Horner: “Prima o poi anche Alonso si ritirerà”

Il team manager della Red Bull convinto che fortuna e sfortuna si bilancino

La scuderia austriaca è parecchio delusa e il ritiro di Vettel a Valencia brucia tantissimo
Horner: “Prima o poi anche Alonso si ritirerà”

Christian Horner, il team manager della Red Bull, “gufa” sul leader del Mondiale e spera che con un suo ritiro Vettel potrà riavvicinarsi in classifica.

La prima Ferrari infatti non subisce un ritiro da 20 gare esatte: è dal GP del Canada 2011, quando venne sbattuto fuori pista da un Jenson Button in seguito vincitore, che Fernando Alonso non chiude una gara sotto la bandiera a scacchi e nei primi dieci. Un enorme sforzo del pilota e di tutta la squadra di meccanici e tecnici del Cavallino, che hanno saputo fornire sempre quel po’ di professionalità in più rispetto agli avversari. E’ stato infatti anche grazie ai fantastici pit-stop che lo spagnolo ha potuto vincere le sue gare in Malesia e quella di domenica a Valencia: un plus che altre squadre non hanno avuto. Horner invece non può dire altrettanto, ha visto il suo beniamino Sebastian Vettel è stato capace di gettare all’aria una vittoria quasi scontata al GP d’Europa. “Fernando ha fatto un lavoro enorme, facendo punti in ogni singola gara, ma le statistiche dicono che deve avere un brutto weekend ogni venti gare”, ha detto l’inglese. “Fortuna e sfortuna si bilanciano nel corso della stagione. Altri hanno avuto giorni difficili, come pure Lewis Hamilton che non ha terminato la gara, ma abbiamo esteso il nostro vantaggio nel campionato costruttori di altri otto punti.

Se però guardiamo alla corsa di Hamilton, ci rendiamo conto che il suo ritiro è stato per un incidente di gara e che volendo avrebbe anche potuto evitarlo, mentre Vettel ha patito un guasto al motore. “em>Eravamo in una posizione invidiabile, quindi è stato molto deludente avere un ritiro in quei frangenti”, ha commentato Horner. “Insieme con la Renault sono sicuro che imparereremo la lezione e speriamo di non vedere un ripetersi di questa situazione. A Valencia Seb aveva il completo controllo della gara e ritmo incredibile. Sappiamo di avere una macchina veloce, e abbiamo avuto tre pole delle ultime tre gare, e questo è incoraggiante”, ha concluso il team principal delle lattine.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

136 commenti
  1. delo

    26 Giugno 2012 at 14:53

    A statistica rispondo con statistica:
    secondo i dati che prendo da f1 trattino facts punto com ( 😀 ) Alonso e’, fra i piloti in attivita’ il quarto per percentuale di gare concluse rispetto alle partenze preceduto solo da Hamilton ( a cui quindi si puo’ perdonare la leggerezza di domenica ) Di Resta e Rosberg. Alonso porta in fondo la macchina nell’ 83,3% dei casi e considerando che diversamente da chi lo precede ha corso anche in un epoca di affidabilita’ limitata e con un team non certo di vertice ecco che si capisce quanto comunque il suo piede sia collegato alla testa! Per intenderci credo che questa percentuale a fine stagione sara’ senza dubbio superiore!

  2. umberto(tifoso ferrari)

    26 Giugno 2012 at 15:12

    horner farebbe meglio a tacere ogni tanto e a non sparare m***a sugli altri augurare agli altri le disgarazie non aiuta vettel a vincere i mondiali ok la ferrari non è un mostro di macchina come la redbull ma con una buona stategia al muretto ha vinto la gara percio caro horner prima di parlare collega la boccca al cervello.capito?

  3. Rezz

    26 Giugno 2012 at 16:02

    Da ferrarista mi dispiace dirlo, ma Horner ha ragione: è improbabile che Alonso continui così fino alla fine dell’anno. Sta facendo un lavoro incredibile ed è spesso (se non sempre) al limite della macchina. In queste condizioni lo sbaglio ci sta, anche se in molti saranno pronti a crocifiggerlo. Anche il guasto meccanico è probabile in un campionato così lungo. Speriamo di no, ma la matematica non tiene conto del tifo…

  4. amico di Frederick

    26 Giugno 2012 at 16:19

    infatti alonso si ritirera’ sicuramente ma resta il fatto che al momento non si e’ ancora ritirato mentre i suoi avversari’ si’! e quindi ogni gara senza ritiro e’ un passo avanti contro le probabilita’ contrarie! ma non e’ detto che chi come vettel si e’ ritirato una volta non lo faccia anche la prossima gara! chi puo’ dirlo? mi preoccupano certe dichiarazioni di Horner, vuol dire che cominciano ad aver “paura” della Ferrari? se cominciano con la macumba sperando che si ritri alonso!io credo che il nuovo fondo abbia reso la Rb velocissima vedremo se e’ regolare o no alonso ce la mette tutta pero’ e’ dura!

  5. MiTo GTA

    26 Giugno 2012 at 16:31

    Quella che ha provocato il ritiro di Vettel non si chiama sfortuna.

    Si chiama INAFFIDABILITA’

  6. f1racers

    26 Giugno 2012 at 16:44

    SUUUUUUUUUUCCCCCCCCCCCCCAAAAAAAAAAAAAAAAA CHRIS HORNER

  7. kroky78

    26 Giugno 2012 at 17:13

    Deve avere un brutto week end ogni venti gare! Decreto legge Horner-Marko… Dal momento che sostengono che è più facile rendere affidabile una macchina veloce che viceversa, si dedichino a rendere la Red Bull affidabile piuttosto che ciarlare. Devo comunque ammettere che il salto prestazionale di Vettel è stato impressionante e preoccupante, Newey è riuscito a stabilizzare l’ aerodinamica posteriore dopo mesi di tentativi, veramente il miglior tecnico.

  8. giuseppe

    26 Giugno 2012 at 17:37

    dopo i giri intorno al regolamento ad horner non è rimasto che gufare!!!!!! la redbull è proprio alla frutta

  9. Michele Antonelli

    26 Giugno 2012 at 18:28

    Horner è un personaggio triste e senza classe. Protegge il pupillo fino all’ossesso ed augura agli avversari il ritiro. Piabge sulla sfortuna del suo pupillo e non dice nemmeno UNA PAROLA per Webber che si ritrova 2′ in clasifica. Anzi quasi Webber gli da fastidio.

    Mi spiace dirlo ma ha molta più signorilità Whitmarsh che riconosce l’errore di Hamilton, che poteva evitare il botto ed accontentarsi del 4* posto.

    Caro Horner signori si nasce, prendi esempio dal Martin.

  10. Federico Barone

    26 Giugno 2012 at 20:46

    Moriremo tutti. 😉

    • Frenk

      26 Giugno 2012 at 21:44

      Tutti noi ferraristi saremo colpiti dall’ “anatema di Horner” 😉

  11. Frenk

    26 Giugno 2012 at 21:42

    Sempre piu’ signori questi della Rbr, pensare che il termine “fairplay” e’stato coniato dagli inglesi…
    Dite quello che volete,ma io preferisco mille volte un Domenicali chiacchierone che individui come Horner e Voldemarko,persino il Colajetta non ha mai augurato a nessuno di avere guasti…

  12. luca

    26 Giugno 2012 at 22:37

    intanto è successo prima a voi

  13. alonsito

    27 Giugno 2012 at 00:23

    ferrari sono più affidabili della rbr vedi i freni dell’anno scorso e altre cazzatine, stai attento Chris!

  14. Bikers

    27 Giugno 2012 at 06:56

    Siete dei bambini sapete solo insultarvi… Voi non siete amanti di F1! Ma Solo Dei Poveri Tifosi Sfegatati -_-!

  15. Zio jack

    27 Giugno 2012 at 08:32

    Ma non si è accorto nessuno che il Renault gracchiava di nuovo? Sempre a fare i furbetti… Stavolta gli è andata male!

    • alberto

      27 Giugno 2012 at 13:23

      si mi sono accorto, l’ho sentito una volta in una curva lenta che in frenata gracchiava.

  16. Ancipe

    27 Giugno 2012 at 11:14

    Si certo quando vincono le lattine è bravura, ampia capacità progettuale, il pilota migliore del lotto, il miglior team principal…
    Poi se vincono gli altri è grazie alla fortuna.
    L’ultima volta che ho sentito questo ragionamento era un mio compagno delle elementari…
    Se uno è sportivo sa riconoscere la bravura anche degli altri. Se avete avuto un problema è uguale a quando lo hanno gli altri… Mancanza di ‘perfezione’ che è normale in tutte le attività umane, formula1 compresa.
    Meditate gente, meditate

  17. lorenzo

    27 Giugno 2012 at 13:59

    dopo questa dichiarazione ho avuto un gesto scaramantico e comunque se le vostre lattine a 4 hanno la stessa resistenza di un biscotto sbriciolato non e colpa nostra ….

  18. Jean

    27 Giugno 2012 at 14:49

    Certo puntare al titolo aspettando ritiri altrui è da veri GUFI professionisti
    Sopratutto quando si a una macchina + competitiva.
    Forse dovrebbero lavorare meno sulla prestazione e + sull’affidabilità
    Da Horner veramente una frase simile non me la sarei mai aspettata, mi sembrava + dipolomatico invece fa discorsi da pagliaccio

    quando Vettel vinse il 1° titolo non era per fortuna era perche gli scemi di maranello hanno sbagliato strategia?
    o capito la Ferrari o a fortuna o sbaglia
    meriti mai?…………………

  19. michele

    27 Giugno 2012 at 16:06

    Pronto ..ma chi è…????
    Chi???

    Sono Nando..mi riconosci Lew???????

    Nando…ma davvero..e come mai..

    Ascolta Lew e stai zitto!!!!!!
    la sai l’ultima???
    Il Vecchio ci ha fregato tutti….
    gira con le stampelle, ..ma e come i gatti…ha sette vite!!!
    Sarà mio compagno tra dieci giorni!!!!!!

    Nooooooooooooooooooooooo!!!..ma che dici Nà…??

    Proprio così Lew….se no non ti avrei disturbato….!!

    E tu che dici??

    E che dico Lew….o me magno sta minestra o me butto dalla finestra!!!!

    E allora…buttati!!!!!!!!!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati