GP Giappone, Prove Libere 1: il miglior tempo è di Rosberg

Lo seguono Hamilton e Alonso. Raikkonen quinto

GP Giappone, Prove Libere 1: il miglior tempo è di Rosberg

Nico Rosberg inaugura il weekend di gara a Suzuka con il miglior crono nelle Libere 1, girando in 1:35.461 e lasciandosi alle spalle la Mercedes del compagno di squadra Hamilton e la Ferrari di Alonso.
Sul tracciato giapponese le due Frecce d’Argento si sono già distinte rispetto al resto del gruppo, mentre nella lotta tra i rivali la Ferrari per ora sta davanti alla Red Bull, con Ricciardo e Vettel rispettivamente in settima e nona posizione. Quarto tempo invece per la Williams di Bottas, seguito da Raikkonen.

Cronaca – Daniel Ricciardo apre le danze sul tracciato giapponese per i consueti giri di installazione. Nel venerdì di Suzuka Max Verstappen fa il suo esordio al volante della Toro Rosso, diventando così il più giovane pilota a guidare in un weekend ufficiale di F1.
Per la Caterham oggi è invece in pista Roberto Merhi al posto di Kobayashi. Il primo crono della giornata è proprio di Merhi, 1:44.564, subito surclassato da Bottas, 1:37.436. Quindi è il turno di Hamilton e poi Rosberg, che si porta in testa con il miglior crono di 1:36.437. Pochi giri e il tedesco migliora scendendo a 1:36.244.
Dopo i primi 30 minuti il pilota della Mercedes è al comando seguito da Hamilton, Bottas, Alonso, Kvyat, Button, Raikkonen, Massa, Ricciardo e Vettel.

Dopo la sosta ai box per il primo cambio gomme è Vettel il primo a tornare in pista. Il campione del mondo in carica si migliora salendo in ottava e quindi in sesta posizione, alle spalle di Raikkonen. Al comando si mantiene Rosberg che abbassa ulteriormente il proprio crono, girando in 1:35.461. Alonso intanto si porta al terzo posto alle spalle di Hamilton. Tutti i piloti montano gomme dure che risultano difficili da scaldare a causa della pista ancora poco gommata. Se ne va la prima ora, con Rosberg sempre in testa davanti ad Hamilton, Alonso, Bottas, Raikkonen, Magnussen, Ricciardo, Vettel, Kvyat e Button.

I primi quattro piloti in testa rientrano ai box mentre la top ten rimane quasi invariata, con Button che riesce a recuperare due posizioni, salendo dal decimo all’ottavo posto, tra la Red Bull di Ricciardo e quella di Vettel. A dieci minuti dalla fine la Mercedes dà il via alla simulazione del passo gara, con Hamilton che sembra averne di più del tedesco compagno di squadra.
A pochi minuti dalla fine, fumata bianca sulla Toro Rosso di Verstappen a causa della rottura del motore. Scadono i 90 minuti a disposizione e Rosberg si conferma il più veloce davanti ad Hamilton, Alonso, Bottas, Raikkonen, Magnussen, Ricciardo, Button, Vettel e Kvyat.

F1 GP Giappone 2014 – Tempi e risultati Libere 1

Pos. Naz. Pilota Team Tempo Distacco
1. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes 1:35.461 27
2. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:35.612 0.151 26
3. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari 1:36.037 0.576 19
4. FIN V.Bottas Williams Mercedes 1:36.576 1.115 25
5. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari 1:37.187 1.726 19
6. DEN K.Magnussen McLaren Mercedes 1:37.327 1.866 24
7. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault 1:37.466 2.005 27
8. GBR J.Button McLaren Mercedes 1:37.649 2.188 24
9. GER S.Vettel Red Bull Renault 1:37.686 2.225 26
10. RUS D.Kvyat Toro Rosso Renault 1:37.714 2.253 26
11. BRA F.Massa Williams Mercedes 1:38.012 2.551 22
12. NET M.Verstappen Toro Rosso Renault 1:38.157 2.696 22
13. MEX S.Perez Force India Mercedes 1:38.324 2.863 10
14. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes 1:38.582 3.121 9
15. FRA R.Grosjean Lotus Renault 1:38.851 3.390 21
16. GER A.Sutil Sauber Ferrari 1:39.046 3.585 19
17. VEN P.Maldonado Lotus Renault 1:39.097 3.636 26
18. MEX E.Gutierrez Sauber Ferrari 1:39.318 3.857 18
19. SWE M.Ericsson Caterham Renault 1:40.031 4.570 18
20. SPA R.Merhi Caterham Renault 1:41.472 6.011 24
21. FRA J.Bianchi Marussia Ferrari 1:41.580 6.119 10
22. GBR M.Chilton Marussia Ferrari 1:41.757 6.296 15

Nina Stefenelli

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati