F1 | Sainz: “Con Mercedes, la strada verso la ripresa”

"Siamo ancora molto lontani da dove vogliamo essere"

F1 | Sainz: “Con Mercedes, la strada verso la ripresa”

Dopo la buona prestazione a Sochi con il sesto posto, Carlos Sainz guarda con ottimismo al weekend di Suzuka. Il suo obiettivo è di totalizzare i primi 50 punti della sua carriera:

“Quest’anno ogni volta che che abbiamo avuto dei weekend solidi, come in Russia, siamo stati in una posizione molto forte per ottenere i punti. Quelle prime tre gare all’inizio della stagione e quelle prime tre gare nella seconda metà della stagione che ci hanno messo un po’ indietro, ma speriamo che dopo Sochi torneremo a lottare per i punti”. 

Proprio parlando di punti, Carlos Sainz è a quota 66 in classifica mondiale, dove mantiene la settima posizione, il miglior risultato raggiunto nella sua carriera in F1:

“Ovviamente è una bella soddisfazione, perché non sapevamo che avremmo ottenuto così tanti punti in questa stagione. È davvero una bella notizia. Siamo ancora molto lontani da dove vogliamo essere. Vogliamo fare buoni progressi nei prossimi due anni, ma almeno quest’anno abbiamo fatto un grande passo avanti e questo è un buon punto di partenza”.

In merito al prossimo anno, sarà Mercedes a fornire i motori alla scuderia britannica. Un notevole passo in avanti:

“Ovviamente è un affare per il futuro. Al momento siamo concentrati sul nostro rapporto con Renault, che onestamente ci ha aiutato molto a realizzare i nostri problemi e a capire dove dobbiamo lavorare di più. Grazie alla competitività dello scorso anno con Renault e Red Bull abbiamo potuto avere il nostro pacchetto migliore grazie a quel motore e grazie ai progressi che Renault ha fatto sul propulsore di quest’anno stiamo segnando molti punti. L’accordo con la Mercedes fa parte del piano, la nostra strada verso la ripresa, mettiamola così, e speriamo che ci faccia fare un altro passo in avanti”. 

F1 | Sainz: “Con Mercedes, la strada verso la ripresa”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati