Formula 1 | Red Bull, Ricciardo ricorda la vittoria di Monaco: “Superare la linea del traguardo è stato un vero sospiro di sollievo”

"Perdevo tanto tempo nei rettilinei e l'unico modo per restare davanti a Vettel era quello di andare più forte di lui in curva", ha sottolineato l'australiano

Formula 1 | Red Bull, Ricciardo ricorda la vittoria di Monaco: “Superare la linea del traguardo è stato un vero sospiro di sollievo”

In un’intervista rilasciata al sito ufficiale della Formula 1, Daniel Ricciardo ha identificato il momento più bello della sua stagione, rivelando come la vittoria conquistata a Monaco sia stata qualcosa di assolutamente eccezionale, soprattutto per le tante difficoltà incontrate durante l’esecuzione della corsa.

L’australiano, ricordiamo, sembrava in totale gestione della gara dopo la pole conquistata al sabato, quando un problema al motore MGU-K l’ha costretto a correre sulla difensiva, rilanciando le possibilità di Sebastian Vettel. Una domenica di estrema sofferenza, ma che il futuro alfiere della Renault è riuscito a chiudere nel miglior modo possibile, conquistando una vittoria sognata da un anno.

Ecco le parole di Daniel Ricciardo: “Superare la linea del traguardo a Monaco è stato un vero sospiro di sollievo. Non fraintendermi, ero estasiato, ma con tutto quello che è successo all’interno della macchina, il sollievo era al primo posto”.

L’australiano ha successivamente ricordato gli episodi verificatosi durante quella corsa: “La macchina ha cominciato ad avere dei problemi durante i primi giri e inizialmente non pensavo di poter arrivare alla fine. Perdevo tanto tempo nei rettilinei e l’unico modo per restare davanti a Vettel era quello di andare più forte di lui in curva. Ho provato questa strada, ma ovviamente ha compromesso la mia gestione delle gomme. Ho pensato che non avrei difeso la mia posizione fino alla fine”.

“Fortunatamente siamo riusciti a riprendere un buon ritmo qualche tornata dopo, aspetto che mi ha portato a pensare di potercela realmente fare, ma un problema ai freni ci ha fatto scivolare nuovamente nella paura. La squadra pensava di ritirare l’auto durante il regime di Virtual Safety Car, ma non mi hanno detto nulla in quel frangente. E’ stata una sfida”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Victor61

    19 Dicembre 2018 at 12:52

    daniel è stato bravissimo ma il gp di Montecarlo lo perso vettel con un Ferrari che girava +1 secondo più veloce…che vettel non potesse vincere il mondiale 2018 anche con una macchina superiore lo si è capito già da lì

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati