F1 | Sainz e le difficoltà in partenza: “Lavoro con gli ingegneri per avere primi metri perfetti”

"Il raggiungimento della perfezione richiede una combinazione di fattori", ha detto lo spagnolo

F1 | Sainz e le difficoltà in partenza: “Lavoro con gli ingegneri per avere primi metri perfetti”

L’impatto di Carlos Sainz nel mondo Ferrari è stato senza ombra di dubbio positivo, nonostante lo spagnolo abbia evidenziato una particolare difficoltà nelle partenze che si è vista anche al Montmeló. Una differenza importante rispetto ai tempi di militanza in McLaren, dove nei primi metri di gara appariva molto reattivo. Discutendo sull’argomento, l’alfiere del Cavallino ha ammesso come tutto questo sia dovuto a vari elementi.

Con i miei ingegneri discuto per avere dei primi metri perfetti – ha detto Sainz, intervistato da AS – Anche se questa domenica si trattava della posizione- Sono entrato e uscito dalla scia e mentre sono rimasto dietro Ocon a curva 1, due auto sono passate all’esterno. Il raggiungimento del risultato perfetto, come fatto da Charles (Leclerc), richiede una combinazione di fattori. Un fine settimana pieno. Una buona qualifica e un giro in Q3 che non ho fatto e che avrebbe reso la mia partenza più facile”.

A Barcellona la Ferrari è andata molto bene nell’ultimo settore che, negli ultimi anni, aveva rappresentato un autentico tallone d’Achille. Ora si andrà a Montecarlo, un tracciato unico, ad altissimo carico, che rappresenterà una nuova sfida per la SF21.

Monaco è un altro circuito, con altre caratteristiche e allo stesso tempo che arriveremo con vetture molto diverse. La situazione potrebbe cambiare – ha ammesso Sainz – Dobbiamo preparare il miglior assetto possibile per Monaco e cercare di fare un buon weekend lì, ma è meglio essere cauti”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati