Hamilton saprà gestire la pressione

Hamilton saprà gestire la pressione

Lewis Hamilton si appresta ad affrontare l’ultima gara del campionato con ancora la possibilità di vincere il titolo piloti. L’inglese ha bisogno di un paio di miracoli per sperare che Ferrari e Red Bull non marchino punti e lui vinca la gara ma, si sa, in Formula Uno nulla è impossibile finché la gara non è finita.

Nonostante il compito difficile Hamilton ha promesso di spingere fino all’ultimo giro ma di non sentire la pressione che in questi casi può avere un pilota che si gioca il mondiale all’ultima gara.

Hamilton: “Sono arrivato in corsa per il campionato del mondo nell’ultima gara già altre due volte, so tutto della pressione che si sente quando il titolo è a breve distanza. Quest’anno è un po’ diverso, io sono consapevole che, avendo 24 punti di distacco, non basterà vincere la gara o finire davanti agli altri, la pressione in questi casi è molto più bassa”.

Quindi precisa: “Ciò non vuol dire che affronterò il weekend di gara meno motivato: abbiamo visto quest’anno come le cose possono essere imprevedibili ed i vantaggi annullarsi in un attimo. Il campionato non è finito finché non si taglia il traguardo, lo so per esperienza personale”.

Hamilton, così come Whitmarsh, crede che quello del 2010 sia stato uno dei più grandi e combattuti mondiali della storia.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

16 commenti
  1. Daniele

    11 Novembre 2010 at 11:18

    La pentola a pressione..

  2. Victor

    11 Novembre 2010 at 11:27

    in bocca al lupo Lewis!!!, comunque vada, anche se la matematica non ti aiuta, il titolo lo meriti anche tu in egual misura degli altri…

  3. Federico Barone

    11 Novembre 2010 at 11:28

    “Socomegestirla”. Mi ricorda il 2007. 😀

    Ma credo che questa volta possa avere ragione lui.

  4. schubaffo

    11 Novembre 2010 at 12:15

    …e c’è ancora Glock in griglia!!! Sta a vedere che sculi pure stavolta…

  5. Mattia

    11 Novembre 2010 at 12:28

    Non è che debba gestire troppa pressione. E’ quasi impossibile che riesca a vincere il Mondiale quest’anno.

  6. leonardo

    11 Novembre 2010 at 12:43

    quoto Mattia: Bè obbiettivamente non credo che ne avrà molta stavolta di pressione…lui deve solo andare sperando che gli altri rompano e nel frattempo vincere…la pressione ce l’hanno credo Alonso e Webber,lui e Vettel non hanno niente da perdere,male che va succederà quello che è logico,bene che vada invece vinceranno con un miracolo…

  7. altair

    11 Novembre 2010 at 13:28

    ma che pressione, qualche giorno fa diceva, giustamente, di essere tranquillo e non aver nulla da perdere,ora non si capisce perché adesso dovrebbe essere sotto pressione e gli altri 3 davanti a lui allora?

  8. Beppe

    11 Novembre 2010 at 13:42

    Credo che non abbia poi più di tanto pressione intorno a sè, e per questo se la sua monoposto sarà ok al contrario di Interlagos, dovrebbe fare un’ottima gara.
    Sarà lui il vero arbitro del mondiale quest’anno, credetemi.

    Beppe
    Redbull

  9. schubaffo

    11 Novembre 2010 at 14:41

    Dici??? magari potrebbe restituire a Webber la “cortesia” di Singapore… 😛

    Si fa per dire, ovviamente 😀

  10. ivan

    11 Novembre 2010 at 15:04

    se la macchina sarà veloce non è da sottovalutare, non vincerà il mondiale credo, ma un po di confusione potrebbe farla.. quando uno non ha nulla da perdere è pericoloso.

  11. Luca

    11 Novembre 2010 at 15:41

    @ivan

    Pericoloso? e perché mai? allora potrebbero essere pericolosi tutti! Certamente lewis farà la sua gara senza far regali a nessuno, ma credo che per le 2 red-bull sarà più pericoloso un massa che un hamilton…

    ovviamente senza polemica.

  12. francesco

    11 Novembre 2010 at 16:20

    purtroppo hamilton non sa reggere le pressioni visto che nelle ultime due gare il “mago” alonso gli ha ipnotizzato i freni

  13. iorek

    11 Novembre 2010 at 18:07

    non sono convinto che hamilton meriti il titolo quanto gli altri pretendenti.
    La mclaren sicuramente delle top scuderie e’ quella che in finale campionato ha sbagliato piu’ delgi altri gli sviluppi.
    In f1 lo sviluppo delle macchine e’ importante quanto costruire una buona macchina, lo sapiamo bene.

  14. _TheRealJB86_

    11 Novembre 2010 at 19:07

    @Beppe@Leonardo
    vi quoto in pieno!ce un problema…quando è tranquillo ne combina di ogni!staremo a vedere…

  15. fabrizio

    12 Novembre 2010 at 00:40

    Ha ragione Beppe: se Hamilton ad Abu Dhabi si trova bene come lo scorso anno potrebbe anche tenersi dietro le Bull ed agevolare Alonso (involontariamente ovvio).

  16. Emanuele

    12 Novembre 2010 at 10:40

    Sa tutto della pressione ? MA STIAMO SKERZANDO SPERO! Farà danni come al solito.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati