di arrangiarmi abbastanza bene con L’ITALIANO. cmq se vuoi (f1 a parte) posso darti una bella lezione di inglese, o di tedesco. Ah ci tengo a dirti pero’ che sono molto piú ITALIANO di te nel cuore. BYE FRUSTRATO!!!

  9. AIecx

    1 maggio 2015 at 17:39

    forza ferrari!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati