F1 | Vandoorne attacca la McLaren: “La squadra dava ad Alonso tutto quello che voleva”

"Non ho mai avuto problemi con Fernando, ma nella sua carriera a Woking ha sempre ottenuto ciò che voleva", ha affermato il belga

Vandoorne ha lasciato la McLaren al termine della stagione 2018
F1 | Vandoorne attacca la McLaren: “La squadra dava ad Alonso tutto quello che voleva”

In una chiacchierata concessa al quotidiano Sport Voetbalmagazine, Stoffel Vandoorne è tornato sul suo biennio in McLaren, sottolineando come Fernando Alonso fosse una presenza estremamente ingombrante all’interno del garage.

Nonostante il titolo di Formula 2 e il percorso portato avanti all’interno dell’academy McLaren, infatti, Vandoorne ritiene di non aver mai avuto la giusta importanza all’interno della squadra, aspetto che l’ha portato più volte a sottostare agli ordini del management.

Un attacco chiaro, assolutamente scontato, che ha evidenziato come il rapporto tra Vandoorne e la McLaren fosse ai ferri corti, soprattutto dopo le pessime prestazioni del belga nel 2018.

“Non ho mai avuto problemi con Fernando, ma nella sua carriera a Woking ha sempre ottenuto ciò che voleva”, ha affermato Stoffel Vandoorne alla stampa tedesca. “C’erano sempre due o tre persone in alto, alla Mclaren, che si assicuravano che tutto andasse come voleva lui. Era una costate. Il team gli ha sempre dato tutto il supporto possibile”.

“Sulla carta non ho mai finito una gara davanti ad Alonso, ma mi sono avvicinato a lui più di tutti i suoi compagni di squadra”, ha proseguito il belga, analizzando le sue performance nel biennio 2017-2018. “La McLaren non mi ha mai detto direttamente di non battere Fernando, ma spesso mi hanno chiesto di lasciarlo passare durante le gare. Lo facevano quasi sempre”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati