Force India, spunta un altro nome nel mirino di Mallya

Il patron della scuderia potrebbe scegliere Sutil in caso di addio di Hulkenberg

Force India, spunta un altro nome nel mirino di Mallya

Si era parlato di un incontro tra Sebastian Buemi e la Force India domenica in occasione del GP d’India, ma ora è spuntato un altro nome nel mirino del team di Vijay Mallya. Il patron della scuderia spiega, infatti, che potrebbe prendere in considerazione Adrian Sutil come sostituto di Nico Hulkenberg nel caso in cui quest’ultimo passi alla Sauber.

Per ora nulla è ufficiale, però lo stesso Mallya ha rivelato all’agenzia Reuters che Hulkenberg ha ricevuto un’offerta dalla Sauber.

“Ho offerto un rinnovo del contratto a entrambi i piloti – ha spiegato Mallya -. Ho sentito dire dai media che Nico ha firmato con la Sauber. Beh, se così fosse, gli auguro buona fortuna”.

“Ho un ottimo rapporto con lui, è un ragazzo meraviglioso. Ha fatto bene con noi – ha proseguito -. Per ora non mi ha detto nulla e mi aspetto che lo faccia nel momento in cui deciderà di andare per la sua strada”.

Mallya ha fiducia in Sutil che ha guidato per la Force India dal 2007 al 2011. “Sutil è sempre veloce, lo tengo in considerazione, ma ci sono comunque molte opzioni”, ha concluso.

Lorenza Teti

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Sutil lascia la Williams

Il tedesco sarebbe vicino ad un accordo per correre in un'altra serie
Adrian Sutil ha deciso di guardare altrove. Il tedesco, chiamato dalla Williams a ricoprire il ruolo di tester dopo i
News F1

Sauber citata in giudizio da Adrian Sutil

Un episodio analogo a quello dello scorso anno che vide protagonisti la scuderia di Hinwil e Van der Garde
Si prospetta un inverno caldo per la Sauber. Per la seconda stagione consecutiva il team di Hinwil è al centro
News F1

Sutil torna a Suzuka per ricordare Bianchi

Il 5 ottobre di un anno fa la gru contro cui andò a sbattere la Marussia stava rimuovendo la Sauber del tedesco
Poco meno di un anno fa si era trovato ad essere impotente spettatore a bordo pista del fatale incidente che